Questo sito contribuisce alla audience di

300 a.C.-100 d.C. Le conquiste di Roma

  • ID: 5
  • From: 300 a.C.
  • To: 100 d.C.
  • Description: 300 a.C.-100 d.C. Le conquiste di Roma

300 a.C.

Storia nel mondo

Dopo una recrudescenza, le lotte tra i Diadochi si concludono definitivamente con la formazione di tre regni ellenistici (301 a.C.): quello degli Antigonidi in Macedonia; dei Seleucidi nell'Asia Anteriore; dei Tolomei in Egitto. Nella prima fase dell'ellenismo (304-220 a.C.), caratterizzata da una situazione di equilibrio, la cultura greca si diffonde in tutto il mondo mediterraneo e orientale.
Il regno dei Seleucidi, scarsamente coeso, si frantuma rapidamente: intorno al 280 a.C. Mitridate I trasforma la satrapia del Ponto in un regno. Nel 279 a.C. la popolazione celtica dei Galati invade l'Asia Minore e sostiene Nicomede nella fondazione del Regno di Bitinia. Nel 275 a.C. Antioco I Seleucide circoscrive i Galati nella regione dell'Asia Minore che da essi prende il nome di Galazia. Nel 263 a.C. Eumene I fonda il regno di Pergamo . Attalo I, nipote di Eumene, sconfigge i Galati a Pergamo nel 230 a.C.
L'Egitto invade la Palestina nel 301 a.C.
I domini Maurya si estendono fino a coprire quasi tutta l'India sotto il terzo sovrano, Asoka (273-232 a.C.). Asoka fissa la capitale a Pataliputra e si distingue per il suo zelo nel praticare e nel propagandare il buddhismo, che diventa religione di Stato; egli invia infatti missioni di carattere religioso in molte parti del mondo allora conosciuto, diffondendo il buddhismo in Indocina, nel Dekkan e a Ceylon. Il suo è un regno prospero e sostanzialmente pacifico, saldamente organizzato dal punto di vista burocratico. Alla sua morte l'Impero si sgretola e inizia la decadenza.

  • Evento: 301 a.C. Formazione dei tre regni ellenistici

Storia in Italia

Nel 298 comincia la terza guerra sannitica, in cui Roma deve affrontare una coalizione di Sanniti, Galli, Etruschi, Sabini Lucani e Umbri. Nel 295 Roma conclude la pace con gli Etruschi. Del 290 è la pace con i Sanniti. Nelle lotte con i Galli (285-282) Roma ha la meglio e raggiunge il dominio dell'Italia centrale. La guerra tra Roma e Taranto (282-72) porta in Italia, come alleato dei Tarantini, Pirro, il re dell'Epiro. Dopo le prime vittorie nella battaglia di Eraclea (280) e di Ascoli di Puglia (279), dove subisce comunque gravi perdite, Pirro viene sconfitto dai Romani a Benevento (275) e torna nell'Epiro, rinunciando al progetto di creare un regno dell'Italia meridionale. Con la resa di Taranto nel 272 e la federazione delle città greche della penisola, Roma diventa egemone anche nell'Italia meridionale. Nel 264 a.C. la progressiva conquista della Sicilia occidentale, compiuta nel 261, segna l'inizio della prima guerra punica e lo scontro ormai inevitabile fra le due maggiori potenze del Mediterraneo.

