Questo sito contribuisce alla audience di

buprenorfina

farmaco, derivato dalla paramorfina, con potente effetto analgesico, per somministrazione parenterale o sublinguale. Ha durata d'azione più lunga rispetto alla morfina e dà minore dipendenza fisica, ma è meno efficace. Si usa nel dolore acuto (postoperatorio e da coliche renali) e nel dolore cronico (tumori maligni). Può dare nausea, vomito, sonnolenza, riduzione della frequenza del respiro. L'uso in tossicodipendenti può aggravare la sindrome da astinenza. Nella prescrizione è soggetta alla legge sulle sostanze stupefacenti, perciò è necessaria la ricetta medica speciale, che viene trattenuta in farmacia e annotata su apposito registro (vedi terapia del dolore).

Autodiagnosi

Risali alla possibile malattia partendo dai sintomi o, al contrario, scopri quali sintomi comporta una determinata patologia.

Vai alla sezione Autodiagnosi