Questo sito contribuisce alla audience di

autismo infantile

psicosi che compare nei primi due anni di vita, caratterizzata da isolamento dalla realtà, con conseguente impossibilità di imparare, e assenza o grave alterazione del linguaggio. È una malattia presente in tutto il mondo e in tutte le classi sociali, anche se si riscontra più spesso nelle popolazioni delle grandi città industrializzate con un'incidenza di 4-5 casi ogni 10 000 nati. Si può quindi dire che è molto rara. In genere i bambini autistici non presentano lesioni organiche evidenti, anche se a volte un soggetto colpito da deficit neurologico organico può sviluppare questa malattia. I bambini autistici hanno un comportamento "tranquillo", non sorridono, non vocalizzano quando la madre parla e sorride loro, non concentrano lo sguardo. Si muovono ininterrottamente con grande agilità, ripetendo spesso lo stesso movimento; accusano disturbi del ritmo sonno-veglia, e difficoltà al divezzamento. Durante il secondo anno non compare il linguaggio o, se c'è, è di tipo ecolalico (ripetizione delle parole udite). I tipi di psicoterapia sono vari, ma tutti richiedono tempo e costanza per arrivare a risultati positivi. La terapia farmacologica con fluoxetina ha dato risultati incoraggianti.

Autodiagnosi

Risali alla possibile malattia partendo dai sintomi o, al contrario, scopri quali sintomi comporta una determinata patologia.

Vai alla sezione Autodiagnosi