Questo sito contribuisce alla audience di

Esami diagnostici delle urine

È possibile dover eseguire test diagnostici delle urine. Occorre allora raccogliere correttamente il campione per evitare di alterarne gli esiti.

Esame delle urine fresche
Fornisce informazioni sulle caratteristiche fisiche, chimiche e microscopiche delle urine.
Modalità di prelievo:

- prelevare le prime urine della mattinata; dopo un'accurata igiene dei genitali, raccogliere circa 200 ml di urina in apposito contenitore, possibilmente monouso, secondo le indicazioni del laboratorio diagnostico.

Urocultura
Si tratta di un esame microbiologico, e viene effettuato qualora si sospetti la presenza di batteri patogeni nelle vie urinarie. Permette di identificare il germe patogeno, misurarne la quantità, eseguire l'antibiogramma.
Modalità di prelievo:

- raccogliere le urine della prima minzione del mattino (o almeno dopo 3 ore dall'ultima minzione) procedendo come segue:

- lavare accuratamente le mani con acqua e sapone;

- pulire accuratamente e ripetutamente i genitali esterni con acqua e sapone neutro (nel maschio: dopo aver retratto completamente la cute del glande; nella donna: tenendo distanziate le grandi labbra con la mano, pulire con l'altra dall'avanti all'indietro);

- risciacquare con acqua corrente;

- urinare (nella donna tenendo divaricate le grandi labbra) scartando il primo getto (circa 200 ml) e, senza interrompere la minzione, raccogliere direttamente nel contenitore l'urina intermedia;

- riempire non oltre la metà il contenitore avendo l'avvertenza di non contaminare con le mani o i genitali i bordi o l'interno;

- richiudere il contenitore.

Test rapido con striscia reattiva
Si esegue utilizzando strisce reattive universali che consentono la misurazione di nitriti, valore del pH, albumina, glucosio, corpi chetonici, urobilinogeno, bilirubina, sangue.
Modalità di esecuzione:

- raccogliere un campione consistente di urine (talvolta sono necessarie quelle dell'intera giornata) e rimescolarlo;

- immergervi quindi lo stick lasciandolo per il tempo indicato;

- far passare il tempo di reazione indicato per ciascun parametro e rilevare il dato.

Questo test viene spesso eseguito periodicamente a casa per tenere sotto controllo parametri ritenuti a rischio. Qualora vengano rilevate misurazioni critiche avvertire il medico.

Autodiagnosi

Risali alla possibile malattia partendo dai sintomi o, al contrario, scopri quali sintomi comporta una determinata patologia

Vai alla sezione Autodiagnosi