Questo sito contribuisce alla audience di

1200-700 a.C. Il ferro e l'alfabeto

  • ID: 3
  • From: 1200 a.C.
  • To: 700 a.C.
  • Description: 1200-700 a.C. Il ferro e l'alfabeto

1200 a.C.

Storia nel mondo

Intorno al 1200 a.C. le tribù di Israele, dodici secondo la tradizione biblica, si uniscono in una confederazione, sulla base della comune origine e religione, comandata, nei momenti di emergenza, da capi detti Giudici; l'unione si rende necessaria per meglio affrontare le invasioni degli indoeuropei Popoli del Mare. Eqwesh (Achei), Teresh, Lukka (Lici), Shardana, Filistei, Zeker, Sheklesh, Danuna, Weshes compongono il gruppo degli invasori che, provenienti dall'area egeo-balcanica, imperversano nel Mediterraneo orientale e sconfiggono gli Ittiti (ca. 1200 a.C.). I Filistei si stabiliscono sulla costa della Terra di Canaan e formano una lega di città-Stato (Asdod, Ascalona, Ecron, Gaza, Gat). Altri, alleati con i Libi attaccano le coste dell'Egitto (ca. 1190 a.C.), ma il faraone Ramsete III (ca. 1198-1166 a.C.) respinge l'invasione; i prigionieri vengono trasferiti nella regione del delta. Dopo Ramsete inizia in Egitto un periodo di disordini interni e di isolamento.
I Cananei, di razza semitica, si stabiliscono in Siria e sviluppano una fiorente cultura.
Attorno al 1200 a.C. inizia in Grecia la nuova migrazione dorica. Le fortezze micenee vengono distrutte. I Dori sono in possesso di una superiore tecnica militare: cavalleria armata con armi di ferro contro combattenti su carro con armi di bronzo. Gli Achei sono respinti sulle isole ioniche. I gruppi in cui si divide la popolazione greca sono: ionico, acheo o eolico e dorico.

  • Evento: Nascita della confederazione delle 12 tribù di Israele
  • Evento: Inizio della nuova migrazione e invasione dorica in Grecia

Storia in Italia

La cultura di Pianello , nell'entroterra marchigiano, nota anche come cultura proto-villanoviana è caratterizzata da una vasta necropoli, con centinaia di urne cinerarie bitronco-coniche, per lo più coperte da scodelle; i livelli inferiori presentano resti della cultura subappenninica, sotto i quali sono presenti materiali neolitici, tra cui reperti fittili della cultura di Ripoli .

  • Evento: La cultura di Pianello nelle Marche

Religione e filosofia

Mediterranea e indeuropea sono le due matrici che solitamente si attribuiscono alla religione greca.
Alla prima viene attribuita una formazione locale, di carattere agrario, imperniata sul culto di una grande dea, la terra madre, legata ai cicli stagionali. La seconda, attribuita agli invasori di lingua indeuropea, portatori di una civiltà nomadico-pastorale, è caratterizzata, dal punto di vista religioso, dal culto di un essere supremo celeste, il cielo padre. Nell'originaria terra madre è stata riconosciuta Gaia (Terra), la madre primordiale, all'origine dei miti cosmogonici, e Demetra, la dea dell'agricoltura. In Zeus è facile il riscontro con il cielo padre, sovrano degli dei e degli uomini. Il politeismo greco è dunque una religione sorta per influsso di civiltà medio-orientali (o mediterranee di derivazione medio-orientale) su popolazioni di lingua indeuropea stanziatesi nell'Ellade, che si è caratterizzata come una creazione originale, la cui evoluzione ha seguito di pari passo l'evoluzione della civiltà greca, dalla fase micenea (II millennio a.C.) all'epoca della "invasione dorica" (inizio del I millennio), che prelude la formazione culturale della grecità classica.

  • Evento: La religione nell'antica Grecia

Letteratura

In questo periodo, in Egitto, è ampiamente testimoniata una letteratura amorosa, dalla sensualità delicata, a volte idilliaca, a volte erotica. I canti d'amore si evolvono fino a dar vita, intorno al 1200 a.C., a una sofisticata forma letteraria. Sebbene i canti a noi giunti risalgano al Nuovo Regno (ca. 1570-1085 a.C.), molti sono di origine più antica. Sono lirici nel loro appello ai sensi: "Quando il vento viene, desidera il sicomoro. Quando mi verrai vicino, mi desidererai".
Anche se sono esistiti documenti relativi al periodo Chou occidentale (XI-VIII sec. a.C.) essi non trovarono posto nelle raccolte antologiche tramandateci da Confucio e dalla sua scuola.
Gran parte delle perdite di tali documenti sono dovute al materiale usato (tavolette di bambù, bande di seta arrotolate, libri in carta di riso) ma anche al grande incendio che sarà ordinato dall'imperatore Shi Huang Ti nel 213 a.C.
Diecimila tavolette ittite in cuneiforme, che costituivano gli archivi di stato nella capitale Bogazki, sopravvivono alla distruzione dell'Impero (ca. 1200 a.C.). Esse rappresentano la principale fonte di informazione riguardo alla storia e alla cultura degli Ittiti .

  • Evento: La letteratura amorosa in Egitto

Arte e architettura

Con il declino del Nuovo Regno Egizio si concludono i più importanti programmi architettonici; il sarcofago di Ramsete III è uno degli ultimi grandi lavori nello stile classico del Nuovo Regno. In Grecia inizia ad apparire una forma d'arte coincidente con lo stile proto-geometrico di decorazione della ceramica, che viene dipinta con linee ondulate e a zig-zag. Questo tipo di ceramica si afferma ad Atene, città di grande importanza alla fine dell'Età del Bronzo . Nell'Italia meridionale intanto si allentano i rapporti con il mondo egeo, mentre si diffondono le necropoli protovillanoviane caratterizzate dalla cremazione secondo il rito dei campi di urne. Nell'età del bronzo finale si assiste al duplice fenomeno dell'unificazione culturale, documentata dalla ceramica, e del delinearsi di distinte culture regionali.

  • Evento: Diffusione dello stile proto-geometrico in Grecia
  • Evento: Le necropoli protovillanoviane nell'Italia del sud

Musica

La musica profana riveste un ruolo importante nella vita della corte assira intorno al 1200 a.C.: i menestrelli sono tenuti in grande considerazione ed esiste una categoria di musicisti professionisti che si esibiscono in occasioni di danze, nei giardini e nel corso di festeggiamenti e banchetti. Un segno del valore attribuito a servigi artistici da parte dei musicisti di professione è il rispetto dimostrato nei loro confronti in occasione della cattura di città nemiche: vengono infatti deportati ma non maltrattati, in quanto graditi interpreti di melodie esotiche.

  • Evento: La musica profana alla corte assira

Scienza e tecnologia

Alla caduta degli imperi minoico, miceneo e ittita si sviluppa attorno al 1200 a.C. il commercio marittimo dei Fenici, insediati sulla costa siriaco-palestinese dove sorgeranno le città di Tiro, Biblo e Sidone, in una regione cioè geograficamente favorita perchè transito obbligato delle merci da e per la Mesopotamia. Si ritiene che i Fenici abbiano perfezionato le biremi attorno al 1100 a.C. e nel medesimo periodo, utilizzando l'esempio dei Cananei, inventano un tipo di scrittura alfabetica in cui ad ogni consonante corrisponde un segno. Tale alfabeto, modificato con l'aggiunta delle vocali, si trasmetterà ai Greci, agli Etruschi e ai Romani.
L'industria alimentare prevede le antiche tecniche di conservazione del pesce e della carne ottenuta grazie a processi di essiccamento, affumicazione e salatura. Il sale necessario viene per lo più ricavato dall'evaporazione dell'acqua di mare, ma sono noti anche giacimenti di salgemma, sfruttati con lavorazione mineraria.

  • Evento: La tecnica di costruzione navale e l'alfabeto dei Fenici
  • Evento: Le tecniche di conservazione del cibo

1150 a.C.

Storia nel mondo

Nabucodonosor I di Babilonia (r. 1124-1103 a.C.) ristabilisce la posizione internazionale e la sicurezza interna del regno, gravemente compromesso alla fine della dinastia cassita, battendosi presso Susa contro il re elamita Huteltus-In-Susinak, che riesce clamorosamente a sconfiggere. La rinnovata stabilità della Mesopotamia facilita il miglioramento del commercio assiro danneggiato dagli Hyksos.
La monarchia egizia cade progressivamente sotto l'influenza della classe sacerdotale, specialmente quella del Sommo Sacerdote di Amon a Tebe. Palestina e Nubia sono perdute. L'Egitto subisce la crisi del passaggio dall'età del bronzo a quella del ferro : privo del nuovo metallo e ancorato alle sue tradizioni millenarie, è una civiltà sorpassata, che resta al di fuori dei nuovi giochi politici del Mediterraneo. Gli antichi equilibri sono sconvolti, e l'Egitto è minacciato da nuove forze da Oriente, dalla Libia e dal mare.
In Cina la dinastia Shang , durante la quale si succedono 30 re dello stesso sangue, si indebolisce per conflitti interni (1100 a.C.).