  • Evento: 272 a.C. Egemonia di Roma nell'Italia meridionale

Religione e filosofia

Pirrone, filosofo greco (Elide, ca. 360-270 a.C.) è il fondatore dello scetticismo. La ricerca della verità viene spostata dall'oggetto (il mondo) al soggetto (l'uomo) per spiegare le ragioni dei suoi limiti, da questo punto di vista si può dire che lo scetticismo ha la sua origine in Socrate . Fondamento del suo insegnamento morale è il giudizio che in natura le cose sono "tutte ugualmente incerte e indiscernibili"; il saggio di conseguenza non deve pensare di poter esprimere opinioni su di esse, ma astenersi dal discorrere sulla loro natura (afasia), dal dare giudizi (epoché) e rimanere di fronte a esse imperturbabile (atarassia), anzi felicemente indifferente (apatia): posizione, questa, comune a quella dei gimnosofisti indiani (Brahmani che praticavano l'ascesi). Pirrone era stato in India al seguito di Alessandro Magno ed era stato profondamente impressionato per la grande semplicità della vita di questi sant'uomini, tutta volta al dominio delle passioni, delle sensazioni, del dolore e nella più assoluta indifferenza di fronte alla realtà mondana.
In Cina, il filosofo e politico Hsün-tzu (313-238 a.C.) è sostenitore della dottrina della fondamentale malvagità della natura umana.

  • Evento: Il filosofo greco Pirrone e lo scetticismo

Letteratura

Livio Andronico (ca. 284-204), oriundo della Magna Grecia affrancato a Roma, è uno studioso delle tecniche letterarie, esperto delle due lingue, greca e latina. Traduce in latino l'Odissea, il poema più rispondente allo spirito di avventura dei Romani che si cimentano con la conquista delle coste del Mediterraneo. Andronico, poeta ufficiale delle grandi occasioni, crea con le sue tragedie del ciclo troiano (Andromeda, Danae, Equos Troianus, Terens), nuove forme letterarie, fra cui la fabula palliata , nella quale gli attori indossano il pallio, cioè la sopravveste greca e la fabula coturnata, per via delle alte calzature.
Teocrito (ca. 300-260), poeta greco alessandrino, scrive poesie pastorali e bucoliche di grande perfezione stilistica, alle quali si ispirerà Virgilio .
Apollonio Rodio (300-?), studioso greco, è direttore della biblioteca di Alessandria. Sulla base dell'epica omerica e del mito tramandato nella versione dei tragici, scrive il poema Le argonautiche in cui narra le avventure di Giasone alla ricerca del vello d'oro.
Ch'ü Yü an (343-277), il primo grande poeta cinese, scrive circa 25 elegie, la più famosa delle quali è Li Sao (Incontro al dolore).

  • Evento: Le tragedie e la traduzione di Livio Andronico

Arte e architettura

La narrazione figurata delle imprese belliche è un genere tipicamente romano: a Roma Valerio Messalla espone presso la Curia Ostilia un dipinto con la vittoria sui cartaginesi e su Gerone di Siracusa. A Capua nel 297 a.C. sono coniate le prime monete romane con l'immagine della lupa e dei gemelli: la monetazione romana assume un esplicito carattere celebrativo delle imprese militari. In Grecia, a Rodi , Chares di Lindo pone all'imbocco del porto la gigantesca statua bronzea di Helios: è il Colosso di Rodi (290 a.C.), una delle meraviglie dell'antichità, distrutto da un terremoto nel 224 a.C. A Samotracia la regina Arsinoe fa erigere l'Arsinoeion circolare, santuario delle divinità cabiriche che, a differenza della thólos greca, non presenta spazio aperto ma chiuso, con copertura a tronco conico.
In India l'arte del periodo Maurya elabora monumenti rupestri che rimarranno fino al medioevo e costruzioni all'aperto, tra cui gli stambha, pilastri isolati, sormontati da capitelli e da animali stilizzati di derivazione iranico-achemenide e assiro-babilonese o da simboli buddhisti. In Giappone si diffonde la cultura Yayoi , caratterizzata dai dotaku, bronzi a forma di campana con incisioni geometriche, e dai dolmen per la sepoltura individuale degli aristocratici.
Nell'area maya dell'America Centrale si sviluppano vere e proprie città: l'elevata tecnica di lavorazione della ceramica, sculture a bassorilievo lungo la costa del Pacifico e la presenza della scrittura geroglifica presuppongono un probabile influsso della vicina e progredita civiltà degli Olmechi.

