Questo sito contribuisce alla audience di

antipoliomielìtico, vaccino

vaccino contro la poliomielite, del quale esistono due tipi. Il primo a essere introdotto fu il tipo Salk con virus ucciso, trivalente (contro i tre tipi di Polivirus). Conferisce immunità protettiva superiore al 90%. Viene somministrato per via sottocutanea o intramuscolare e non previene l'infezione, la cui porta d'ingresso è la via intestinale, ma impedisce l'insorgenza della malattia. I soggetti infettati continuano a eliminare il virus con le feci, per cui questo vaccino non è sufficientemente protettivo verso la popolazione in generale. Il vaccino tipo Sabin è invece un virus vivo attenuato, che si somministra per via orale e si moltiplica nelle placche linfatiche dell'intestino dove scatena una risposta immunitaria specifica che protegge dall'infezione. I soggetti vaccinati non eliminano con le feci il virus patogeno, e la vaccinazione di massa con questo vaccino sta eradicando il virus della poliomielite.

Media

Le vaccinazioni.

Autodiagnosi

Risali alla possibile malattia partendo dai sintomi o, al contrario, scopri quali sintomi comporta una determinata patologia.

Vai alla sezione Autodiagnosi