  • Evento: Nabucodonosor I e la ritrovata stabilità della Mesopotamia
  • Evento: Crisi della civiltà egizia
  • Evento: Indebolimento della dinastia Shang in Cina

Storia in Italia

Nelle isole Eolie la cultura di Milazzese è soppiantata dalla cultura Ausonio I , che produce ceramica in puro stile appenninico di tipo marchigiano; sono prevalenti i prodotti ceramici d'impasto nero, con scodelle carenate fornite di anse sopraelevate. Si dà anche una cultura Ausonio II, più tarda, i cui prodotti sono per lo più di color rosso vivo con situle globose e bottiglie a collo stretto; alcuni vasi sono dipinti a motivi "piumati". Tra i prodotti metallici si hanno spilloni, fermagli, pugnaletti, coltelli e bracciali d'oro. Le sepolture avvengono più frequentemente mediante il rito crematorio, ma vi sono anche testimonianze d'inumazione in grandi giare.

  • Evento: Le culture Ausonio I e II nelle isole Eolie

Religione e filosofia

Al centro della religione cinese vi è il tao, che significa via, retto cammino. Si tratta di un principio cosmico, assunto in seguito dal taoismo (che da esso prende il nome) come una realtà irriducibile alle categorie esistenti.
Il tao viene inteso come un ordine naturale contrapposto a ciò che l'uomo crea con la sua cultura, ma anche come un principio dinamico (una sorta di potenzialità assoluta) che non si può identificare con alcuna realtà delimitata, che però lo presuppone come suo intimo principio. Per una rappresentazione del tao, di per sé non rappresentabile, si ricorre alla formulazione di due principi elementari opposti, yin e yang, interpretabili come sue funzioni; per cui si dice che yin e yang concretizzano la realtà in funzione del tao. Il tao può essere inteso come la sorte che deriva dall'alternativa yin-yang (elementi della divinazione): un destino fatto di "testa o croce".

  • Evento: La religione cinese e il tao

Letteratura

In Mesopotamia l'Epopea di Gilgamesh , che accoglie elementi mitologici e folcloristici, si avvicina alla sua forma definitiva. Le avventure di Gilgamesh, re di Uruk, e la sua amicizia con Enkidu, l'uomo selvaggio mandato per domarlo, sono al centro di un ciclo poetico dagli accenti pessimistici. Il poema combina elementi religiosi e storici che diventeranno molto popolari in tutto il Medio Oriente. Tra essi, i riferimenti al Diluvio, alla ricerca dell'immortalità e all'amicizia tra guerrieri.
L'influenza dell'Epopea di Gilgamesh si estende alle leggende troiane (che culminano nella poesia di Omero ) e alla letteratura ebraica il cui corpus originario confluirà nella Bibbia (il libro in lingua greca) che raccoglie gran parte dei loro miti: fra essi, riconoscibili, il mito del Diluvio, l'arca, la torre di Babele .

  • Evento: La mesopotamica Epopea di Gilgamesh

Arte e architettura

Immigrazioni di popolazioni ioniche, eoliche e doriche portano in Grecia una civiltà ricca di elementi anatolici e dell'area danubiana, determinando il declino della civiltà minoico-micenea; ne sopravvivono solamente alcune tecniche di fabbricazione e decorazione dei vasi d'argilla e di fusione del bronzo oltre, però, ai ricordi orali della storia micenea, più tardi stesi in forma scritta nei poemi omerici. Dove non vi è stata una distruzione violenta, si serbano le opere architettoniche micenee, quali le mura di Atene.
San Lorenzo, in Messico, costituisce il più antico sito olmeco fondato intorno al 1150 a.C. La principale forma d'arte olmeca è quella dei grandi monumenti in pietra, tra cui teste colossali che arrivano a pesare anche più di 40 tonnellate.

  • Evento: Declino della civiltà minoico-micenea
  • Evento: I grandi monumenti olmechi in pietra

Musica

In Oriente prevalgono le scale pentatoniche. Nel sistema cinese dei 12 liu alle 5 note che formano queste scale (tuttora tipiche della musica orientale) vengono attribuiti significati simbolici di particolare pregnanza. La nota fondamentale è messa in relazione con la totalità, mentre le altre 4 note della scala corrispondono a una stagione, a un punto cardinale, a un pianeta, a uno stato d'animo e a un elemento fisico. La visione religiosa che presiede a questo sistema lega così il cosmo all'uomo, la realtà tangibile a quella invisibile. Tecnicamente il sistema si fonda sulla successione di una serie di quinte giuste.

  • Evento: La musica in Oriente

Scienza e tecnologia

L'uso più comune del vetro, una sostanza artificiale ottenuta fondendo silice, carbonato di sodio e carbonato di calcio, è la smaltatura o invetriatura. Aggiungendo ossidi metallici alla formula base si abbassa il punto di fusione e si ottengono prodotti colorati con cui si possono rivestire anche oggetti metallici. I recipienti in vetro a nucleo friabile vengono preparati colando vetro attorno a un nucleo centrale che poi viene rimosso raschiando l'interno del vaso. A Micene e a Cipro si importa vetro grezzo dalla Siria e dalla Mesopotamia per poi fonderlo in perline o in decorazioni per anelli.
Verso la fine del II millennio a.C. le guerre causate da invasioni di nuovi popoli conducono a un declino repentino della fabbricazione del vetro che riprenderà solo dopo il X sec.a.C.

  • Evento: Diffusione e lavorazione del vetro

1100 a.C.

Storia nel mondo

Tiglatpileser I di Assiria rinverdisce per un breve periodo la potenza del regno nella fase che segue le invasioni dei Popoli del mare e dei nomadi Aramei. Nel corso di guerre logoranti contro i nomadi Aramei, riesce a spingersi sino al Mediterraneo, entrando in rapporti commerciali con Arwad, Biblo, Sidone . Sconfigge Babilonia , senza però riuscire a sottometterla. Organizza la legislazione nella Raccolta delle leggi medioassire e in quella degli Editti di palazzo. Dopo la sua morte (ca. 1077 a.C.) gli Aramei conquistano Babilonia e pongono fine al potere assiro, sospingendo i Cananei a sud.
Verso il 1085 a.C. ha inizio in Egitto la bassa epoca: il faraone Smendes fonda la XXI dinastia e regna a Tanis, la città di Ramsete, mentre a Tebe, ormai una città di secondo rango, il sacerdote di Ammone, Herihor, assume dignità regale. Il potere è dunque diviso fra Tebe capitale religiosa e Tanis capitale politica; si restaurano i templi, mentre le istituzioni si vanno sfasciando.
Filistei e Ammoniti della Giordania attaccano gli Ebrei.

  • Evento: Fine del potere assiro

Storia in Italia

La cultura di Cassibile , nei pressi di Siracusa, testimoniata da una vasta necropoli rupestre di circa duemila tombe scavate nella roccia, che hanno restituito vario corredo funebre, presenta prodotti fittili dipinti a motivi "piumati", fibule con arco piegato a gomito dette fibule di Cassibile e altri prodotti bronzei, che attestano l'esistenza di scambi commerciali con Paesi mediterranei e in modo particolare con la Penisola Iberica.

  • Evento: La cultura di Cassibile in Sicilia

Religione e filosofia

Durante il periodo dei giudici (custodi del culto e del diritto divino), che si conclude intorno al 1050 a.C., il dio delle tribù israelite assorbe caratteristiche derivanti dalle divinità cananee.
Molte prerogative di El passano a Yahweh, mentre Ba'al e la sua sposa Astarte sono sempre state avversati. D'altra parte la risolutezza usata dai Profeti nel combattere queste forme di religione mostra che si trattava di credenze che avevano preso pericolosamente piede anche in Israele, con effetti distruttivi per la morale pubblica e privata (ricordiamo, per esempio, il rito cananeo della prostituzione sacra delle sacerdotesse con i fedeli). Gruppi religiosi puristi, quali per esempio la tribù dei Recabiti (forse adoratori di Yahweh ancor prima degli Ebrei) si oppongono a qualunque degenerazione dell'ideale monoteista. Ogni aspetto del loro comportamento infatti ha un significato religioso: vivevano nomadi nelle campagne per tenersi lontani dalle città centri dell'idolatria, erano astemi, non coltivavano la terra e non ammettevano né la proprietà privata né la proprietà personale.

  • Evento: La religione israelita durante il periodo dei giudici

Letteratura

L'origine mitica dell'alfabeto greco è attribuita al fenicio Cadmo (figlio di Agenore, re di Tiro), che avrebbe portato 16 lettere nella Beozia intorno al 1313 a.C. Reperti ritrovati a Micene indicano che questa leggenda potrebbe avere una base reale. Le consonanti fenicie, infatti, costituiscono un modello per i Greci, che successivamente vi aggiungono le vocali.
In realtà, l'antica scrittura greca, il lineare B, che verrà decifrata solo nel 1952 da Michael Ventris (1922-56), è usata dai Micenei fra il 1450 a.C. e il 1150 a.C. circa. Deriva dal lineare A, una scrittura sillabica rimasta indecifrata, usata dalla civiltà minoica di Creta dal 2000 al 1450 a.C. circa.

