Questo sito contribuisce alla audience di

china rossa

(Cinchona succirubra, famiglia Rubiacee), pianta di cui si usa in terapia la corteccia dei rami di esemplari vecchi di almeno 15-20 anni. Tale corteccia contiene chinina, chinidina, cinconina, cinconidina, chinotannici e altre sostanze alcaloidi. È un ottimo amaro, tonico generale, febbrifugo, antimalarico, astringente intestinale ed emostatico. Si utilizza nelle dispepsie atoniche gastrointestinali, nelle febbri e nelle metrorragie. La tintura madre è più attiva degli estratti acquosi, come il decotto, perché la maggior parte dei componenti non è solubile in acqua.

Autodiagnosi

Risali alla possibile malattia partendo dai sintomi o, al contrario, scopri quali sintomi comporta una determinata patologia.

Vai alla sezione Autodiagnosi