Questo sito contribuisce alla audience di

condroma

tumore benigno, costituito da tessuto cartilagineo, che si sviluppa di solito nella cavità midollare delle ossa delle mani e dei piedi (diafisi delle falangi, metacarpi e metatarsi). Abbastanza frequente, colpisce prevalentemente soggetti in età adulta. Di solito non produce sintomi: la sua presenza assottiglia la parete ossea e la rende più fragile, per cui rende più facile la frattura dell'osso interessato, per un trauma. L'esame radiografico lo mette in evidenza come un'area rotondeggiante scura a margini netti, in cui l'osso è stato eroso. Si accresce molto lentamente. La terapia consiste nell'apertura chirurgica della zona di erosione ossea, nell'asportazione accurata del tessuto tumorale e, se la cavità residua è molto estesa, nell'introduzione in essa di frammenti ossei prelevati, in altra sede, dallo stesso paziente per favorire la saldatura della lesione.

Autodiagnosi

Risali alla possibile malattia partendo dai sintomi o, al contrario, scopri quali sintomi comporta una determinata patologia.

Vai alla sezione Autodiagnosi