  • Evento: La scrittura dei Greci

Arte e architettura

In Cina le tradizioni artistiche della dinastia Shang sono perpetuate dai Chou: giade e vasi di bronzo rituali si fanno sempre più elaborati, si sviluppa l'architettura dei palazzi e viene introdotto l'uso di tegole e mattoni. Inoltre ha forse inizio in questo periodo la pittura parietale.
A Chavín De Huántar, in Perú, inizia la costruzione del grandioso complesso templare, tra i più antichi della regione andina. Il Castillo è l'edificio più imponente, unico blocco massiccio privo di finestre, percorso all'interno da gallerie, sale e pozzi; nelle decorazioni sono onnipresenti il giaguaro e il puma.

  • Evento: Il complesso templare di Chavín De Huántar in Perù

Musica

L'organo a bocca, chiamato sheng, si sviluppa in Cina nel corso della dinastia Zhou (ca. 1000-256 a.C.). È costituito da diverse canne di bambù (normalmente in numero superiore a 13) infisse in un serbatoio d'aria in cui si soffia attraverso un'imboccatura. Questo serbatoio (formato da una zucca) serve ugualmente da sostegno e da cassa di risonanza. Altri strumenti cinesi tipici sono lo yu, in legno, dalla forma peculiare di tigre, con il dorso dentato; un tamburo di legno detto chu e il salterio a tavola chiamato k'in, cui sono applicate sino a 7 corde di seta. Quest'ultimo viene ancora oggi impiegato in una versione lunga 120 centimetri.

  • Evento: Gli strumenti musicali cinesi durante la dinastia Zhou

Scienza e tecnologia

I vomeri in ferro, usati in Mesopotamia attorno al 1100 a.C., costituiscono un ulteriore passo avanti nella tecnologia agricola perchè il nuovo metallo è sufficientemente duro da permettere la realizzazione di lame resistenti e affilate. Si tratta, in un primo tempo, solo di un rivestimento attorno a un ceppo di legno come si vede nei reperti di Gerar in Palestina datati al XII sec.a.C. Più tardi il vomere di ferro è accompagnato lateralmente da due barre metalliche divergenti, che servono ad allontanare la terra smossa e preludono a versioni più tardive.

  • Evento: Introduzione dei vomeri in ferro

1050 a.C.

Storia nel mondo

La Grecia attraversa un periodo di decadenza, detto medioevo ellenico; nelle città-Stato, le polis, ancora rette da monarchie, s'instaura un braccio di ferro fra re e aristocrazie di sangue. In Asia minore viene fondata la colonia ionica di Mileto .
Israele, per meglio contrastare le offese dei nemici che premono ai confini, sceglie una forma di governo monarchico: Saul , il vincitore degli Ammoniti e dei Filistei, intorno al 1030 a.C., diviene il primo re degli Ebrei. Alla sua corte emerge il genero Davide, che però cade in disgrazia presso il re, il cui carattere prepotente e collerico lo porta a ingelosirsi, ed è costretto a fuggire. Saul muore poco dopo, insieme al figlio Gionata, combattendo nella piana di Jezrael contro i Filistei, che infliggono agli Ebrei una completa sconfitta. Il figlio Isbaal regna brevemente nel nord, riconosciuto solo dalla tribù di Giuda.
La dominazione degli Arii ha inizio nel nord dell'India intorno al 1000 a.C.
La dinastia Chou occidentale si insedia in Cina (ca 1030-770 a.C.) nella zona dello Shensi e dello Yangtze Kiang. Si instaura uno Stato di tipo feudale, nel quale il territorio è diviso fra membri della stirpe reale, patrizi e dignitari, che, seppure formalmente sottoposti all'autorità del sovrano, governano sui loro domini in modo semindipendente.

  • Evento: Saul diventa il primo re degli Ebrei
  • Evento: In Cina si insedia la dinastia Chou

Storia in Italia

L'inizio dell'Età del Ferro è segnato dallo sviluppo della civiltà villanoviana , portata dagli Italici , all'interno della quale si formano i primi centri urbani e si cominciano a delineare le classi sociali, sulle quali domina l'aristocrazia guerriera. Nel territorio si diffondono le necropoli villanoviane e i campi di urne, con le ceneri dei defunti cremati. Primi insediamenti fenici in Sardegna.

  • Evento: La civiltà villanoviana

Religione e filosofia

Si fa tradizionalmente risalire a questo periodo la composizione del Libro dei Salmi dell'Antico Testamento ; la sua collocazione storica costituisce in realtà un problema complesso di critica biblica; esso è formato da una collezione di 150 componimenti poetici suddivisa in cinque raccolte. Ufficialmente attribuito al re David, l'opera è chiamata in ebraico Tehillim, cioè "lodi", mentre in greco Psalmoi, "inni da cantare con musica". Pieni di sofferenza e di speranza, di suppliche e di ringraziamenti, i salmi raccolgono la più alta testimonianza della spiritualità del popolo d'Israele.
Durante la dinastia Chou (1027-221 a.C.), T'ien è il dio che gode maggiori favori: il dio-cielo dell'antica religione cinese. Il suo fine è la determinazione del tempo e dello spazio; ogni azione umana è riportata ai ritmi cosmici scanditi dal corso del sole e della luna, mentre il mediatore tra umano e cosmico-divino è l'imperatore, in quanto delegato di T'ien nella definizione del tempo e dello spazio delle azioni umane, e come delegato degli uomini nell'officiare il culto rivolto a lui.

  • Evento: Viene composto il Libro dei Salmi dell'Antico Testamento
  • Evento: La religione della dinastia cinese Chou

Letteratura

L'alfabeto greco, in cui per la prima volta sono usate lettere per rappresentare vocali, si sviluppa da forme fenicie intorno all'VIII secolo a.C. Il sistema fenicio fornisce il modo di scrivere più flessibile e conciso fino ad allora concepito. I Greci dell'Asia minore adottano i caratteri fenici ma, essendo la loro lingua ricca di vocali, riducono ulteriormente il numero dei segni e vi inseriscono i segni vocalici, costituendo così il vero e proprio fonema.
La parola alfabeto deriva dai primi due simboli, alpha e beta.
Circa nello stesso periodo si tramandono oralmente i racconti della guerra di Troia che verrano in seguito raccolti in poemi unitari scritti e cantati dal poeta Omero : nascono così l'Iliade e l'Odissea.
Allo stesso modo, in Mesopotamia, l'Epopea di Gilgamesh si avvicina alla versione definitiva.

  • Evento: L'alfabeto greco

Arte e architettura

In Egitto l'epoca del Tardo Regno è dominata dalla presenza dei Sommi Sacerdoti di Amon. Vengono fabbricati in questo periodo soprattutto oggetti di uso religioso, il metallo è sempre più utilizzato nella composizione di statue di piccole dimensioni, mentre le statue più grandi sono spesso eseguite in pietra dura, come lo scisto e il basalto.
In Italia, in Romagna e nell'area tra l'Arno e il Tevere, inizia a prendere fisionomia il gruppo culturale villanoviano , con elementi di origine danubiana e del substrato appenninico; in seguito i villanoviani, progenitori degli Etruschi, si espandono verso sud, in Campagna, mentre i Latini , originari della conca del Fucino, si spingono verso il Lazio a sud del Tevere: la loro cultura rivela continuità con la tradizione appenninica ma anche l'adozione di nuovi elementi di origine settentrionale.

  • Evento: Produzione artistica in Egitto durante il Tardo Regno

Musica

Gli strumenti musicali cinesi partecipano della concezione filosofica cosmogonica che ispira tutta la teoria musicale orientale. Secondo antiche classificazioni, infatti, essi assumono un diverso significato a seconda del materiale di cui sono composti (e quindi del loro timbro) e indicano stagioni e punti cardinali diversi. All'estate, per esempio, si riferiscono il k'in (poiché impiega corde di seta) ma anche il flauto globulare d'argilla e lo yu di legno. Quest'ultimo rimanda anche alla primavera, come lo sheng (a causa dell'impiego della zucca) e il p'ai siao, la siringa di bambù. Le 8 categorie organologiche sviluppate in base ai materiali impiegati indicano ugualmente i quattro punti cardinali e le loro intersezioni (la zucca, ad esempio, si riferisce al nord-est).

  • Evento: La musica e la concezione filosofica cosmogonica in Cina

Scienza e tecnologia

L'uso intensivo di utensili di ferro è una delle principali caratteristiche dell'impero assiro a partire dal IX sec.a.C. Gli Assiri non sono grandi innovatori, ma utilizzano le tecniche sviluppate dagli Ittiti e dagli artigiani di altri popoli assoggettati. Anche il ferro grezzo per lo più non è di produzione assira, ma viene importato da altri paesi quali la Siria e l'Anatolia, come dimostra il grande quantitativo di barre di ferro rinvenute nel palazzo di Sargon II a Khorsabad pronte per essere distribuite ai fabbri locali.
I primi insediamenti agricoli in Sudamerica sono presenti sulle coste dell'Ecuador e del Perù intorno al 1000 a.C. Nonostante l'uso dell'oro, si tratta di popolazioni neolitiche che costruiscono in argilla seccata, mattoni o pietra e che conoscono la coltivazione della patata e del mais, la tessitura e l'allevamento.