  • Evento: 297 a.C. Vengono coniate le prime monete romane
  • Evento: 290 a.C. Il Colosso di Rodi

Musica

La vina indiana, da cui nasce in seguito il sitar, è uno strumento musicale, una sorta di salterio, simile al liuto e all'arpa egiziana, probabilmente derivata dagli strumenti portati dai soldati invasori di Alessandro Magno (327-325 a.C.). In Grecia si diffonde, proprio dalla metà del IV secolo a.C., l'uso di un liuto a manico lungo a tre corde (trichordon).

  • Evento: La vina indiana

Scienza e tecnologia

Impadronitisi dell'Egitto dopo la morte di Alessandro Magno, i Tolomei trasferiscono la capitale nella città fondata dal grande macedone, facendone il porto più importante del Mediterraneo per il suo cosmopolitismo, grazie anche ai commerci con l'India, che avvengono tramite il Nilo e il Mar Rosso, e con l'entroterra africano. Il monopolio culturale viene strappato ad Atene fondando il Museo, istituzione destinata alle scienze e alle lettere e perciò dedicata alle nove Muse, cui si affianca una biblioteca che non avrà rivali per secoli. Vengono quindi attirate le più importanti personalità del mondo ellenico. A Sostrato di Cnido Tolomeo Filadelfo affida nel 280 a.C. la costruzione del famoso faro, una delle sette meraviglie del mondo, alto 76 metri e con una portata luminosa di 300 stadi (circa 57 km). Ad Alessandria, attorno al 300 a.C., Euclide scrive i suoi famosi Elementi di Geometria, il cui modello metodologico rimarrà immutato per secoli.
Aristarco di Samo (III sec.a.C.), di cui non ci sono pervenuti gli scritti, ipotizza che la terra ruoti atorno al sole.

  • Evento: Importanza culturale di Alessandria d'Egitto

260 a.C.

Storia nel mondo

Intorno al 247 a.C. il popolo seminomade dei Parti, fonda il suo regno nella Partia, nell'Iran settentrionale; il re Arsace I fa del regno uno Stato feudale. Nel 228 a.C. fallisce il primo tentativo dei Seleucidi di riconquistare la Partia. Nel 239 a.C. circa anche il Regno Greco-battriano si rende indipendente, ma si deve difendere dagli attacchi a nord dei Tocari e degli Indo-Sciti. Sotto Tolomeo II (r. 285-246 a.C.) Alessandria d'Egitto si ingrandisce.
In occasione della prima guerra punica (264-241 a.C.) Roma forma la sua prima flotta, conquista la Sicilia e le isole Eolie e sconfigge Cartagine , che però si espande in Spagna a partire dal 237 a.C.
Intorno al 250 a.C. ha inizio in Messico il declino della civiltà olmeca .
Nel 221 a.C. Cheng, re di Ch'in, Stato ai confini nordoccidentali, sgomina gli altri staterelli (Han, Chao, Wei, Ch'u, Yen, Chi) e restaura l'unità della Cina, fondando una nuova dinastia, che abbandona il titolo di re per quello di imperatore. Si introduce un'amministrazione burocratica di nomina imperiale, fortemente centralizzata, a discapito delle antiche articolazioni locali, che scompaiono; sono unificati pesi e misure, monete e scrittura.

  • Evento: 264 a.C. Inizio della prima guerra punica
  • Evento: 221 a.C. Restaurazione dell'unità cinese

Storia in Italia

Roma si dota di una nuova e moderna flotta, con l'innovazione dei corvi, sorta di ponti d'abbordaggio, e riesce a sconfiggere Cartagine sul mare nella battaglia di Milazzo del 260. Sbarcati in Africa, i Romani vengono sconfitti nel 255 a Tunisi, ma con la vittoria alle Isole Egadi nel 241 concludono la guerra, costringendo Cartagine a cedere la Sicilia, che diventa la prima provincia romana. Nel 238 Roma occupa la Sardegna, sottraendola a Cartagine, e nel 227 la Corsica, trasformando il Tirreno nel Mare Nostrum.
Nel 222 i Romani conquistano Mediolanum (Milano), fondano colonie nella valle Padana e iniziano la costruzione della Via Flaminia, che da Roma conduce a Rimini, mentre riescono anche a reprimere la pirateria illirica e a mettere la costa illirica sotto la loro egemonia.

