Questo sito contribuisce alla audience di

Riforma della scuola: il liceo musicale e coreutico

La scuola sta cambiando e con lei anche gli indirizzi di studio proposti per i ragazzi e le ragazze che si apprestano ad iscriversi alla scuola superiore.

Questo accade a seguito della recente riforma della scuola secondaria, le cui novità, in termini di riorganizzazione degli istituti scolastici, sono molte. Tra i punti di interesse ritroviamo senz'altro le novità relative alla nuova strutturazione e organizzazione dei licei.

In effetti, oltre alle tipologie liceali preeistenti, la Riforma Gelmini ha introdotto nuovi indirizzi di studio che vanno ad approfondire tematiche prima marginali o addirittura inesistenti nell'ambito della scuola superiore. Ecco che, quindi, fanno il loro ingresso nel panorama scolastico italiano, anche il Liceo delle Scienze Umane e il Liceo Musicale e Coreutico.

A destare maggiormente curiosità è sicuramente quest'utlimo, il cui obiettivo è quello di far apprendere agli studenti iscritti le tecniche, teorie e praticità proprie del mondo della musica e della danza, ambiti che hanno sempre avuto un ruolo attivo nella storia della cultura italiana ed internazionale.

Si tratta sicuramente di un indirizzo di studi che risponde alle esigenze di una nutrita fetta di studenti, soprattutto per quel che riguarda lo studio della musica. Al termine delle scuole medie, infatti, dove è prevista la presenza di un percorso musicale pratico e teorico, lo studio della musica viene completamente abbandonato.

Conseguentemente coloro che vogliono continuare a studiare musica, devono necessariamente affidarsi a lezioni private o tentare l'iscrizione al conservatorio, con l'aspetto negativo di dover seguire parallelamente due corsi di studi, quello 'istituzionale' proprio scuola superiore, e quello musicale.

Un problema che appare ovviato dall'introduzione del liceo musicale tra gli indirizzi di studio offerti dalla scuola superiore, i cui curricula sono capaci di offrire una preparazione musicale approfondita senza però accantonare la solida formazione che solo un liceo sa dare.

Il Liceo Musicale e Coreutico, diviso per l'appunto in classi dedicate alla musica e alla danza, avrà una durata di cinque anni e, a parità degli altri licei, permetterà l'iscrizione alle facoltà universitarie.

Vista la specificità delle materie e sorpattutto il numero ancora esiguo di istituti di tal sorta, l'iscrizione è a numero chiuso: l'ammissione, quindi, avviene a partire da un test durante il quale gli studenti interessati a frequentare la scuola dovranno dimostrare di avere basi di cultura musicale e coreutica.

Una volta entrati nella scuola, oltre alle materie tipiche del liceo, gli studenti si troveranno alle prese con quelle caratterizzanti e propedeutiche dell'indirizzo di studi intrapreso. Fanno quindi il loro debutto scolastico materie come storia della musica, informatica musicale, teoria e solfeggio o armonia e analisi oltre, ovviamente, ai laboratori pratici di musica.

02/03/2011

Leggi anche...

Gioca ai quiz di Sapere.it!

Scala la classifica e raggiungi la prima posizione!