Questo sito contribuisce alla audience di

idroterapìa

branca della fisioterapia che studia le proprietà fisiche dell'acqua comune (temperatura, stato, pressione) e le sue modalità d'impiego a scopo terapeutico. I metodi di applicazione sono vari: bagni, docce, spugnature, frizioni, impacchi, semicupi, pediluvi. Componente fondamentale dell'idroterapìa è il bagno, di cui si sfruttano soprattutto gli effetti termici. Così con un bagno caldo (35-45 °C) si attivano il metabolismo, la sudorazione, la respirazione e il circolo, e prolungandolo nel tempo si ha un successivo effetto rilassante e sedativo. Con un bagno freddo, invece, accanto a un'accelerazione del battito cardiaco, a una dilatazione cutanea e a un aumento della produzione di calore, si ha una tonificazione generale dell'organismo.

Autodiagnosi

Risali alla possibile malattia partendo dai sintomi o, al contrario, scopri quali sintomi comporta una determinata patologia.

Vai alla sezione Autodiagnosi