Questo sito contribuisce alla audience di

carboplatino

chemioterapico antitumorale, agisce in modo analogo al cisplatino e si utilizza per via endovenosa. L'effetto collaterale più importante è sul midollo osseo. Può dare nausea, vomito, neuropatie ed epatopatia. Rispetto al cisplatino, ha minore tossicità su rene, nervi periferici e udito.

Autodiagnosi

Risali alla possibile malattia partendo dai sintomi o, al contrario, scopri quali sintomi comporta una determinata patologia.

Vai alla sezione Autodiagnosi