  • Evento: 241 a.C. Si conclude la prima guerra punica

Religione e filosofia

Ashoka, terzo re della dinastia indiana dei Maurya (regnò dal 274 al 232 a.C.), divenuto buddhista impronta tutta la sua azione di uomo di Stato e legislatore alla diffusione del buddhismo e della ahimsa (non violenza) verso tutte le creature, secondo i dettami del Buddha. La leggenda lo vuole promotore del Concilio di Pataliputra, con cui il buddhismo, da religione strettamente monastica, cominciò ad aprirsi al laicato e a operare su una più vasta sfera d'azione.
In Giappone, la religione scintoista è caratterizzata da una gerarchia di divinità presieduta da Amaterasu, dea del sole e leggendaria antenata della dinastia imperiale giapponese. Secondo le Memorie di antichi fatti (Kojiki), la dea nasce, insieme con Tsuki-Yomi, dio della luna, e con Susanoo, dio del mare e delle tempeste, dal bagno purificatore del dio creatore Izanagi. Adirata per i "peccati celesti" (calamità naturali e atti profanatori che sconvolgono l'ordine naturale e sociale) compiuti dal fratello, la dea si ritira in una grotta, privando il mondo della sua luce, finché gli dei non riescono, con musiche e danze, a farla uscire dal suo nascondiglio. Questo motivo mitologico che, secondo alcuni, simboleggia l'eclisse solare, si ricollega a riti sciamanici da cui hanno tratto origine le danze Kagura, forme primitive del teatro giapponese.

  • Evento: La religione scintoista in Giappone

Letteratura

Nevio (270-201) cittadino romano, dopo aver partecipato alla prima guerra punica fa rappresentare il primo dramma latino, probabilmente una palliata (pallium è la tunica greca che indossano gli attori). L'introduzione della critica politica e una pungente allusione a Scipione l'Africano gli valsero la prigione e poi l'esilio. Introduce nel teatro latino la fabula praetexta e la fabula togata (gli attori indossano la toga romana). Crea neologismi e adotta il procedimento della contaminatio, ossia la fusione di due o più modelli per creare un intreccio più complesso.
Ennio (239-169 ca. a.C.) storico e commediografo, autore di tragedie in gran parte riferite alla guerra di Troia è all'origine di una rivoluzione nella struttura della tragedia (eliminazione del coro, riduzione del dialogo) e della creazione del verso saturnio.
Ennio, affascinato dallo spirito razionalistico di Euripide e trovandosi nella necessità di creare neologismi per adattare il latino allo stile del suo modello greco, adotta il procedimento indoeuropeo di composizione, che segna l'inizio di una tradizione di lingua letteraria (altivolans). Scrive gli Annales, in cui narra la storia di Roma dalla guerra di Troia ai suoi giorni.

  • Evento: Rappresentazione del primo dramma latino

Arte e architettura

A Roma è eseguita la statua di Caio Duilio, primo esempio di colonna trionfale.
In Iran inizia la diffusione dell'arte partica, caratterizzata da tipi edilizi e motivi ornamentali tipicamente iranici e che troverà naturale continuazione sotto i Sasanidi e nell'Iran islamico. Così la pianta delle città, circolare secondo la tradizionale disposizione delle tende dei nomadi, sarà ripresa da al-Mansur nella costruzione di Baghdad nel secolo VIII. La planimetria di Assur presenta per la prima volta quattro ivan, sale coperte da volte e aperte sul lato frontale, aperti su una corte, e diverrà il modulo più comune dell'edilizia iranico-islamica. La scultura, soprattutto rupestre, è monumentale e improntata a una rigida frontalità.
In India, colonne a volte d'influenza greca, recano incisi gli editti buddhisti del re Asoka , della dinastia Maurya: in pietra levigata e capitello a campana con abaco ornato da una figura simbolica di animale, sono i primi documenti dell'arte buddhista.

