Questo sito contribuisce alla audience di

Cos'è il verderame?

Con il termine verderame si può indicare sia un pigmento largamente utilizzato in pittura nei secoli passati sia il fungicida rameico, un anticrittogamico a base di rame. Molto utilizzato in agricoltura, il verderame o cuprico può avere diverse formulazioni.

Il rame contenuto in ognuna di queste formulazioni ha la capacità di interferire con le cellule dei funghi provocandone la distruzione e prevenendone la formazione. Il verderame è impiegato soprattutto per proteggere viti, ulivi, agrumi, barbabietole e nella floricoltura in generale poiché in grado di prevenire le batteriosi e le micosi causate dalle Peronosporales (una classe di funghi).

Tuttavia, per verderame si può anche intendere lo strato di colore cupo che viene a formarsi sulla superficie di alcuni oggetti in rame se a contatto con umidità o con acidi organici contenuti negli alimenti. Lo strato di verderame può trasformarsi, in questo caso, in composti solubili del rame molto tossici e dunque dannosi per la salute.

photo credit: Michele Mondora via photo pin cc

Chiedi a Sapere.it!

Ultime domande lette

loading