  • Evento: Utilizzo del ferro presso gli Assiri
  • Evento: I primi insediamenti agricoli in Sudamerica

1000 a.C.

Storia nel mondo

Davide, genero di Saul, diviene re di Israele (ca. 1000-961 a.C.) a Hebron. Alla morte di Isbaal riunisce nelle sue mani i due regni. Dotato di grandi capacità politiche e militari, combatte vittoriosamente i Filistei e conquista Gerusalemme, vi trasferisce l'arca dell'alleanza e ne fa la capitale del Nuovo Regno, al quale annette tutta la Transgiordania e la Siria. Sottomette Moabiti, Edomiti, Ammoniti e Aramei, facendo raggiungere a Israele la massima estensione e includendo nel suo regno popoli di varia origine e religione. Salomone (961-22 a.C.), figlio di Davide e di Betsabea, eredita un grande stato, che però rinuncia a controllare interamente, perdendo le provincie aramaiche. Organizza lo Stato secondo una struttura centralizzata, con l'introduzione delle imposte, e persegue una politica diplomatica di pace (sposa la figlia del faraone) e di rapporti commerciali coi paesi del sud, fino al Mar Rosso. Costruisce il Tempio di Gerusalemme e la Reggia, abbellendo notevolmente la capitale.
Il regno fenicio si compone di città-Stato autonome: Arado, Biblo, Berito, Sidone e Tiro. Hiram I (969-36 a.C.), re di Biblo, consolida gli stati di Sidone e facilita il commercio fenicio costruendo un porto a Tiro, che diventa la nuova capitale. In società con Salomone, Hiram crea una rete commerciale nel Mar Rosso e nel Mediterraneo.
Damasco è la capitale del regno degli Aramei .
In India, il testo sacro dei Veda rappresenta la massima espressione della nuova e complessa civiltà formatasi dall'incontro fra la cultura degli Ari e quelle dei popoli che già abitavano l'India.


  • Evento: Davide diventa il nuovo re di Israele
  • Evento: Il regno di Salomone

Storia in Italia

Il gruppo latino-falisco, che pratica la cremazione dei morti, abita la valle del Tevere e parte del Lazio; Osci, Sabelli e Umbri, che praticano invece l'inumazione dei morti, vivono in Umbria, Sabina, Campania e Sannio. Il versante adriatico è colonizzato da tribù illiriche, che conoscono il combattimento a cavallo e portano armi di ferro, provenienti dall'area danubiana.

  • Evento: Le tribù dell'Italia centrale

Religione e filosofia

Si conclude la stesura del Rigveda - la più antica raccolta di testi sacri della tradizione indiana - che costituisce, insieme al Samaveda, Atharvaveda e Yajurveda di epoca più tarda, quel corpo letterario sacerdotale indiano che porta il nome di Veda (sapienza). Inni, parabole e antiche leggende in versi sono dedicati alle numerose divinità del politeismo indiano (che presenta numerose somiglianze con quelle della tradizione aria e indoeuropea). Tali composizioni (sukta), ammontano a 1070 e sono raccolte in 10 cerchi rituali (mandala), libri di epoche e origine divera. Lo scopo degli inni e delle formule sacre (mantra) è di evocare, esaltare e invocare quel dio che si ritiene appoproriato in quel preciso momento.
Viene tradizionalmente attribuita a re Salomone la stesura del libro biblico Cantico dei cantici (gli studiosi lo datano intorno al sec. IV o III a.C.). L'interpretazione più frequente è quella allegorica, secondo cui gli amori del giovane con la donzella che ne formano il contenuto rappresenterebbero l'amore di Dio verso Israele prima, di Dio verso la Chiesa poi. Ma la tradizione del breve componimento a forma di dialogo si rifà piuttosto a un genere di canto, che esalta la bellezza, il valore, le virtù degli sposi, proprio della cultura mesopotamica .

  • Evento: Completamento del libro sacro indiano Rigveda
  • Evento: Stesura del Cantico dei cantici

Letteratura

Gli Ebrei sono un popolo di origine semitica, che dalle terre dell'Eufrate si spinge fino in Palestina. Ebrei significa appunto genti venute da oltre il fiume. Divisi in tribù nomadi, spesso in conflitto fra loro sono guidati dal patriarca Abramo , cui succede il figlio Isacco e a questi Giobbe, chiamato Israele (il forte in Dio). Verso il 1800 il popolo ebraico si sposta in Egitto, dove dimora per quattro secoli. Divenuti oggetto di persecuzione e schiavizzati dagli Egiziani si ribellano e, guidati da Mosé , ripassano il Mar Rosso; dopo aver vagato nel deserto per quarant'anni, entrano nella valle del Giordano (la Terra promessa) e qui si stabiliscono. Durante la permanenza nel deserto Mosé riceve da Dio, e redige, le Tavole della legge.
La letteratura ebraica fiorisce con la stesura del mistico Cantico dei cantici , un'opera poetica di grande bellezza lirica che celebra la natura e l'amore. Nella Bibbia lo si attribuisce a Salomone, re d'Israele, ma probabilmente esso risale a un'epoca ancora più antica.

  • Evento: Il popolo ebraico e la sua produzione letteraria

Arte e architettura

Dalle ceneri della cultura micenea ad Atene si sviluppano le premesse della futura arte greca: nella ceramica è evidente un nuovo spirito razionale nella chiara partizione degli elementi di un vaso, come il collo e il manico, e nella regolarità della decorazione che ne esalta le parti.
In Scandinavia, durante l'Età del Ferro , si sviluppa una grande maestria nella lavorazione di oggetti sepolcrali in metallo. L'esempio più notevole è il Carro del Sole di Trundholm , in Danimarca, che raffigura un carro a sei ruote trainato da cavalli, con un disco solare di bronzo dorato.

  • Evento: L'arte scandinava durante l'Età del Ferro

Musica

Trombe di bronzo, risalenti circa al 1000 a.C., sono state ritrovate nelle paludi danesi: costituite di tubi conici forniti di un bocchino e terminanti in dischi piatti ornati da decorazioni, sono state rinvenute sempre in coppie (e anche in più paia). Nella forma e nel numero imitano le corna degli animali: sono intonate all'unisono in modo da poter rafforzare il loro impatto fonico, probabilmente anche attraverso l'esecuzione contemporanea di suoni diversi, a seconda del taglio dello strumento (il cui corpo principale varia dal metro e cinquanta ai due metri e quaranta). È stata sperimentata la pienezza del loro suono. A questi strumenti è stato attribuito il nome di lurer.

  • Evento: Le trombe di bronzo danesi

Scienza e tecnologia

La tecnologia militare assira (1000-700 a.C.) viene stimolata da una continua attività di guerra. Il re Assurnasirpal II è il primo a usare unità di cavalleria in aggiunta alla fanteria e ai carri da guerra. Gli Assiri sviluppano anche macchine da assedio per attaccare e distruggere le mura delle città nemiche. Torri mobili di legno vengono avvicinate alle mura, mentre arieti di vario tipo vengono usati con successo per abbattere porte e cinte murarie. Da parte loro le città modificano di conseguenza le proprie difese, adottando bastioni a rampe inclinate e fossati che tengono lontane le macchine belliche. Gli Assiri sviluppano in modo particolare l'uso dell'arco , destinato a scompigliare da lontano le fila nemiche.

  • Evento: La tecnologia militare assira

950 a.C.

Storia nel mondo

Assurdan II (r. 935-913 a.C.) ristabilisce l'autorità militare assira (ca. 935 a.C.). Tuttavia, nel 912 a.C. l'Assiria raggiunge la sua minima estensione territoriale. Con Adnanirari II (911-891 a.C.) riprende l'espansione assira nell'alta Mesopotamia, verso l'Armenia e Babilonia: ha inizio il Nuovo Regno assiro.
Proveniente dai mercenari libici che prestavano servizio nell'esercito egiziano, Sheshonq I instaura in Egitto la XXII dinastia, che assume i caratteri di una dittatura militare, con capitale Bubasti, situata nel Delta. Per un breve periodo l'Egitto si riafferma come potenza militare riconquistando la Palestina nel 918 a.C. e saccheggiando Gerusalemme. Sheshonq riesce anche a limitare parzialmente il potere del clero di Ammone, una parte del quale però si esilia a Napata, nella Nubia , dove fonda uno stato teocratico.
Alla morte di Salomone nel 926 a.C., l'opposizione religiosa e politica al potere del re nel nord del paese determina la suddivisione del Regno ebraico in Regno di Israele a nord, sotto Geroboamo con capitale Sichem, e Regno di Giuda a sud, sotto Roboamo, figlio di Salomone, con capitale Gerusalemme. I rapporti fra i due regni inizialmente sono tesi. Il regno di Israele attraversa un periodo di disordini interni e di lotte con gli Egiziani, coi Filistei e con Damasco.
Nel IX secolo viene inventata la scrittura alfabetica greca, che deriva da quella fenicia, cui sono aggiunte le vocali. Si tratta della prima scrittura interamente fonetica.

