Questo sito contribuisce alla audience di

Perché è pericoloso allevare animali selvatici?

L'uomo è da sempre incuriosito dall'idea di condividere la propria vita con altri esseri viventi anche se talvolta questo desiderio può rivelarsi davvero azzardato.
Non tutte le specie animali possono adattarsi alla vita domestica infatti
nonostante alcune persone scelgano animali da compagnia davvero insoliti, ospitandoli nel proprio giardino o nel salotto di casa come si fa con cani e gatti.

Chi alleva rettili, scimmie o grossi felini, spesso ama sfidare il senso del pericolo: vivere a stretto contatto con animali selvatici, che dovrebbero rimanere in natura, significa esporsi a rischi enormi.
Animali che vivono in cattività, che non hanno a disposizione spazi adeguati e una struttura sociale, possono manifestare nei confronti dell'uomo dei comportamenti estremamente aggressivi e imprevedibili.
Ciò non significa che essi abbiano un'indole crudele ma spesso sono vittime di comportamenti sbagliati, dettati dal desiderio egoistico di piegare la natura alle esigenze emotive dell'uomo.

Far crescere un grosso felino in ambiente domestico è una vera e propria impresa: quando la fame e la costrizione prendono il sopravvento, l'uomo non ha più nessun potere di fronte ad un felino mastodontico.
I rettili sono creature dal fascino antico, ma sono anche acuti predatori. Hanno una sorprendente velocità di attacco e a volte un morso inaspettato può rivelarsi letale.
Il veleno non è l'unico fattore di pericolo legato ai serpenti: alcuni di essi, come i pitoni o i boa, sono costrittori, hanno cioè una forza sorprendente e sono capaci di soffocare un uomo.

In Italia è illegale tenere serpenti velenosi senza adeguati permessi.
Tutti gli animali che si comprano e che si vendono, esclusi cani, gatti, e pochi altri, devono avere un certificato CITES che ne attesti la provenienza.
Non bisogna dimenticare, inoltre, che questi animali hanno bisogno di spazio, perché tendono a crescere moltissimo.

Le scimmie sono animali straordinariamente simili agli esseri umani.
Negli anni 80 il primo ad aggirarsi con uno scimpanzè, di nome Bubbles, fu Michael Jackson. Oggi anche Justine Bieber ama mostrarsi in compagnia di una scimmia.
Alcune persone fanno l'errore di pensare che sia possibile convivere con questi animali, trattandoli come persone di famiglia e curandoli come bambini sottovalutando il lato oscuro.
Quando si trovano in difficoltà, gli scimpanzé in particolare possono diventare estremamente aggressivi e pericolosi, fino a manifestare una violenza incontenibile.
In Italia dal 1996 è illegale detenere in cattività qualsiasi specie di primate.

Bisogna diffidare senza riserve da tutti quei messaggi che annunciano sul Web la possibilità di prendere in adozione, illegalmente, una scimmietta.
Molto spesso la natura si ribella all'ostinazione dell'uomo, e si manifesta in tutta la sua forza, che in alcuni casi, può rivelarsi addirittura fatale.

Foto Credit © Aaron Amat - Fotolia.com

Chiedi a Sapere.it!

Ultime domande lette

loading