  • Evento: Diffusione dell'arte partica in Iran

Musica

Il primo strumento a tastiera è l'hydraulis, un organo molto sofisticato, dotato di più registri e di una tastiera di considerevoli dimensioni, funzionante attraverso un sistema di aria compressa ad alimentazione idraulica. Viene costruito ad Alessandria d'Egitto nel III secolo a.C. da Ctesibio (operante tra il 246 e il 221 a.C.).

  • Evento: Il primo strumento a tastiera

Scienza e tecnologia

Archimede di Siracusa (ca.287-212 a.C.) scopre il principio della spinta idrostatica e compie notevoli progressi nella matematica e nella geometria; la sua vite per innalzare l'acqua nota col nome di coclea fu ampiamente sfruttata nell'antichità ed è tuttora usata in Egitto. Grande rinomanza godono presso gli scrittori posteriori le macchine da guerra e gli specchi ustori messi a punto da Archimede per difendere Siracusa dalla flotta romana che l'assediava: purtroppo il console Marcello non riesce ad evitare che il grande scienziato sia ucciso durante la conquista della città.
La balestra è inventata nel III sec.a.C. in Cina. Quest'arma innovativa ha un meccanismo formato da un cane e da un grilletto, che assomiglia a quello dei giocattoli odierni.
Gli ingegneri romani eccellono nella costruzione di strade: nel 290 a.C. viene lastrica la Via Appia; nel 241 a.C. inizia la costruzione della Via Aurelia e nel 220 a.C. termina la costruzione della Via Flaminia. Verso il 380 a.C. prende il via a Roma anche la costruzione degli acquedotti.
A Pergamo in Asia Minore dall'antica arte del pellame e del cuoio si sviluppa la tecnica per ottenere la pergamena, utilizzando pelli di vitello; anche se costoso, si tratta di un materiale scrittorio di lunga durata.

  • Evento: Gli studi di Archimede di Siracusa
  • Evento: Costruzione di strade e acquedotti romani

220 a.C.

Storia nel mondo

Durante la seconda guerra punica (218-201 a.C.), il cartaginese Annibale (219-183 a.C.) invade l'Italia attraversando le Alpi nel 218 a.C., ma, nonostante i ripetuti successi, deve tornare in Africa, dove viene sconfitto a Zama (202 a.C.). Filippo V di Macedonia è alleato di Cartagine, ma la sua offensiva in Illiria (215-205 a.C.) viene fermata dai Romani, e la I guerra macedonica si conclude con la pace di Fenice. Nel 202 a.C. la Macedonia e la Siria del re seleucide Antioco III il Grande si alleano contro l'Egitto. Roma si schiera al fianco di Pergamo, Atene e Rodi e sconfigge i Macedoni a Cinocefale (197 a.C.). La Macedonia viene ridotta entro i suoi confini e Roma proclama l'indipendenza delle città greche. Nel 190 a.C. a Magnesia i Romani battono anche Antioco , che perde l'Asia Minore. Inizia il tramonto del mondo ellenistico, minacciato da Roma a Occidente e da nuove civiltà a Oriente.
Huang-Ti (r. 221-210 a.C.) inizia la costruzione della Grande Muraglia cinese nel 214, edificata contro gli attacchi degli Unni. Prosegue la brutale unificazione della Cina ad opera della dinastia Ch'in: nel 213 a.C. tutti i libri eccetto quelli tecnici vengono bruciati, per distruggere la tradizione feudale. Nel 206 a.C. la dinastia Ch'in è rovesciata e sostituita da quella Han , che regnerà fino al 220 d.C. La nuova dinastia mantiene il sistema amministrativo dei Ch'in, ma recupera in parte il sistema feudale. Gli Han proseguono la costruzione della Grande Muraglia, confine fra la civiltà stanziale e contadina dei cinesi e quella dei nomadi Unni.

