Questo sito contribuisce alla audience di

Donald Trump: tutto sull'insediamento del 45esimo Presidente degli USA

E’ Washington la città che, storicamente, ospita la cerimonia di insediamento del nuovo Presidente degli Stati Uniti d’America. La capitale degli Stati Uniti è pronta ad accogliere Donald Trump: il 45esimo presidente degli USA è pronto a giurare fedeltà alla nazione il 20 gennaio, giorno storicamente legato all’Inauguration Day.

Washington è una città blindata ma ai piedi di Capitol Hill sono attese 900mila persone, nonché molte proteste, compresa la marcia femminista in programma per il giorno successivo alla cerimonia dell’insediamento.

Ma come si svolge l’insediamento del nuovo Presidente degli Stati Uniti d’America? Ripercorriamo il percorso, passo dopo passo.

19 Gennaio

Prima dell’Inaguration Day
Le procedure per l’insediamento cominciano il giorno precedente all’Inauguration Day: il 19 gennaio, infatti, il presidente eletto è giunto in città e ha partecipato, insieme a Mike Pence, suo vice, al primo evento delle celebrazioni, deponendo una corona di fiori presso il cimitero monumentale di Arlington in onore dei reduci.

L'omaggio è stato seguito da un evento di benvenuto dal titolo "Make American Great Again!", tenuto al Lincoln Memorial insieme ad un concerto.

La notte prima del giuramento
Come da tradizione, il neoeletto Presidente degli Stati Uniti Donald Trump, trascorre la notte prima del giuramento previsto per il 20 gennaio, alla Blair House, la residenza ufficiale in cui vengono generalmente ospitate le delegazioni straniere in visita negli USA.

20 Gennaio

La mattina dell’Inauguration day
Prima della cerimonia ufficiale, alle ore 9.30 (ora locale, 15.30 ora italiana) la famiglia Trump prenderà un tè con Barack e Michelle Obama, il presidente uscente e la ex first lady. Donald Trump si recherà dunque a Capitol Hill, dove il neo-presidente è atteso per le 11.30 (ora locale, 17.30 ora italiana).

Il giuramento del nuovo Presidente degli Stati Uniti d’America
Il momento del giuramento è fissato alle 12 (ora locale, 18 ora italiana): Donald Trump giurerà fedeltà alla nazione davanti al presidente della Corte Suprema John Roberts. Prima di lui, pronuncerà il giuramento il vice Mike Pence. Trump poserà la sua mano, come da tradizione, sulla Bibbia di Abramo Lincoln e su quella che gli donò sua madre nel 1955 quando frequentava la scuola domenicale. A seguire Trump pronuncerà il suo discorso inaugurale.

La parata inaugurale
La parata inaugurale avrà luogo alle 15 (ora locale, 21-23 ora italiana): si partirà dal Capitol per poi proseguire per Pennsylvania Avenue, fino a giungere alla Casa Bianca. Verranno percorsi 2,4 km e durerà circa due ore: sarà la più corta della storia.

I balli inaugurali ufficiali
Dalle 19 alle 23 (ora locale, mezzanotte - 5 del mattino ora italiana) Trump, Pence e le rispettive consorti parteciperanno a 3 balli inaugurali ufficiali, indetti per l'occasione.

21 gennaio

La cerimonia di preghiera
Il giorno dopo la cerimonia dell’insediamento, sabato 21 gennaio, ore 10 (ora locale, 16 ora italiana) Trump e Pence partecipano alla cerimonia di preghiera interreligiosa alla Washington National Cathedral, evento che conclude le cerimonie ufficiali.

Il costo dell’evento
La cerimonia costerà circa 200 milioni di dollari, sarà la più costosa della storia degli Stati Uniti: 100 milioni sono stati stanziati per l'evento, mentre altri 100 saranno necessari per gli agenti incaricati dal governo federale di predisporre le misure di sicurezza necessarie a garantire il sereno svolgimento della giornata. Sono attese proteste pubbliche durante l'evento, dato che Donald Trump sale alla Casa Bianca come il presidente americano meno amato degli ultimi 40 anni.

Foto Olycom

20/01/2017