Questo sito contribuisce alla audience di

antistamìnici

farmaci che sono in grado di contrastare l'azione dell'istamina nel provocare reazioni allergiche e anafilattiche. Grazie alla somiglianza di strutture chimiche, occupano il posto dell'istamina sui recettori H1 e H2 della membrana cellulare impedendole di agire. Gli antistamìnici anti-H1 contrastano l'azione dell'istamina sulla muscolatura bronchiale e vascolare e sul sistema nervoso centrale; sono generalmente indicati per la terapia delle allergie dermatologiche e delle vie respiratorie. Gli antistamìnici anti-H2 inibiscono l'attività dell'istamina sulla secrezione gastrica, e il loro impiego è quasi esclusivamente legato a disturbi dell'apparato gastroenterico. Sono usati in caso di allergie, punture di insetti, prurito, chinetosi, anoressia, vomito, vertigini, sinusite, ulcera, agitazione psichica. Vengono anche impiegati per prevenire incidenti trasfusionali e manifestazioni di incompatibilità da medicamenti. Possono determinare sonnolenza, astenia, disturbi visivi. Durante il loro impego è controindicata l'assunzione di alcol. Antistaminici di uso comune sono desclorfeniramina, loratadina, cetirizina, oxatomide.

Media

Tabella degli antistaminici.

Autodiagnosi

Risali alla possibile malattia partendo dai sintomi o, al contrario, scopri quali sintomi comporta una determinata patologia.

Vai alla sezione Autodiagnosi