  • Evento: 218 a.C. Inizio della seconda guerra punica
  • Evento: 214 a.C. Inizia la costruzione della Grande Muraglia cinese
  • Evento: 206 a.C. La dinastia Han sale al potere in Cina

Storia in Italia

Nel 218 inizia in Spagna la seconda guerra punica: il Cartaginese Annibale coglie di sorpresa i Romani e valica Pirenei e Alpi con un possente esercito che comprende cavalieri ed elefanti. Alleato con i Galli, Annibale infligge dure sconfitte ai Romani sul Ticino, sul Trebbia e nel 217, dopo aver valicato anche gli Appennini, sul lago Trasimeno. Il nuovo dittatore Quinto Fabio Massimo, detto Temporeggiatore, inaugura una nuova cauta strategia di logoramento, rigettata però dai nuovi consoli che cercano lo scontro aperto e vanno incontro alla più tremenda sconfitta della storia romana nella battaglia di Canne (216). Annibale si allea nel 215 con Filippo V di Macedonia, ma i romani riescono ad arrestare l'offensiva di Filippo in Illiria e costituiscono una coalizione antimacedone. Nel 211 i Romani conquistano Capua e nel 207 sconfiggono i Cartaginesi sul Metauro. Nel 205 Roma e Filippo V concludono la pace; l'anno dopo il nuovo console Scipione l'Africano sbarca in Africa e nel 202 sbaraglia Annibale nella decisiva battaglia di Zama. Con la sconfitta di Cartagine, Roma incorpora Siracusa nella provincia di Sicilia e acquista la penisola iberica, divisa in due province. Tra il 200 e il 190 Roma sottomette la Gallia Cisalpina e costruisce la Via Emilia, che prolunga la Via Flaminia sino a Piacenza. L'esito vittorioso della seconda guerra macedonica con la battaglia di Cinocefale (197) e la sconfitta degli Etoli e di Antioco III, re dei Seleucidi segnano la nascita del dominio di Roma anche nel Mediterraneo orientale.

  • Evento: 218 a.C. Annibale invade l'Italia
  • Evento: 216 a.C. Sconfitta romana nella battaglia di Canne
  • Evento: 197 a.C. Inizio del dominio romano nel Mediterraneo orientale

Religione e filosofia

Le religioni misteriche e l'astrologia orientale si diffondono a Roma; nuovi dei, come Cibele (la grande madre venerata nell'Asia Minore) prendono il posto delle tradizionali divinità di origine greca. Cibele era oggetto di culto presso i Frigi e altri antichi popoli dell'Anatolia, presso i quali era la dea per eccellenza, una specie di essere supremo femminile, terra-madre. In Grecia viene identificata con Rea, la madre degli dei olimpi, e le viene dedicato un culto misterico simile ai misteri eleusini dedicati a Demetra. Nel 205 a.C. l'immagine aniconica (una "pietra sacra") della dea viene trasferita a Roma, dove, le viene dedicato un tempio sul Palatino e una festa annuale in aprile; presto si diffondono anche i suoi culti che prendono forma di religione autonoma.
Ad Atene, il filosofo Carneade (ca. 219-129 a.C.) è il fondatore della cosiddetta "media" Accademia. Fra i più illustri rappresentanti dello scetticismo greco, Carneade è mosso nella sua ricerca non da preoccupazioni di ordine morale, come Pirrone, ma logico e rivolte principalmente a confutare le dottrine stoiche. All'ottimismo della prova stoica dell'esistenza di Dio fondata sull'ordinamento finalistico del mondo, egli oppone una visione pessimistica del male e dell'infelicità presenti nell'universo.