  • Evento: Inizio del Nuovo Regno assiro
  • Evento: Divisione del regno ebraico

Storia in Italia

Hanno inizio le migrazioni degli Etruschi, provenienti forse dall'Asia Minore, date le numerose affinità che legano la lingua, i costumi, l'arte e la religione degli Etruschi al mondo egeo-anatolico. Essi si stabiliscono prevalentemente nella regione compresa tra l'Arno e il Tevere, una zona ricca di metalli, e si sovrappongono ai preesistenti elementi villanoviani, di cui sanno sfruttare e valorizzare le energie latenti.

  • Evento: I primi insediamenti degli Etruschi in Toscana e nel Lazio

Religione e filosofia

Il sistema di cui gli dei cinesi fanno parte non è identificabile con un pantheon, ma piuttosto con un'armonia universale. L'elemento cosmico "terra" acquista una dimensione divina col dio-Suolo, che però non è uguale per tutti i cinesi: vi è infatti un dio-Suolo venerato dal re, il territorio del regno; ci sono gli dei-Suolo venerati dai feudatari, i rispettivi feudi; e infine gli dei-Suolo venerati dai contadini, rispondenti ciascuno a un particolare campo. In questa visione la prosperità dei campi non è tanto affidata a un dio del suolo, unico per tutti, ma all'armonia del sistema sociale che fa capo al monarca. Ovvero il dio-Suolo, più che una divinità è un simbolo, o punto di riferimento, della cosmologia cinese. Di conseguenza anche le azioni di culto diventano simboliche: ogni gesto è ritualizzato; è un "segno" che non può essere espresso altrimenti. Un gesto sbagliato non servirebbe a farsi comprendere; e chi è incompreso è rifiutato.

  • Evento: Le divinità cinesi

Letteratura

L'ultima tarda produzione letteraria egiziana, che può dirsi demotica, è costituita dalla redazione del Libro dei Morti, da numerosi testi funebri, I lamenti di Isis e Nephthys, da un ciclo di racconti a base magica e da due cronache che raccontano il lento decadimento e forniscono un quadro penoso della società egizia durante i secoli VII-V a.C.
Altri testi ci sono giunti in modo molto lacunoso. Si presume che sin verso il III secolo in Egitto si leggessero gli scritti in caratteri demotici; poi il cristianesimo creò la lingua copta. Questa a sua volta si spense per far posto a una letteratura egiziana in lingua araba, importata dai conquistatori musulmani con la quale ha inizio la letteratura araba.

  • Evento: L'ultima produzione letteraria egizia in demotico

Arte e architettura

Intorno al 950 a.C. il re Salomone fa costruire a Gerusalemme da artigiani fenici il palazzo reale e il tempio, basati su modelli cananei e fenici; il palazzo reale, ricco di decorazioni in legno e in oro ed abbellito da imponenti incisioni in avorio, è fiancheggiato da edifici a tre piani. Del medesimo periodo sono le scuderie di Acab a Megiddo e le placche di avorio di Samaria .

  • Evento: Costruzione del palazzo reale e del tempio di Gerusalemme

Musica

I salmi costituiscono il momento centrale dell'attività musicale rituale nel primo tempio ebraico di Gerusalemme. La più antica forma esecutiva è quella antifonale, che prevede l'affidamento dei versetti biblici a due cori contrapposti. Successivamente viene introdotta l'esecuzione responsoriale , fondata sull'alternarsi di un solista e del coro, cui spetta una formula di ritornello. I responsori tra sacerdoti e assemblea dei fedeli serviranno come base per le successive forme della musica cristiana. Nel tempio ricevono un'intonazione musicale (una sorta di recitativo) anche le letture bibliche, affidate a un solista che ne fiorisce la declamazione con melismi.

  • Evento: La musica sacra ebraica

Scienza e tecnologia

Le bighe cinesi non differiscono molto da quelle in uso nel Vicino Oriente, anche se le ruote sono dotate di un maggior numero di raggi. La tecnologia proviene dai nomadi dell'Asia centrale che pongono l'asse in posizione centrale sotto la piattaforma: tale assetto risulta estremamente scomodo per l'equilibrio del guidatore quando si percorrono terreni accidentati. In Egitto e in Mesopotamia l'asse è stato infatti sistemato in posizione posteriore.
Gli ornamenti in oro della cultura di Chavin in Perù, così denominata da una località delle Ande ubicata a 3000 metri di altezza, risalgono agli anni 900-700 a.C.. Sono ottenuti da lastre d'oro lavorate a sbalzo per battitura. La lega usata, detta tumbaga o guanin, contiene rame in proporzioni variabili. La cultura Chavin ha lasciato anche edifici in pietra a terrazze.
I Fenici fondano colonie nel Mediterraneo occidentale: Tartesso in Spagna ospita numerose fonderie e officine metallurgiche.

  • Evento: Costruzione delle bighe in Cina, Egitto e Mesopotamia
  • Evento: Lavorazione dell'oro presso la cultura di Chavin in Perù

900 a.C.

Storia nel mondo

La città fenicia di Biblo si espande intorno al 900 a.C. e diviene il centro del culto di Ba'al.
Il crudele re assiro Assurnasirpal II (884-858 a.C.) estende ancora il regno assiro, sconfiggendo tutte le popolazioni confinanti, grazie all'innovazione militare della cavalleria, da lui introdotta. Sottomette le tribù aramaiche dell'Alta Mesopotamia e si spinge fino al Mediterraneo, dove riceve il tributo delle città fenicie. Fonda la nuova capitale Kalakh .
Egitto e Assiria combattono in Siria e in Palestina (900-830 a.C.).
Nel regno di Israele Amri viene proclamato re dall'esercito (878-871 a.C.), e sorge la nuova capitale Samaria. Il successore di Amri, suo figlio Achab sposa la principessa fenicia Jezabel, e sua figlia Atalia sposa il re di Giuda, Joram, migliorando le relazioni fra i due regni. Nella battaglia di Karkar (854 a.C.) gli Aramei e gli Ebrei, trascinati dal profeta Elia , sconfiggono Salmanassar III d'Assiria. Il culto fenicio di Baal si diffonde in Israele, osteggiato però dal profeta Elia.
Attorno al 900 a.C. viene fondata la città di Sparta dall'unione di quattro villaggi: Pitane, Mesoa, Limne, Cinosura.
La cultura Chavin prospera in Perú tra il 900 e il 200 a.C. circa.

  • Evento: Migliorano i rapporti tra i due regni ebraici
  • Evento: Fondazione di Sparta

Storia in Italia

Si sviluppa in Sardegna la civiltà nuragica media (alla quale appartiene il villaggio di Su Nuraxi a Barumini ), detta anche apogeica. In alcuni nuraghi la torre veniva fasciata da una cinta muraria, che a volte collegava più torri, formando una sorta di castello. Fiorisce l'arte dei bronzetti votivi, raffiguranti spesso guerrieri e armi, ma anche momenti di vita quotidiana, animali, modelli di navi e di nuraghi.

  • Evento: La civiltà nuragica media in Sardegna

Religione e filosofia

Si colloca in quest'epoca l'inizio della stesura dei Brahmana, manuali-guida teologici, nei quali si trattano le incombenze dei sacerdoti (brahamani). Questi testi risalgono al periodo che va dal X al VI sec. a.C. e affrontano esclusivamente l'aspetto liturgico del culto, accennando però anche a problemi filosofici quali la trasmigrazione delle anime e il concetto di brahman. Ciascuna samhita (in sanscrito, raccolta) di testi vedici, formata da inni, formule magiche e sacrificali, scongiuri, litanie venivano accompagnate a scopo esegetico dai Brahmana.
Il brahman è l'anima suprema del cosmo, ente neutro ed eterno dal quale emanano tutte le cose, compresi gli dei. Tale entità è in ogni epoca il pilastro della filosofia indiana, secondo la quale tutto ciò che si è fatto altro dal brahman (la realtà), a esso deve tornare. Tuttavia brahman è stato concepito anche in forma personale; combinandosi con la forma delle divinità Visnu e Siva ha dato luogo alla triade Trimurti, e cioè il tripilice aspetto di Dio: creatore, conservatore e distruttore dell'universo.

  • Evento: I libri sacri e la filosofia indiana

Letteratura

Le tribù ebraiche, occupata la Palestina, sotto i regni di Salomone e Davide costituiscono un regno unitario che intorno al 930 si divide a nord nel regno di Israele, distrutto dagli Assiri e a sud nel regno di Giuda, abbattuto dai Babilonesi. In questa epoca di lotte feroci fra i popoli semiti per la supremazia della regione, i Moabiti, popolo semitico affine agli Ebrei che abita nella zona est del Mar morto, si ribella alla dominazione ebraica e si rende indipendente.
Il re Mesa , per commemorare il successo della sua rivolta contro Israele fa erigere a Dibon la stele di Mesa, intorno all'850. La lingua si avvicina all'ebraico, ma la scrittura è quella fenicia, da cui deriva l'alfabeto greco.

