Questo sito contribuisce alla audience di

Filosofi all'università: gli incontri allo Iulm

Quali sono gli strumenti necessari per interpretare la società contemporanea? L'Università Iulm ha deciso di affidare questo compito a filosofia, sociologia e psicanalisi. Per questo ha organizzato tre incontri aperti al pubblico sul tema "Vivere nell'incertezza", un laboratorio in cui si raccoglieranno idee e riflessioni sulla società contemporanea e le sue contraddizioni. A condurlo, Mauro Ceruti, Professore ordinario di Logica e Filosofia della Scienza e Direttore del Dipartimento di Studi classici, umanistici e geografici.

Dal 29 marzo presso l'Auditorium dello Iulm Umberto Galimberti, Vito Mancuso e Massimo Recalcati cercheranno di sciogliere alcuni interrogativi che condizionano la nostra esistenza.

Il primo a salire in cattedra con la lectio magistralis "L'uomo nell'età della tecnica" sarà Umberto Galimberti, filosofo, sociologo e giornalista. Galimberti è anche autore di numerosi libri tradotti in tutto il mondo: "La terra senza il male. Jung dall’inconscio al simbolo" (Feltrinelli, 1984), "Il tramonto dell’Occidente" (Feltrinelli, 2005), "I miti del nostro tempo" (Feltrinelli, 2009). L'incontro si terrà il 29 marzo alle ore 17.30.

Mercoledì 5 aprile il teologo laico e scrittore Vito Mancuso intratterrà un dialogo col curatore dell'iniziativa sul tema della "Dotta ignoranza". Chiuderà il ciclo di incontri il saggista e psicoanalista Massimo Recalcati, che terrà una conferenza sul tema "Al di là del sacrificio".

"Viviamo in un’epoca segnata dall’incertezza, - scrive Mauro Ceruti, Professore ordinario di Logica e Filosofia della Scienza e Direttore del Dipartimento di Studi classici, umanistici e geografici - La modernità non sembra aver realizzato le promesse di una vita migliore, più libera, più armonica. L’idea di progresso, come legge ineluttabile, sta mostrando la sua fragilità: diventa più problematico delineare gli orizzonti verso i quali stiamo andando. Viviamo una condizione inquieta: la perdita di un futuro garantito può lasciare certo disorientati. Ma il disorientamento può diventare preludio di una nuova consapevolezza".

Tutti gli incontri si svolgeranno presso l’Auditorium dello IULM Open Space (IULM 6) in Via Carlo Bo 7, dalle ore 17.30. L’ingresso è libero, ma è necessario registrarsi online. Qui il programma completo.

27/03/2017