Questo sito contribuisce alla audience di

Lo sviluppo staturo-ponderale

Il peso medio dei neonati si aggira sui 3250 g, ma nei nati a termine si considerano fisiologici valori compresi tra 2500 e 4000 g; dopo i primi giorni di vita in cui si assiste al calo fisiologico (che non deve superare il 10% del peso alla nascita), il neonato cresce mediamente di 100-200 g alla settimana, raddoppia il peso che aveva alla nascita verso il 5°-6° mese e lo triplica all'anno.

Da questo momento in poi l'incremento ponderale si riduce e, nonostante il pediatra abbia a disposizione delle curve di crescita di una popolazione di riferimento con cui confrontare esattamente il peso del bambino, per avere un'idea approssimativa si può applicare la formula: (2x anni del bambino) + 8 = peso teorico che dovrebbe avere a quell'età; in realtà questo valore rappresenta il peso che possiede circa il 50% della popolazione, ma si considerano normali i pesi compresi tra il 10° e il 90° percentile.

Per quanto riguarda l'accrescimento staturale, alla nascita la lunghezza media è di 51 cm, nel 1° anno si ha un incremento di circa 20 cm e nel 2° anno di 10 cm; al 4° anno mediamente si raddoppia la statura della nascita e a 13 anni si triplica; analogamente al peso esistono delle curve di popolazione per la statura e la regola pratica per calcolarla è: (5x anni )+ 80 = statura teorica.

Media

Peso e altezza rilevati nell'età dello sviluppo.

ABC della Salute

Mantenere un'alimentazione sana ed equilibrata, prevenire disturbi fisici e mentali, avere rispetto di ciò che consumiamo, informarci sulle norme di conservazione e di preparazione degli alimenti, ascoltare il nostro corpo, con le sue esigenze e le sue intolleranze. Ma non solo. Vaccinazioni, sonno ed esercizio fisico.

Ecco come nutrirsi bene per vivere meglio. 

Vai alla sezione ABC della salute