Questo sito contribuisce alla audience di

broncocostrittori

sostanze che hanno la capacitĂ  di far contrarre la muscolatura liscia bronchiale e quindi di provocare una riduzione del lume dei bronchi. Sono broncocostrittori: gli alcaloidi della segale cornuta, l'istamina, la serotonina (che agiscono con meccanismo diretto sulle fibrocellule muscolari); l'acetilcolina e le sostanze colinergiche, tra cui vari aggressivi chimici e insetticidi organofosforici, e i betabloccanti (che invece agiscono con meccanismo nervoso). Sono controindicati nei soggetti con patologie broncopolmonari.

Autodiagnosi

Risali alla possibile malattia partendo dai sintomi o, al contrario, scopri quali sintomi comporta una determinata patologia.

Vai alla sezione Autodiagnosi