Questo sito contribuisce alla audience di

Festival di Sanremo: origine ed evoluzione di una gara canora tra musica e costume

Un evento a metà tra spettacolo e fenomeno di costume, il Festival di Sanremo è un appuntamento irrinunciabile che, anno dopo anno, riesce a tenere incollati allo schermo milioni di telespettatori.

Il Festival della Canzone Italiana vanta una lunga storia di successi più o meno duraturi, meteore musicali, immancabili polemiche e sparuti fatti di cronaca che, inutile dirlo, fanno discutere gente comune, critici televisivi ed esperti musicali.

Giunto alla sua 63esima edizione, il Festival di Sanremo, camaleontico prodotto televisivo, ha cambiato la sua fisionomia seguendo tendenze e mode proprie di un'Italia in costante cambiamento, raccogliendo spunti culturali e sociali capaci di riflettersi su allestimenti scenografici, sonorità e scelte artistiche proposte.

Nel corso della sua storia il Festival ha visto alternarsi sul palco numerosi presentatori e altrettanti vincitori, in una carrellata annuale di personalità più o meno note che, grazie al potere di parole e melodia, hanno aspirato ad entrare nell'olimpo della musica italiana.

Ma quando nasce il Festival di Sanremo? Se, storicamente, la prima edizione del Festival vide la luce nel 1951, è tuttavia importante ricordare che tale evento trova il suo illustre antenato nel Festival Canoro Nazionale: una gara canora che, nel 1948, venne organizzata presso La Capannina, storico locale della Versilia.

Durato solo due anni, il Festival Canoro Nazionale ebbe però il potere di ispirare Angelo Nicola Amato, direttore delle manifestazioni presso il Casinò di Sanremo, e Angelo Nizza, ideatore del celebre programma radiofonico 'I quattro moschettieri'. I due proposero l'idea di un festival nazionale di musica italiana all'EIAR che, redatto un regolamento, si impegnò nella diffusione radiofonica della gara canora in tutta Italia.

Correva l'anno 1951 e come location della kermesse fu scelto il teatro del Casinò, location che rimase tale fino al 1976 quando il festival fu poi spostato all’ancora oggi utilizzato Teatro Ariston, sempre a Sanremo.

La prima edizione del festival vide gareggiare solo tre interpreti, tra i quali trionfò Nilla Pizzi con 'Grazie dei fiori'. Con le successive edizioni il Festival ingrandì le file degli interpreti, fino a diventare la kermesse che tutti noi conosciamo oggi: uno scontro tra big della musica italiana, una vetrina per le giovani promesse del panorama musicale nostrano e un illustre palcoscenico per i grandi ospiti italiani e internazionali.