Questo sito contribuisce alla audience di

E-gov 2012: il progetto che porta il wi-fi gratuito nelle scuole

Realtà concreta già in molti paesi, il wi-fi gratuito nelle scuole finalmente arriva anche in Italia. A dirlo è il Ministro dell'Istruzione Mariastella Gelmini che, insieme a Renato Brunetta, Ministro della Pubblica Amministrazione, ha presentato il progetto E-Gov 2012: un progetto grazie al quale le scuole italiane avranno la possibilità di usufruire gratuitamente della tecnologia wi-fi all’interno dei propri edifici.

Un deciso passo avanti verso il tanto atteso processo di informatizzazione delle strutture pubbliche italiane, processo attraverso il quale si tenterà di svecchiare processi e attività allineandosi così al livello ormai avanzato raggiunto dagli altri stati europei.

Il progetto, il cui budget si aggira per questo primo anno intorno ai cinque milioni di euro (a cui si aggiungeranno altri cinque milioni il prossimo), prenderà avvio il prossimo 9 maggio 2011, al fine di fornire gli oltre 40.000 edifici scolastici sparsi per la penisola italiana della tecnologia adatta a collegarsi al web senza fili. L'operazione che, hanno affermato i ministri, verrà portata a termine entro il 2012.

Il progetto decisamente importante, oltre che ambizioso: come già denunciato da Agenda Digitale, infatti, l'informatizzazione in Italia è decisamente carente, soprattutto nell'ambito della pubblica amministrazione e delle infrastrutture.

Bisogna tuttavia affermare che il wi-fi gratuito nelle scuole italiane segue una tendenza non nuova alla scuola italiana, una tendenza nata con l'intento di informatizzare ogni aspetto della scolastica: una manovra della quale avevamo già avuto sentore nel momento in cui era stata annunciata l'introduzione della pagella elettronica.

Ma a cosa servirà, in concreto, il wi-fi nelle scuole? Nonostante la diffusa credenza che vede nel web un mero mezzo di intrattenimento e svago, la rete può altresì essere veicolo di educazione e didattica. Attraverso siti dedicati gli studenti potranno infatti usufruire, all'interno delle mura scolastiche, di tutti quegli strumenti didattici atti a facilitare lo studio individuale e di gruppo.

Sarà lo stesso Ministero dell'Istruzione a mettere a disposizione tali elementi di condivisione: è infatti già online InnovaScuola, il portale creato dal Dipartimento per la digitalizzazione della Pubblica Amministrazione e innovazione tecnologica.

05/05/2011

Leggi anche...

Scopri le risorse di Sapere.it!

Enciclopedia: dall'esperienza De Agostini oltre 185.000 lemmi per soddisfare la tua voglia di conoscenza.
Dizionari: per trovare la definizione di una parola o per tradurla in nove lingue diverse.
Medicina e salute: una sezione dedicata al benessere ed alla cura del corpo.
Sicuro di Sapere: idee, spunti,e utili strumenti per allenare la tua conoscenza... divertendoti!
Quiz: per mettere alla prova la tua conoscenza, sfidare gli altri utenti e raggiungere la prima posizione della classifica
Pillole di Sapere: approfondimenti e news per essere sempre sulla notizia.