Questo sito contribuisce alla audience di

Facebook: la visibilità degli aggiornamenti è tutta questione di EdgeRank

Solitamente, tra conoscenti e amici, su Facebook ognuno di noi può vantare diverse connessioni che, non di rado, raggiungono il centinaio.

E perché, quindi, sulla bacheca compaiono gli aggiornamenti dei soliti friends?

Una domanda, questa, che si è posto anche Tom Weber, esperto del settore sul sito DailyBeast, che ha quindi colto la palla al balzo per capire in che modo Facebook decida quali notizie dei nostri amici pubblicare sulla nostra homepage.

Il tutto è avvenuto tramite un esperimento che ha visto la collaborazione volontaria di Filippo Simonetti, collaboratore del sito, il quale ha deciso di farsi monitorare all'indomani della sua iscrizione su Facebook.

Così come la ‘cavia’, anche i friends di Filippo erano volontari e, di tutti coloro che hanno preso parte all’esperimento è stata analizzata pagina, status pubblicati e feed che finivano in homepage.

Dall'esperimento in questione sono emerse diverse particolarità. In primo luogo Facebook sembra non 'fidarsi' dei nuovi iscritti: benché il loro status sia costantemente aggiornato, questo non compare, infatti, nella homepage degli amici.

Il neofita Filippo che, quindi, appariva praticamente escluso dalla rete di Facebook, risultava necessario scalare la gerarchia sociale. Ma come fare? Gli esperti di DailyBeast hanno notato che questo avviene, molto semplicemente, attraverso l'interazione.

Durante la seconda fase dell'esperimento, infatti, sono stati creati, tra gli amici della ‘cavia’, piccoli gruppi il cui scopo era quello di interagire con lui sul famoso social network.
Solo a questo punto, quindi, Filippo è comparso sulla homepage degli amici.

Facebook, quindi, per evitare che i propri utenti si annoino e di disconnettano dal sito crea una sorta di classifica interna che va individuare, per ogni utente, un gruppo di persone col le quali interagisce maggiormente.

A questo punto l'utente vedrà apparire, nelle notizie più recenti della homepage, proprio gli aggiornamenti di quel gruppo di persone che, secondo il social network, rappresenta i legami più forti del sopracitato utente.

In particolare, detto con il linguaggio informatico, si tratta di una questione di EdgeRank. L’EdgeRank è quell'algoritmo che assegna un determinato punteggio ad ogni notizia pubblicata dagli utenti su Facebook.

Il punteggio si crea a partire dai i cosiddetti 'like', i Tag, i messaggi privati e anche le conversazioni nella piccola chat del social Network.

Si tratta, quindi, di un metodo che incentiva e privilegia l'interazione: che senso avrebbe, infatti, avere Facebook se nessuno si accorge i nostri aggiornamenti di status o dei link che postiamo sulla bacheca?

Insomma, per essere popolari su Facebook la cosa importante è interagire il più possibile.

13/01/2011