Questo sito contribuisce alla audience di

temperatura corpòrea

temperatura dell'organismo dipendente da un equilibrio fra la quantità di calore che viene prodotta in esso e la quantità che viene dispersa. La temperatura corpòrea del sangue, senza giungere tuttavia a un'assoluta uniformità. Si riscontra, infatti, un valore più elevato negli organi interni e particolarmente in quelli in cui la produzione di calore è maggiore (per esempio, nel fegato per ragioni metaboliche), minore negli organi e nei tessuti periferici che sono particolarmente adibiti alla dispersione del calore. La temperatura corpòrea media rettale è di 37,2 °C, quella ascellare di 36,9 °C, quella orale di 36,85 °C. Intorno a questi valori possono verificarsi delle oscillazioni nei diversi individui; è considerata patologica una temperatura corpòrea rettale superiore a 37,5 °C. Le variazioni giornaliere della temperatura corpòrea sono presumibilmente in rapporto con il ritmo dell'increzione ormonale, con le variazioni dello stato di attività, con l'ingestione di cibo ecc. (vedi anche termoregolazione).

Autodiagnosi

Risali alla possibile malattia partendo dai sintomi o, al contrario, scopri quali sintomi comporta una determinata patologia.

Vai alla sezione Autodiagnosi