Questo sito contribuisce alla audience di

La meccanica

La determinazione della costante di gravitazione universale G

Il valore della costante di gravitazione universale G fu misurato con precisione per la prima volta nel 1798 dal fisico inglese Henry Cavendish (1731-1810), il quale si servì di uno strumento noto come bilancia a torsione. La bilancia a torsione è costituita da un sottile filo inestensibile appeso a un'estremità, mentre all'altra estremità è fissata un'asticciola che reca ai due lati due sferette di massa m uguale. Un secondo manubrio, fissato a un sostegno, reca ai suoi lati altre due sferette, di massa M maggiore di m. Se il sistema viene lasciato libero di muoversi, in uno spazio senza attriti, la forza di attrazione delle sfere più grosse su quelle più piccole provocherà una torsione del filo e una conseguente rotazione delle sfere sospese. Attraverso un apparato luminoso, si può determinare l'entità della forza elastica di torsione del filo, che, uguagliata alla forza gravitazionale con cui si attraggono le sfere, permette di ricavare il valore della costante di gravitazione universale.

Il valore che Cavendish misurò con questo apparato è molto vicino al valore oggi accettato, misurato in seguito con strumenti più raffinati, ed è:

Approfondimenti

  • La determinazione della costante di gravitazione universale G

Divertiti con i quiz di Sapere.it!

Su Sapere.it sono arrivati i quiz!

Tantissime domande a risposta multipla per sfidare amici e famigliari in ogni campo dello scibilie: geografia, cinema, musica, sport, scienze, arte, architettura, letteratura, storia e curiosità, queste le categorie che metteranno alla prova la tua conoscenza.

Comincia subito a giocare coi i quiz di Sapere.it!

Enciclopedia De Agostini

Dall’esperienza De Agostini, un’enciclopedia ancora più vicina alle tue esigenze.

Agile, utile, dinamica, sempre a portata di mano, per esplorare, approfondire, conoscere, ricercare, aggiornarsi: oltre 185.000 termini che soddisfano la tua voglia di conoscenza quotidiana.

Vai all'Enciclopedia