Questo sito contribuisce alla audience di

fotosensibilizzanti

sostanze che, applicate sulla cute o introdotte nell'organismo per via sistemica, sono in grado di provocare una reazione cutanea in presenza di radiazioni solari in quantitĂ  tale che normalmente sarebbero insufficienti a causarla. Le reazioni cutanee si manifestano con eruzioni eritematose o papulo-vescicolose, orticarioidi o eczematose; tali lesioni possono diffondersi anche alle zone non esposte alla luce solare. Le sostanze in causa sono svariate: sostanze chimiche, tra cui farmaci (sulfamidici, tetracicline, estrogeni); sostanze vegetali (furocumarine e angelicine, presenti in molte piante erbacee, ma anche in vegetali di uso domestico come prezzemolo, sedano, insalata, finocchi, limoni, fichi e numerosi fiori. Le furocumarine, inoltre, sono presenti nell'essenza di bergamotto, contenuta in molti profumi).

Autodiagnosi

Risali alla possibile malattia partendo dai sintomi o, al contrario, scopri quali sintomi comporta una determinata patologia.

Vai alla sezione Autodiagnosi