Questo sito contribuisce alla audience di

menta piperita

(Mentha piperita, famiglia Labiate), varietà coltivata di menta, probabile incrocio fra Mentha viridis e Mentha aquatica. Si usano in terapia le sommità raccolte all'inizio della fioritura, che contengono un olio essenziale composto da mentolo, mentone, varie sostanze fenoliche, flavonoidi e tannini. È un buon tonico generale, rinfrescante, digestivo, antispasmodico, balsamico ed espettorante, anestetico delle mucose e antisettico. Ha un uso terapeutico molto vasto; è indicata per dispepsie atoniche e fermentative (aerofagia, alito cattivo), nevrastenia, turbe biliari, catarro e bronchiti, nevralgie, vertigini. Si usano l'infuso o l'olio essenziale.

Media

Piante officinali: la menta piperita.

Autodiagnosi

Risali alla possibile malattia partendo dai sintomi o, al contrario, scopri quali sintomi comporta una determinata patologia.

Vai alla sezione Autodiagnosi