Questo sito contribuisce alla audience di

Il medioevo

L'omaggio e l'investitura

L'atto con cui si instaurava il rapporto di vassallaggio era detto omaggio (dal latino homo, uomo, poiché chi lo compiva diventava “uomo di un altro uomo”, cioè suo subordinato). La congiunzione delle mani dei due contraenti simboleggiava la dedizione del vassallo al proprio signore; a questo atto seguiva il giuramento di fedeltà su libri sacri o reliquie e spesso lo scambio di un bacio. Durante il IX sec. cominciò a diffondersi la prestazione di più omaggi; ottenendo una pluralità di benefici da signori diversi, alcuni vassalli ridimensionarono a proprio favore i rapporti di vassallaggio. L'atto con cui veniva concesso il beneficio o feudo era detto investitura ed era conseguente all'omaggio e al giuramento di fedeltà. Essa consisteva nel consegnare al vassallo un oggetto simboleggiante il beneficio, uno scettro, una spada, un anello, un pezzetto di terra, uno stendardo (una croce o un pastorale qualora a essere investito fosse un vescovo). Il beneficiario entrava così in possesso di un feudo come usufruttuario; la proprietà era conservata da colui che faceva la concessione.

Approfondimenti

Riepilogando

Divertiti con i quiz di Sapere.it!

Su Sapere.it sono arrivati i quiz!

Tantissime domande a risposta multipla per sfidare amici e famigliari in ogni campo dello scibilie: geografia, cinema, musica, sport, scienze, arte, architettura, letteratura, storia e curiosità, queste le categorie che metteranno alla prova la tua conoscenza.

Comincia subito a giocare coi i quiz di Sapere.it!

Enciclopedia De Agostini

Dall’esperienza De Agostini, un’enciclopedia ancora più vicina alle tue esigenze.

Agile, utile, dinamica, sempre a portata di mano, per esplorare, approfondire, conoscere, ricercare, aggiornarsi: oltre 185.000 termini che soddisfano la tua voglia di conoscenza quotidiana.

Vai all'Enciclopedia