  • Evento: La stele di Mesa

Arte e architettura

Un nuovo sviluppo dello spirito razionale greco comporta per Atene il passaggio dalla ceramica protogeometrica a quella geometrica, con fitta e regolare decorazione di grandi vasi con funzione di segnacoli per le tombe. Un grande artigiano di questo periodo è il cosiddetto Pittore del Diplyon, a cui si riferisce una grande anfora funeraria del 750 a.C. Nel mondo villanoviano dell'Italia Centrale si formano i centri di Tarquinia, Vulci e Cerveteri: i corredi tombali testimoniano la progressiva differenziazione delle comunità in classi sociali, tra le quali domina l'aristocrazia guerriera. In Sardegna si ha il massimo sviluppo della civiltà nuragica , con nuraghi semplici ad una sola camera, e complessi.
Nel Vicino Oriente si assiste alla seconda fase di espansione dell'impero assiro, che con Assurnazirpal II si estende dal Caspio al Nilo e dal Tauro al Golfo Persico. I palazzi che sorgono a Cala, Dursharrukin, Sennacherib e Ninive presentano muri in mattoni di fango con zoccoli di pietra ed allineamento ortogonale dei locali; d'ispirazione ittita sono i tori alati androcefali scolpiti ai lati delle porte, talora a cinque zampe perché concepiti per due punti di vista: laterale e frontale. La natura non religiosa ma militare della sovranità assira determina la nascita dei primi cicli narrativi della storia dell'arte, con funzione di propaganda.

  • Evento: Nascita dello stile geometrico in Grecia
  • Evento: I palazzi assiri

Musica

Lire e arpe sono usate per accompagnare i canti nel tempio ebraico. Trombe e cembali vengono suonati per sottolineare momenti speciali o interludi nella liturgia. Al tempo dei Re d'Israele (ca. 1000-600 a.C.) si sviluppa una categoria di musicisti professionisti adibiti al culto religioso (la classe dei Leviti), come testimonia la Bibbia (Cronache, 5). Costoro costituiscono una vera e propria corporazione e per le loro esecuzioni formano orchestre e cori che raggiungono organici molto vasti, mentre l'istruzione e l'addestramento sono affidati a scuole dello stesso Tempio di Gerusalemme. Tra gli strumenti impiegati in Palestina vi è un salterio di origine fenicia, chiamato asor.

  • Evento: I musicisti professionisti del regno di Israele

Scienza e tecnologia

In Sardegna l'edilizia nuragica raggiunge il suo apogeo attorno al 1000 a.C.
La metallurgia del ferro penetra in Italia dalle regioni meridionali e tra il IX e l'VIII sec.a.C. giunge fino alla pianura padana (culture di Villanova presso Bologna e di Golasecca sul Ticino), sede dell'espansione etrusca. Attorno al VI sec. a.C. gli Etruschi scoprono e utilizzano le ricche miniere di rame e di ferro della Toscana (Maremma, Isola d'Elba) lasciando a testimonianza grandi cumuli di scorie.
I poemi omerici contengono molte informazioni tecnologiche sulla nautica, la metallurgia, l'arte della guerra.

  • Evento: Apogeo dell'edilizia nuragica in Sardegna
  • Evento: L'arte di lavorare il ferro raggiunge l'Italia settentrionale

850 a.C.

Storia nel mondo

Salmanassar III di Assiria (858-824 a.C.) rafforza il dominio in Siria e Palestina, controllando così le vie commerciali dalla Mesopotamia al Mediterraneo e impone tributi alle città fenicie. Non riesce però ad assoggettare Damasco, dove dominano gli Aramei, che sottomettono gli Ebrei intorno all'820 a.C., costringendoli al pagamento di un tributo. I Medi (un popolo orientale noto per l'allevamento dei cavalli) sono menzionati per la prima volta nei documenti babilonesi (ca. 835 a.C.). Gli Assiri non riescono a soggiogarli. La regina Shammuramat o Semiramide (810-806 a.C.) fa costruire i leggendari giardini pensili di Babilonia.
Nel regno di Giuda, Atalia (845-839 a.C.), dopo la morte del marito Joram, attua una politica dispotica: stermina la famiglia di David e introduce il culto di Ba'al . Assassinata nel 839 a.C., le succede Joab, il cui figlio Amasia diventa tributario di Damasco. In questo periodo si ha la predicazione del profeta Isaia. Nel regno di Israele viene unto re Jehu (845-817 a.C.), con la benedizione del profeta Eliseo. Gli Amridi sono distrutti ed è estirpato il culto di Baal, mentre il regno paga il tributo agli Assiri. I profeti Amos e Osea preannunciano la rovina di Israele.
I Fenici colonizzano il Mediterraneo orientale e fondano Cartagine intorno all'814 a.C.

  • Evento: Predicazione del profeta Isaia
  • Evento: Fondazione di Cartagine

Storia in Italia

Mentre la civiltà etrusca si consolida nell'Italia centrale, i Fenici stabiliscono il loro controllo sul Mediterraneo occidentale e occupano le coste della Sardegna e della Sicilia occidentale, fondando Motya nella Sicilia occidentale, Sulcis e Nora nella Sardegna sud-occidentale e Tharros nella Sardegna occidentale, probabilmente la principale piazzaforte punica dell'isola. I Fenici commerciano proficuamente con gli indigeni nuragici, soprattutto in metallo, riuscendo ad accumulare grandi ricchezze.

  • Evento: I Fenici in Sardegna e Sicilia

Religione e filosofia

Il culto di Dioniso giunge in Grecia, probabilmente, con l'arrivo delle popolazioni frigie, le quali nei secoli X-VIII a.C. si muovevano verso occidente entrando in contatto con l'Eolide e la Ionia: ciò potrebbe trovare una conferma nella frequente menzione di Frigi nei poemi omerici.
Il più giovane figlio immortale di Zeus è il simbolo dell'evasione dalla condizione umana; egli stesso ne evade diventando un dio, pur essendo nato dalla mortale Semele. La donna un giorno, quando era già incinta, chiede a Zeus di poterlo vedere in tutto il suo splendore, ma così facendo la incenerisce; morendo, Semele partorisce prematuramente Dioniso che Zeus raccoglie e si cuce in una coscia per darlo poi alla luce allo scadere del tempo.
Le conquiste di cui è disseminata la vicenda eroica di Dioniso, sono le conquiste dell'uomo che supera la propria condizione naturale verso una dimensione altra, culturale e divina. Un'evasione che i fedeli cercavano attraverso l'ebbrezza, interpretata come possessione da parte del dio. In riti propriamente orgiastici, o che comunque trovavano fondamento nell'esperienza dell'ebbrezza causata dal vino, Dioniso assumeva il nome di Bacco ed era considerato il dio della vite e del vino. I suoi seguaci - le donne venivano chiamate menadi (folli, forsennate) - in estasi e sotto l'ispirazione del dio si rifugiavano sulle colline e vagavano in gruppi festanti.

  • Evento: Il culto di Dioniso in Grecia

Letteratura

I poemi greci, l'Iliade e l'Odissea, sembrano appartenere all'VIII secolo a.C. e, secondo la tradizione, sono attribuiti a Omero , poeta greco, vissuto forse in Asia Minore. La paternità delle due opere non è mai stata risolta e ancora si confrontano teorie divergenti sull'esistenza o meno dell'antico poeta. I due testi, composti ciascuno di 24 libri, sono l'elaborazione poetica di antichi racconti orali, narrati dagli aedi che li recitavano nelle corti dei re, e più tardi dai rapsodi, cantori erranti nelle strade e durante le feste popolari. Nell'Iliade si narrano gli avvenimenti dell'ultimo anno della guerra fra gli Achei e i Troiani. Nel poema, che celebra i fatti memorabili della storia di un popolo, sono rappresentati sia i conflitti tra forze nemiche che causano strazio per i vinti e gloria per i vincitori, sia l'esaltazione delle virtù eroiche, che si incarnano in grandi tipi umani come Achille ed Ettore , simboli del destino di interi popoli. Le donne hanno un ruolo importante anche se legato alla vita familiare. Il linguaggio è ricco di similitudini e analogie con gli elementi della natura.

  • Evento: I due poemi omerici

Arte e architettura

In Italia, contemporaneamente alla diffusione della società villanoviana, si sviluppano le culture della prima Età del Ferro: sui Colli Laziali, presso Terni, la cultura delle tombe a fossa in Calabria, la cultura picena nelle Marche e in Abruzzo, la cultura apula, la cultura enotria in Lucania, la cultura di Golasecca in Lombardia e in Piemonte e la cultura atestina nel Veneto. Alcune di queste civiltà, indipendenti dallo sviluppo dell'area greca o etrusca, mantengono una figuratività primitiva sino alla conquista romana. In Sardegna si sviluppa l'età nuragica media o apogeica, che si protrarrà fino al 500 circa a.C.: a questa fase appartiene il villaggio di Su Nuraxi a Barumini.
L'obelisco nero, noto anche come stele di Jehu, descrive le campagne di Salmanassar III; il fregio mostra il re Jehu di Israele che gli giura obbedienza, ed è la più antica rappresentazione di un semita in costume tradizionale.