  • Evento: Nuovi influssi sulla religione di Roma
  • Evento: La filosofia di Carneade

Letteratura

Con Tito Macio Plauto (225-184), commediografo, attore, capocomico, organizzatore di spettacoli, si afferma il teatro latino. Caduto in miseria, nell'ingrato lavoro alla macina del mulino compone tre commedie, fra cui Saturio e Addicuts. Di tutte le sue opere Varrone ne distingue 21 autentiche fra cui Anfitrione, Asinaria, Aulilaria, Miles gloriosus, Pseudolus, Truculentus. Plauto scrive per un pubblico composito, prevalentemente popolare, e pratica la contaminatio (mescolanza di più generi) e situazioni fisse (l'amore per la schiava, gli inganni dei servi), che dal teatro classico passeranno a quello rinascimentale e alla Commedia dell'Arte. Come gli intrecci anche i personagggi hanno scarso approfondimento psicologico, sono tipi generici che producono ilarità. Il pregio di Plauto è la ricchezza linguistica, che va dal latino arcaico al neologismo; egli, partendo dal fondo della lingua parlata, arriva ad elaborare uno strumento espressivo vario e significante.
Terenzio (ca. 190-159), commediografo latino, scrive 6 commedie precedute da un prologo tra cui Andria, Eunucus, Adelphoe, e si allontana dalla comicità di Plauto per trasformarsi in sottile analisi psicologica. Il linguaggio è ricco di proverbi e aforismi.
Il periodo classico cinese termina con l'imperatore Chin Shih Huang-ti (r. 221-210).

  • Evento: Affermazione del teatro latino
  • Evento: Opere di Plauto e Terenzio

Arte e architettura

A Roma giungono molte statue greche dalle conquiste di città quali Siracusa e Taranto, gli ori e gli avori di Filippo di Macedonia recati da Tito Quinzio Flaminio, le 134 statue portate da Scipione l'Asiatico, le opere trafugate a Pirro, re dell'Epiro da M. Fulvio Nobiliore e le oltre 500 statue di bronzo e marmo conquistate agli etoli. Viene eretto il primo arco trionfale, quello di L. Stertinio a due fornici, nel Foro Boario, e lo stesso Stertinio ne erige un altro nel Circo Massimo; un terzo è successivamente eretto sul Campidoglio in onore di Scipione l'Africano . L'abilità costruttiva dei romani, che realizzano archi e volte ignoti ai greci, è dimostrata dalla costruzione del Porticus Aemilia, grande magazzino porticato lungo 487 m, diviso in campate ricoperte da volte a botte. Sono infine costruite la Basilica Porcia, edificio longitudinale diviso in tre navate, per riunioni giudiziarie e commerciali, la Basilica Fulvia Emilia e la Sempronia. A Volterra, in Etruria, inizia la produzione di urne cinerarie etrusche in alabastro, con scene di soggetto mitologico. In Grecia è eseguita la celebre Nike di Samotracia, dinamicamente protesa in avanti come una polena di nave a commemorare una vittoria navale, una delle massime realizzazioni della scultura ellenistica, di cui è forse autore il rodio Pythokritos.
In Cina inizia la costruzione della Grande Muraglia durante la dinastia dei Ch'in .

  • Evento: Primo arco trionfale a Roma

Musica

La corte imperiale della dinastia Han in Cina (206 a.C.-220 d. C.) impiega più di 800 musicisti in grado di realizzare elaborati sottofondi musicali in occasione delle cerimonie pubbliche. Un rinvenimento del 1978 porta alla luce l'organico di un'intera orchestra (ancora risalente al V secolo a.C.), composta di ben 124 strumenti, un centinaio dei quali a percussione, tra carillons di pietra e campane, dotati di incisioni relative alla loro intonazione. Nella capitale dell'Impero, il quartiere chiamato il Giardino dei Peri (Li Yuan) ospita le scuole dei musicisti di corte.

  • Evento: La musica alla corte cinese Han

Scienza e tecnologia

Eratostene di Cirene (275-195 a.C.) misura con grande precisione la lunghezza del meridiano terrestre, basandosi sull'osservazione dell'ombra prodotta contemporaneamente ad Assuan e ad Alessandria durante il solstizio estivo: il valore ottenuto è poco lontano da quello reale. Prepara inoltre un planisfero del mondo conosciuto, esteso dal Gange all'Atlantico e da Tule alla Nubia. Gli si attribuisce inoltre l'intuizione, forse derivata dall'Atlantide di Platone, dell'esistenza di un continente posto in mezzo tra l'Asia e l'Africa.
Nella lotta contro Cartagine , Roma modifica le navi da guerra introducendo il ponte levatoio con rostri onde permettere ai soldati di abbordare il nemico e combattere come in terraferma.
Sotto la dinastia Qin (Chhin, 221-207 a.C.) inizia la costruzione della grande muraglia cinese con paramenti in grandi blocchi di pietra squadrata, provenienti da cave spesso molto distanti.

