Questo sito contribuisce alla audience di

Wilms, tumore di

tumore maligno del rene che si origina nel feto da cellule multipotenti, ed è quindi simile a un teratoma. Per incidenza è secondo solo al neuroblastoma; colpisce i bambini con un picco di maggiore frequenza tra il primo e il terzo anno di vita. Il segno clinico principale, spesso unico, è costituito dalla presenza di una massa addominale. A volte si presentano: ematuria, febbricola, anemia, decadimento generale, disappetenza, ipertensione, raramente dolore addominale. Le metastasi a distanza colpiscono polmoni, ossa, fegato e cervello; frequente l'interessamento per contiguità delle ghiandole surrenali. La terapia comporta, quando possibile, la nefrectomia: più piccolo è il bambino e più facilmente l'asportazione del tumore è radicale; in questi casi la guarigione è superiore all'80%. Se la massa tumorale ha già invaso i tessuti vicini o sono presenti metastasi, si esegue la radioterapia; la chemioterapia con actinomicina D, vincristina, adriamicina, ciclofosfamide e cisplatino va eseguita in ogni caso, per prevenire le metastasi.

Autodiagnosi

Risali alla possibile malattia partendo dai sintomi o, al contrario, scopri quali sintomi comporta una determinata patologia.

Vai alla sezione Autodiagnosi