Questo sito contribuisce alla audience di

Scoperto Kepler 452b, il pianeta cugino della Terra

Esiste un’altra Terra, che orbita attorno a un proprio Sole. E non è escluso che lì potrebbe esserci altra vita. Si chiama Kepler-452b ed è il più piccolo pianeta mai trovato che si trovi in prossimità della zona abitabile in orbita attorno a una stella di tipoG2, come il nostro Sole. È la sensazionale scoperta della sonda Keplero, che opera dal 9 marzo 2009 con la missione di trovare i pianeti più simili alla Terra (esopianeti) nella regione della Via Lattea più vicini a noi (tra le costellazioni del Cigno e della Lira). Ecco perché tutti gli esopianeti finora scoperti portano il nome Kepler.

Le altre “Terre”
Kepler – 452b non è un caso isolato. In realtà si tratta di uno dei cugini del nostro pianeta che è stato trovato insieme ad altri candidati a essere nella zona abitabile. Vediamo quali.

Nel 2014 è stato scoperto il pianeta Kepler 186F, più grande del 10% rispetto al nostro Pianeta e abitabile grazie alla presenza della sua stella. Anche se la sua orbita dura 130 giorni intorno a una stella nana rossa, molto più fredda del nostro Sole e solo metà della sua dimensione.
Nello stesso anno la NASA annuncia la scoperta di Kepler-62 f, pianeta extrasolare più grande del 40% rispetto al nostro Pianeta, ma con un’orbita di 267 giorni. Anche questo pianeta ha una stella più piccola e meno calda del sole.
Nell’aprile del 2013 è la volta di Kepler-69c, un’altra Terra del 70% più grande del nostro pianeta. Ma questa grandezza per gli astronomi non è una buona notizia: essendo troppo grande questo pianeta non ha molte possibilità di ospitare la vita.
Infine nel 2009, all’inizio delle esplorazioni di Kepler, è stato scoperto Kepler22b, considerato all’epoca come il pianeta più simile alla Terra anche se è circa 2 volte e mezzo il nostro pianeta. Non si sa se sia presente della roccia o se sia allo stato gassoso o liquidi.

Come è fatto Kepler 452b?
Secondo le misurazioni della Nasa è più grande del 60% rispetto alla Terra, ha un anno lungo quasi quanto quello terrestre (385 giorni), forza di gravità, temperatura, clima e terreno favorevoli alla presenza di acqua. Si trova nella costellazione del Cigno (a 1.400 anni luce di distanza) e si ipotizza con buona probabilità che sia roccioso. La stella attorno alla quale orbita Kepler-452b ha un’età di 6 miliardi di anni. "Tra i candidati pianeti transitanti individuati dall’ultima analisi dei dati della missione, Kepler-452b non si trova solamente alla distanza giusta, ma è stato finalmente individuato attorno a una stella davvero vicina come caratteristiche al nostro Sole“, ha commentato Alessandro Sozzetti, ricercatore dell’Inaf-Osservatorio astronomico di Torino.

Foto @ www.mirror.co.uk

 

24/07/2015