Questo sito contribuisce alla audience di

La percezione dei colori cambia da persona a persona?

Viviamo in un mondo dominato da “colori”, sono parte integrante della nostra vita: vi attribuiamo significati, emozioni e persino messaggi. I colori fanno parte della vita naturale come di quella artificiale e non c’è giorno in cui almeno uno di essi non ci susciti un pensiero, un’emozione o ci rimandi a qualcosa.

Ma le persone vedono i colori nello stesso modo o ognuno di noi ne ha una percezione diversa?

Probabilmente la maggior parte delle persone quando apre gli occhi per vedere cosa gli sta intorno crede con certezza di vedere il mondo per il quale è realmente: il cielo è davvero blu? Le foglie sono verdi?...

I colori che le persone percepiscono sono necessari per riconoscere l’ambiente circostante, ma è strabiliante pensare che in realtà nessuno di essi esista. La domanda che sorge spontanea è, quindi, se davvero i colori sono un’illusione come possiamo vederli tutti nella stessa maniera? Come può cambiare, ad esempio, la percezione del verde o del giallo da persona a persona?

Ora i ricercatori hanno una risposta a questo dilemma.
La percezione dei colori cambia a seconda dell’età, del sesso, della lingua parlata e delle origini di provenienza o della comunità in cui si vive. Ma non solo, i colori possono risultare diversi ai nostri occhi anche a seconda dell’umore e influire, migliorando o peggiorando, il nostro stato d’animo. Il colore che ci circonda è quindi in costante cambiamento, in modo diverso, in ognuno di noi.

Foto © Lulu Berlu - Fotolia.com

Chiedi a Sapere.it!

Ultime domande lette

loading