Questo sito contribuisce alla audience di

leishmaniosi

gruppo di malattie infettive causate da protozoi del genere Leishmania, di cui le forme più importanti sono la leishmaniosi viscerale (o kala-azar), la leishmaniosi cutanea, la leishmaniosi mucocutanea e la leishmaniosi cutanea diffusa. Le leishmaniosi, presenti in tutti i continenti tranne che in Australia, ma più frequenti nelle zone tropicali, interessano i roditori e i cani, dai quali vengono trasmesse all'uomo mediante puntura di un vettore (pappataci o flebotomi). I microrganismi si replicano all'interno dei macrofagi, i quali innescano la risposta immunitaria responsabile dei sintomi clinici. Nella forma cutanea e mucocutanea si formano infiltrati caratteristici (bottone d'Oriente) che tendono a ulcerarsi. La forma viscerale presenta lesioni sistemiche diffuse con febbre, diarrea, tosse e sintomi legati alla compromissione di molti organi, tra cui epato-splenomegalia (anche cirrosi), pancitopenia, linfoadenopatie e possibilità di emorragie digestive. La diagnosi richiede biopsia o aspirato delle lesioni cutanee, del midollo osseo e dei linfonodi. La terapia si basa sulla somministrazione di preparati a base di sodio antimonio gluconato.

Media

I protozoi al microscopio.Esempio di lesione Leishmania.

Autodiagnosi

Risali alla possibile malattia partendo dai sintomi o, al contrario, scopri quali sintomi comporta una determinata patologia.

Vai alla sezione Autodiagnosi