  • Evento: Le culture della prima Età del Ferro in Italia

Musica

Attualmente si è in possesso di una vasta raccolta di informazioni circa la musica in Grecia, soprattutto in riferimento al periodo dello stile geometrico (ca. 1100-700 a.C., precedente il periodo arcaico, che occupa i due secoli successivi). Gli aedi cantando si accompagnano con strumenti a corda: l'arte che unisce la voce a questo tipo di strumenti si chiama kitharodia mentre, ormai al termine del periodo dello stile geometrico (e, secondo una tradizione leggendaria, attorno al 750 a.C.), nasce una nuova combinazione della voce con strumenti a fiato, detta aulodia. A causa del timbro dell'aulos (lamentoso e simile alla voce umana) questa seconda soluzione esecutiva è utilizzata soprattutto nei culti dionisiaci.

  • Evento: La musica in Grecia nel periodo dello stile geometrico

Scienza e tecnologia

La manifattura della pelle ha inizio nel Paleolitico , ma si affina durante il Neolitico per le accresciute esigenze delle popolazioni. A questa si affianca la lavorazione del cuoio che esige anche la battitura.
Già prima del 1500 a.C. gli Egiziani trattano le pelli con grasso e con allume, un solfato di potassio che si trova nelle oasi ad ovest del Nilo. La conciatura con sostanze vegetali che contengono tannino si sviluppa più tardi, ma è certo che Assiri ed Egizi la praticano già attorno all'800 a.C., quando la fonte usuale di tannino era rappresentata dalle galle di quercia e dalla corteccia dell'acacia.
L'avorio di ippopotamo e di elefante viene lavorato in Egitto e nel Vicino Oriente.

  • Evento: Lavorazione della pelle e del cuoio

800 a.C.

Storia nel mondo

Il potere militare ed economico assiro diminuisce per il succedersi di monarchi deboli (ca. 800 a.C.). Nell'VIII secolo la Fenicia è tributaria degli Assiri.
Il conflitto fra monarchie e oligarchie nelle polis greche si risolve a favore di queste ultime. Prevalgono i governi aristocratici, per lo più succedutisi senza azioni di forza alle antiche monarchie. Le polis condividono la religione, con i santuari di Delfi, Delo, Samo, Olimpia e i vari giochi panellenici, i più famosi dei quali sono quelli Olimpici in onore di Zeus. I poemi omerici sono datati attorno al 750 a.C. La città ionica di Mileto è la città madre di più di 90 colonie situate sulle coste del Mar Nero.
Il Regno di Giuda gioca un ruolo importante nell'alleanza militare contro gli Assiri (ca. 769 a.C.).
Geroboamo II (780-740 a.C.) porta un periodo di prosperità agli Ebrei.
Nel 753 a.C. viene fondata Roma .
In Cina sale al potere la dinastia dei Chou orientali (770-256 a.C.), con capitale Lo-yang. Nel primo periodo, detto Primavere e Autunni, il potere del sovrano si indebolisce molto, mentre i feudatari accrescono la loro indipendenza e si impegnano in continue guerre fra di loro e contro i popoli nomadi. Mentre i nobili si impoveriscono, i contadini accrescono la loro importanza, in quanto fattore chiave nelle guerre. Lo Stato fa perno sulla classe dei mercanti, che riscuote dai feudatari i tributi in natura che essi devono pagare per il sostentamento delle città.

  • Evento: Il periodo delle oligarchie in Grecia
  • Evento: La dinastia Chou orientale in Cina

Storia in Italia

Coloni greci arrivati dall'Eubea fondano Cuma. Nel 753 a.C. viene fondata Roma, per opera di una fusione fra le popolazioni latine e quelle sabine già stabilite sui sette colli. La città sorge in un luogo particolarmente favorevole, lungo il Tevere all'incrocio della via di comunicazione che congiunge la Campania con l'Etruria, con quella che dal Tirreno conduce all'interno. Il primo leggendario re della nuova città è Romolo.

  • Evento: 753 Fondazione di Roma

Religione e filosofia

Il concetto di casta, che caratterizza tutt'oggi il sistema sociale in India, viene elaborato da quella più alta: la casta sacerdotale, quella dei brahmani.
Nella prima epoca vedica le caste non erano ben definite - seppur presenti, ma in tardo periodo vedico esse sono già ereditarie e costituiscono vere e proprie corporazioni di mestieri. Fondamentalmente si potevano dividere in: brahmana (sacerdoti e studiosi dei Veda), ksatriya (politici e guerrieri), vaisya (artigiani e commercianti), sudra (servi) e i "fuori casta", cioè gli intoccabili o paria (da Parayan, gruppo etnico della regione di Madras).
In seguito aumentano molto di numero in virtù di una minuziosa classificazione dei mestieri. La possibilità di cambiare professione, di effettuare matrimoni misti e perfino pasti in comune era impensabile, si trattava di operazioni severamente vietate. Il sistema castale è presente nei codici Manu e Yajñavalkya (maestro di religione del sec. VII a.C.) e influenzerà talora l'entità e il genere delle pene; tanto per fare un esempio, la casta brahmanica non era passibile di mutilazioni corporali.
Manu è il mitico progenitore dell'umanità e legislatore primordiale della civiltà indiana; le sue leggi (Manavadharmaçâstras o Manusmrti) hanno come fondamento religioso elementi cosmogonici.
Risale a questo periodo la stesura delle sezioni finali dei Brahmana - i manuali-guida teologici - chiamate Aranyaka (testi della foresta) dal contenuto spirituale volto alla meditazione nella foresta.

  • Evento: Le caste in India

Letteratura

L'Odissea, poema epico in 24 libri, è attribuito insieme all'Iliade a Omero , iniziatore della letteratura greca e il primo interprete della spiritualità epica. Narra le vicende dell'eroe Ulisse (Odisseo), dalla fine della guerra di Troia al suo ritorno ad Itaca, di cui è re. Costretto da un dio ostile a peregrinare per nove anni lontano dalla sua patria affronta pericoli e difficili prove sorretto esclusivamente dalla forza dell'intelletto e dalla passione per la conoscenza.
L'eroe greco, lontano dalle trionfanti imprese della guerra diventa un individuo animato da contrastanti desideri di avventura e conoscenza e dalla nostalgia per la casa e gli affetti familiari, caratteristiche che ne fanno una figura emblematica della condizione umana. A partire dal secolo V a.C, insieme all'Iliade, fornirà il testo base per l'educazione scolastica; segna inoltre l'inizio della poesia latina con la traduzione dell'Odissea di Livio Andronico .
In India, le Upanisad rappresentano la somma della saggezza tramandata negli scritti indù di epoca precedente. La forma è quella di un dialogo tra maestro e discepolo e getta le basi delle principali correnti filosofiche dell'Induismo. I dialoghi sottolineano l'essenziale unità di Brahma (anima universale) e Atman (anima individuale).

  • Evento: Omero scrive l'Odissea

Arte e architettura

In Grecia continua la massima fioritura della ceramica che prefigura lo stile narrativo classico, decorata con una grande varietà di figure umane, animali, disegni floreali e geometrici, mentre lavori in bronzo e piccole statuette in terracotta eseguite per i nuovi santuari di Delfi e di Olimpia anticipano la nascita della scultura greca. Nell'Anatolia centrale ed orientale l'arte frigia si sovrappone all'arte ittita nei centri del bacino del Sangarios e della zona di Gordio, capitale della monarchia frigia, e nella regione compresa tra Eskisehir, Afyon Karahisar e Sivrihisar; l'area di influenza include anche centri più orientali, quali Ancyra, attuale Ankara, Hattusas, attuale Bogazkoy; Pazarli, Alishar, Alaca e Kultepe. Nella ceramica e nei fregi architettonici in terracotta dipinta coesistono motivi iconografici di origine greca, come centauri e guerrieri, ed orientale, come la sfinge e cervi in posizione araldica.
In Sardegna si rinvengono insediamenti punici a Nora, Sulci, Tharros e Bithia, presenza che si protrarrà nell'isola fino al secolo III a.C.; i modelli artistici, inizialmente orientali, saranno progressivamente sostituiti da modelli greci o da forme popolari.
Nel Lazio, secondo la leggenda, nel 753 a.C. Romolo fonda la città di Roma.

  • Evento: Diffusione dell'arte frigia in Anatolia
  • Evento: Insediamenti punici in Sardegna

Musica

In Grecia lira e arpa sono le due grandi famiglie di strumenti a corda. Nel primo gruppo (caratterizzato dalla presenza di una cassa di risonanza sormontata da due bracci che a loro volta reggono un giogo) spicca una forma grande, uno strumento da concerto: la kithara. Dotata di un numero di corde che va da 3 a 12 e di una cassa di risonanza particolarmente ampia, viene pizzicata con un plettro. Con l'altra mano il suonatore regola la lunghezza vibrante della corda. Viene impiegata anche la phorminx, strumento di dimensioni più contenute caratteristico degli aedi, lo stesso che Omero fa suonare ad Achille nell'Iliade.

