Questo sito contribuisce alla audience di

Diritto amministrativo

Gli enti pubblici

Un ente viene qualificato come pubblico, in relazione al suo regime giuridico, cioè al complesso di norme e di principi che ne regolano l'esistenza, l'attività e l'inserimento nella struttura pubblica. Secondo la legge L 70 20/3/1975 gli enti pubblici, attraverso i quali si esplica l'amministrazione dello Stato, possono essere così suddivisi:

- enti pubblici necessari, che costituiscono nel loro insieme il cosiddetto parastato e sono soggetti allo statuto del parastato; di essi la legge non ha dato una definizione concettuale, ma ne ha elencato le categorie (tra questi ricordiamo gli enti che gestiscono forme obbligatorie di previdenza e assistenza quali INPS, INAIL ecc.);

- enti pubblici non soggetti alla legge sul parastato (ad es., enti pubblici economici quali IRI, ENI ecc.);

- enti inutili. Quest'ultima categoria è costituita da tutti gli enti che sono stati soppressi di diritto e posti automaticamente in liquidazione qualora siano stati dichiarati inutili dal governo entro un triennio dall'emanazione della legge sul parastato.

Gli impiegati degli enti pubblici sono considerati pubblici impiegati e a essi si applicano le norme dettate in materia di pubblico impiego.

 

Divertiti con i quiz di Sapere.it!

Su Sapere.it sono arrivati i quiz!

Tantissime domande a risposta multipla per sfidare amici e famigliari in ogni campo dello scibilie: geografia, cinema, musica, sport, scienze, arte, architettura, letteratura, storia e curiosità, queste le categorie che metteranno alla prova la tua conoscenza.

Comincia subito a giocare coi i quiz di Sapere.it!

Enciclopedia De Agostini

Dall’esperienza De Agostini, un’enciclopedia ancora più vicina alle tue esigenze.

Agile, utile, dinamica, sempre a portata di mano, per esplorare, approfondire, conoscere, ricercare, aggiornarsi: oltre 185.000 termini che soddisfano la tua voglia di conoscenza quotidiana.

Vai all'Enciclopedia