Questo sito contribuisce alla audience di

Eclissi lunare: occhi puntati al cielo per ammirare la luna rossa

La natura può essere terribile in quanto alla violenza con la quale a volte si manifesta, ma altrettanto meravigliosa quando ci offre spettacoli talmente intensi da lasciarci letteralmente a bocca aperta. E' il caso dell'eclissi di Luna, fenomeno celeste che, nonstante non sia troppo raro, riesce ugualmente ad affascinare da millenni l’umanità.

Gli appassionati di astronomia saranno quindi tutti con gli occhi al cielo la serate del 15 giugno, giornata in cui, dopo ben quattro anni dalla precedente, si potrà ammirare una nuova eclissi totale di Luna: un momento durante il quale gli italiani si ritroveranno di fronte una grande Luna rossa, colorazione che il nostro satellite assumerà grazie all’ombra che il nostro pianeta vi proietterà sopra. Quella a cui assisteremo sarà una delle più lunghe eclissi degli ultimi quindici anni: durando oltre cento minuti, la Luna si metterà in mostra a lungo, consentendo ad appassionati o semplici curiosi la possibilità di farsi ammirare.  

Ma qual è il motivo che porta la luna ad oscurarsi? Fenomeno celeste tra i più affascinanti e tra i più osservati nel corso della storia, l'eclissi di Luna è il risultato di un effetto ottico che avviene quando il Sole e la Terra sono allineati tra loro, coincidenza alla quale si aggiunge la favorevole posizione del nostro satellite, posizionato parzialmente o completamente nel suddetto cono d’ombra. 

Se poi, come nel caso odierno, la Luna si trova completamente nel suddetto cono d’ombra, dalla Terra assisteremo a un’eclissi totale.

Resta quindi da spiegare il motivo per il quale, nonostante si trovi completamente in ombra, la Luna arrivi ad assumere la famosa colorazione rossastra di cui abbiamo parlato più sopra. In effetti il buio causato dalla frapposizione della Terra tra il Sole e il nostro satellite deve fare i conti con l'azione della rifrazione ottica dei raggi solari da parte dell'atmosfera terrestre.

Un fenomeno, quello dell’eclissi, che potrà essere gustato in tutta calma: per sua intrinseca natura, infatti, si tratta di un evento lento e, per questo motivo, molto suggestivo. La Luna, infatti, entrerà molto lentamente nel cono d'ombra della Terra e, altrettanto lentamente, ne uscirà.  Come detto sopra ci vorranno circa 100 minuti affinché il processo dell'eclissi giunga al termine, e la Luna riacquisti il colore al quale siamo abituati.

Quindi non resta che sintonizzare gli orologi e alzare gli occhi al cielo a partire dalle 20,30 del 15 giugno, orario in cui il fenomeno dell’eclissi comincerà a manifestarsi nei nostri cieli.

15/06/2011

Leggi anche...

Scopri le risorse di Sapere.it!

Enciclopedia: dall'esperienza De Agostini oltre 185.000 lemmi per soddisfare la tua voglia di conoscenza.
Dizionari: per trovare la definizione di una parola o per tradurla in nove lingue diverse.
Medicina e salute: una sezione dedicata al benessere ed alla cura del corpo.
Sicuro di Sapere: idee, spunti,e utili strumenti per allenare la tua conoscenza... divertendoti!
Quiz: per mettere alla prova la tua conoscenza, sfidare gli altri utenti e raggiungere la prima posizione della classifica
Pillole di Sapere: approfondimenti e news per essere sempre sulla notizia.