  • Evento: Gli strumenti a corda nell'antica Grecia

Scienza e tecnologia

Intorno al IX-VIII sec.a.C. torna a diffondersi nel Mediterraneo e in Mesopotamia il commercio di articoli in vetro che giungono fin sulle coste dell'Atlantico. Continuano a essere praticate le precedenti tecniche della colatura su nucleo friabile, dello stampaggio, della molatura a freddo e della marmorizzazione ottenuta applicando e livellando a caldo strisce di colore diverso. La Fenicia diventa un importante centro di diffusione e si diffonde la leggenda che il vetro stesso sia stato inventato dai Fenici.
Tra le piante coltivate in Medio Oriente sono comuni il grano, l'orzo, il lino. Più tardi dall'India arriverà il cotone, mentre in Egitto è conosciuta la canapa.

  • Evento: Nuova diffusione del vetro nel Mediterraneo e in Mesopotamia

750 a.C.

Storia nel mondo

Tiglatpileser III (r. 744-727 a.C.), fondatore dell'Impero assiro, Salmanassar V (r. 726-722 a.C.) e Sargon II (r. 721-705 a.C.) ristabiliscono il potere militare assiro. Babilonia viene conquistata e Damasco paga tributo all'Assiria. Gli Egiziani sono sconfitti a Rafia.
Gli Assiri distruggono Samaria nel 722 a.C., dopo un assedio di tre anni. Israele diviene una provincia assira e parte della popolazione è deportata in Mesopotamia e in Media. Dal miscuglio fra quelli che sono rimasti e i nuovi abitanti si originano i Samaritani. Nel regno di Giuda, Ezechia (725-797 a.C.) si allea all'Egitto e tenta di affrancarsi dagli Assiri, ma il re assiro Sennacherib (704-681 a.C.) sconfigge gli Egiziani e sottomette i Giudei, minacciando Gerusalemme (701 a.C.).
Intorno all'800 a.C. viene fondato in Nubia il regno cuscita, con capitale a Napata. Nel 715 a.C. i Nubiani con a capo Piankhy invadono l'Egitto , presentandosi come i restauratori della genuina tradizione egiziana, e vi insediano una dinastia cuscita (715-663 a.C.), la XXV dinastia.
A partire dal 750 a.C. le città greche fondano colonie in Sicilia, nell'Italia meridionale e nella Gallia meridionale. La colonizzazione nel Mediterraneo occidentale è impedita dalla presenza di Cartagine . Le colonie possono essere empori commerciali o colonie agricole; esse sono dotate di grande autonomia, ma restano legate alla madrepatria.
Il re di Sparta Teopompo conquista la Messenia , con la I guerra messenica (740-720 a.C.).

  • Evento: Il grande potere militare assiro

Storia in Italia

Fondazione di varie colonie greche nell'Italia meridionale (Magna Grecia) e nella Sicilia orientale, con frequenti contrasti con le popolazioni dell'interno. Nel 743 a.C. Siracusa è fondata da coloni corinzi. Nel 715 diventa re di Roma il sabino Numa Pompilio, che inaugura una politica di pace e fissa norme religiose. Crescono di dimensioni e importanza Bologna e le città etrusche come Tarquinia, Cerveteri , Veio, Vulci e Vetulonia.

  • Evento: Prime colonie greche nell'Italia meridionale e in Sicilia
  • Evento: 715 Numa Pompilio diventa re di Roma

Religione e filosofia

I profeti dell'VIII secolo a.C., Amos, Osea, Isaia e Michea, condannano la turpitudine morale dei governanti ebraici e le loro tendenze sincretiste.
Nel Libro di Amos si sostiene che l'abbandono del patto stipulato tra Yahweh e il suo popolo ha come diretta conseguenza la devastazione morale e il prevalere dell'ingiustizia. Israele deve scegliere fra il culto idolatrico e il ritorno all'Alleanza per evitare la deportazione del popolo in terra d'esilio.
Il profeta Osea svolge la sua attività nel Regno del Nord (Israele) tra il 786 e il 746 a.C, un periodo caratterizzato da assassini politici, disordini e congiure di palazzo. Nel suo libro si sviluppa un discorso di rimprovero per gli ebrei idolatri. Perché Israele si riscatti occorre che torni al "tempo del deserto", quando il suo amore per Dio era puro e incontaminato. La creatività e la potenza espressiva fanno di Isaia il maggiore poeta ebraico. La sua predicazione si sviluppa lungo una triplice direttiva: ridare alla religione la sua purezza monoteistica e morale; inculcare il valore della giustizia; ridare a Israele il senso di popolo eletto e di appartenenza a Yahweh. Infine con Michea vi è il richiamo a una religione che non si riduce a pura ritualità, ma richiede amore, misericordia e l'umiltà di fronte a Dio.

  • Evento: Attività del profeta Osea

Letteratura

Esiodo (ca. 750-700 a.C.), nativo della Beozia, scrive in lingua ionica La Teogonia, un poema in esametri, di 1022 versi. È la prima opera di sistemazione della tradizione mitica, nella quale Esiodo riassume, partendo dal Caos, la storia genealogica degli dei, che termina con la vittoria di Zeus sugli antichi dei. Infine il dio, unendosi a Dike (dea della giustizia), porta ordine e armonia nel mondo, chiudendo così la serie delle lotte fra gli dei. La titanica guerra fra principi fisici e figure divine delle origini è raccontata nella Titanomachia, un poemetto nel poema, tradotto da Giacomo Leopardi . Le opere e i giorni, di 828 esametri, è un'opera didascalica nella quale Esiodo insegna agli uomini la dignità del lavoro, che inflitto dal dio agli uomini per punire il furto del fuoco fatto da Prometeo, è tuttavia per essi l'unica possibilità di riscatto. Il lavoro restaura il regno di Dike e concilia l'uomo con gli dei. Miti, insegnamenti tecnici, ed esortazioni a ben fare ci forniscono preziose informazioni sulla vita quotidiana dei Greci di quel tempo.

  • Evento: I poemi di Esiodo

Arte e architettura

Nel Vicino Oriente, rilievi narrativi assiri scolpiti per Tiglatpileser II, provenienti da Nimrud, costituiscono le rappresentazioni più avanzate da un punto di vista spaziale, con figure in perfetto profilo, tentativi di diminuzione della scala delle figure in profondità e di convergenza di ortogonali prospettiche. Questi avanzati esperimenti non hanno seguito nei rilievi posteriori.
In Mesopotamia , a Dur Sharrukin è costruita la cittadella fortificata di Sargon II , comprendente il palazzo, un tempio e una ziqqurat; a guardia delle porte d'ingresso sono posti tori alati e geni in forma umana. In Grecia, l'Heraion di Olimpia ed il Tempio di Apollo a Thermos sono i primi templi peripteri monumentali dell'architettura greca.

  • Evento: La cittadella fortificata di Sargon II in Mesopotamia
  • Evento: Primi templi peripteri in Grecia

Musica

Sia i poemi omerici che testimonianze figurative sui vasi antichi dimostrano la diffusione in Grecia della figura professionale degli aedi, musicisti specializzati nel canto di brani da poemi epici (attraverso formule melodiche ripetitive) con l'accompagnamento della lira. Sia nell'Iliade che nell'Odissea questa figura di artisti viene a più riprese ricordata, a testimonianza di un riconoscimento sociale che vede in loro gli interpreti e i depositari dei doni delle Muse . Il loro repertorio è fisso e molto popolare, ben noto agli ascoltatori. Dal IV secolo a.C. questi cantori iniziano ad annotare, per loro esclusivo uso, la musica necessaria alle esecuzioni. Presso i pastori è in auge il cosiddetto flauto di Pan (o syrinx), uno strumento a fiato formato dall'unione di canne di varia lunghezza legate insieme.

  • Evento: Gli aedi in Grecia

Scienza e tecnologia

Le torri mobili da assedio si perfezionano grazie all'inventiva militare degli Assiri, che dal IX al VII sec.a.C. estendono il loro impero combattendo contro tutti i vicini e giungendo fino ai confini con l'Egitto. Accanto alle innovazioni tecnologiche , come l'uso di macchine, di carri e di cavalieri armati di arco, gli Assiri utilizzano per esteso l'arma psicologica delle minacce di distruzione totale e di deportazione, spesso descritte e raffigurate con crudeltà in documenti ed epigrafi. Il cammello battriano a due gobbe compare in un obelisco assiro del IX sec.a.C.
Le biremi , navi provviste di un doppio ordine di remi, vengono spesso dotate di rostro per speronare le navi nemiche, come viene raffigurato in rilievi assiri del 700 a.C.

  • Evento: Le innovazioni tecnologiche militari degli Assiri

Sapere consiglia...

Sapere.it è anche su Facebook!

Entra a far parte anche tu della nostra community!

DeAbyDay.tv

Guide e video consigli per imparare a fare quasi tutto!