Questo sito contribuisce alla audience di

Preistoria ed età antica

La condanna a morte di Socrate

Esempio dell'intransigenza e del clima di sospetto del regime che fece seguito alle guerre del Peloponneso fu la condanna a morte del filosofo Socrate. Socrate si ispirava alla sentenza dell'oracolo di Delfi “conosci te stesso” e sottoponeva discepoli e avversari a sapienti interrogatori che li conducevano a prendere coscienza della loro ignoranza, al “saper di non sapere”. Ma proprio questo suo metodo interrogatorio, insopportabile per l'orgoglio di molti dei suoi interlocutori, unitamente al fascino che esercitava sui giovani (tra i suoi discepoli vi erano stati Crizia, il capo dei Trenta e Alcibiade, personaggi mal visti dagli ateniesi) fu la causa della sua condanna a morte, nel 399 a.C., con l'accusa di corrompere i giovani e di non venerare gli dei tradizionali. Benché potesse facilmente sottrarsi alla condanna grazie all'aiuto dei suoi discepoli, il filosofo accettò la morte con piena sottomissione a quelle leggi che non aveva mai cessato di rispettare.

Approfondimenti

  • La condanna a morte di Socrate

Divertiti con i quiz di Sapere.it!

Su Sapere.it sono arrivati i quiz!

Tantissime domande a risposta multipla per sfidare amici e famigliari in ogni campo dello scibilie: geografia, cinema, musica, sport, scienze, arte, architettura, letteratura, storia e curiosità, queste le categorie che metteranno alla prova la tua conoscenza.

Comincia subito a giocare coi i quiz di Sapere.it!

Enciclopedia De Agostini

Dall’esperienza De Agostini, un’enciclopedia ancora più vicina alle tue esigenze.

Agile, utile, dinamica, sempre a portata di mano, per esplorare, approfondire, conoscere, ricercare, aggiornarsi: oltre 185.000 termini che soddisfano la tua voglia di conoscenza quotidiana.

Vai all'Enciclopedia