Questo sito contribuisce alla audience di

Politica: ecco i nuovi ministri del governo Gentiloni

Dopo la crisi, il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha incaricato l'ex ministro degli esteri di formare un nuovo governo. Paolo Gentiloni è il nuovo presidente del Consiglio italiano. Dopo la crisi di governo aperta con le dimissioni di Matteo Renzi all'indomani della vittoria del "No" al referendum del 4 dicembre, il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha incaricato l'ex ministro degli affari esteri di formare un nuovo governo. La principale missione di questo esecutivo sarà creare una nuova legge elettorale per portare gli italiani di nuovo alle urne.

La nuova squadra di governo: le novità.
Gentiloni è stato accusato di aver creato un "governo fotocopia". I ministeri italiani infatti vedono qualche cambio di ruolo e tante riconferme. Cambio di ministero per Angelino Alfano che, dagli Interni, passa al ministero degli Esteri, prendendo il posto del neo-premier Gentiloni. A sostituire Alfano al ministero dell'Interno sarà Marco Minniti che, nel governo Renzi era sottosegretario alla Presidenza del consiglio con delega alle Informazioni per la Sicurezza. Maria Elena Boschi, co-autrice della riforma costituzionale bocciata con il referendum del 4 dicembre scorso, sarà sottosegretario alla presidenza del Consiglio. Lascerà dunque il ministero delle Riforme Costituzionali. Al ministero dell'Istruzione, Università e Ricerca ci sarà Valeria Fedeli, vicepresidente del Senato, che prenderà il posto di Stefania Giannini. Nella nuova squadra di governo ci sarà Luca Lotti, fedelissimo di Renzi, a cui verrà affidato il ministero dello Sport. Anna Finocchiaro sarà ministro senza portafoglio, incaricata dei Rapporti con il Parlamento. Claudio De Vincenti sarà ministro della Coesione Territoriale e del Mezzogiorno, dopo esser stato sottosegretario alla presidenza del Consiglio nel governo precedente.

La nuova squadra di governo: le conferme.
Tra i riconfermati ai propri ministeri c'è Andrea Orlando al ministero della Giustizia, Roberta Pinotti al ministero della Difesa, Pier Carlo Padoan rimane ministro dell'Economia, Carlo Calenda al ministero dello Sviluppo Economico, Giuliano Poletti al ministero del Lavoro, Maurizio Martina alle Politiche Agricole, Gianluca Galletti all'Ambiente, Marianna Madia alla Semplificazione e Pubblica Amministrazione, Enrico Costa al ministero per gli Affari Regionali e le Autonomie, Graziano Delrio resta al ministero delle Infrastrutture, Dario Franceschini alla Cultura. Anche Beatrice Lorenzin non cambia poltrona, rimanendo ben ancorata al ministero della Salute.

Il nuovo presidente del Consiglio e i suoi ministri hanno giurato davanti al presidente della Repubblica al Quirinale alle 20 di lunedì 12 dicembre 2016, due ore dopo aver sciolto la riserva sulla rosa dei nomi per la squadra di governo. Nella mattina del 13 dicembre chiederanno invece la fiducia del Parlamento per iniziare il proprio lavoro.

Al fianco di Paolo Gentiloni ci sarà la moglie Emanuela Mauro. Architetto, ex scout e donna discreta, ha sposato il neo-premier nel 1988. Insieme amano fare lunghe passeggiate in montagna

13/12/2016