  • Evento: Gli studi di Eratostene di Cirene
  • Evento: Innovazioni romane nella tecnica navale

180 a.C.

Storia nel mondo

Nel 168 a.C. in Palestina la rivolta degli Asmonei contro i Seleucidi per la libertà politica e religiosa si conclude con la concessione di una larga autonomia politica e l'instaurazione della monarchia degli Asmonei.
Mitridate I (171-138 a.C.) della dinastia arsacide conquista nuovi territori da aggiungere al Regno dei Parti, che si estende ora dall'Eufrate all'Indo.
La contesa fra il macedone Perseo ed Eumene II di Pergamo, provoca l'intervento di Roma (terza guerra macedonica, 171-168 a.C.). Perseo è sconfitto dal console romano Emilio Paolo a Pidna, segnando la fine della dinastia degli Antigonidi. Dopo una ribellione, nel 148 a.C. la Macedonia diviene una provincia romana. Nel 146 a.C., i Romani battono la Lega achea, distruggono Corinto, e la Grecia diventa dominio romano col nome di Acaia .
Cartagine viene totalmente distrutta nel 146 a.C. dai Romani durante la terza guerra punica (149-146 a.C.).
L'India è di nuovo frantumata in una congerie di Stati e staterelli. Dal 170 a.C. circa nel Punjab prosperano dinastie di origine greca, provenienti dalla Battriana . Nel sud si formano i regni di Kerala, Pandya e Cola.

  • Evento: 149 a.C. Inizio della terza guerra punica
  • Evento: 146 a.C. Distruzione di Cartagine durante la terza guerra punica

Storia in Italia

La terza guerra macedonica (171-168), conclusasi con la vittoria su Perseo nella battaglia di Pidna, porta allo smembramento della Macedonia e infine alla sua riduzione in provincia nel 146. Nello stesso anno, i Romani distruggono Corinto, capitale della rivolta della Lega Achea e sottomettono la Grecia, che entra a far parte della provincia di Macedonia. Sempre nel 146 si conclude, per opera di Scipione Emiliano, la terza guerra punica, iniziata nel 149, con la definitiva distruzione di Cartagine e la cattura degli abitanti superstiti, che vengono venduti come schiavi; i possedimenti africani della città vanno a costituire una nuova provincia, l'Africa.

  • Evento: 146 a.C. Roma riduce la Macedonia a provincia
  • Evento: 146 a.C. Roma sottomette la Grecia

Religione e filosofia

Il pensiero yoga viene codificato da Patanjali, intorno al 150 a.C., nei quattro volumi dello Yogasutra che indicano regole sugli stati di trance trascendentale e sulla liberazione mistica. I precetti vengono articolati in otto parti tendenti a reprimere i sentimenti, a eliminare la coscienza normale, a porsi in uno stato subcosciente, facendo così confluire la nuova personalità in una sorta di coscienza cosmica. Si afferma, sempre in India, la bhakti (fervente adorazione), concezione religiosa che si esprime con un'esasperata devozione nei riguardi di una divinità, e sfociata poi in veri e propri movimenti religiosi: il culto degli dei Siva e Visnu e del dio-eroe Krsna, incarnazione di Visnu. La tradizione vedica in genere non ha favorito la via della bhakti, la cui origine è da ricercarsi nella cultura non-vedica dell'estremo sud. Il Bhagavadgita, episodio che si aggiunge al più antico poema epico Mahabharata espone le tre vie dell'induismo per raggiungere la realizzazione di se stessi e l'unione mistica con la divinità: quella dell'azione (karman), quella dell'amore (bhakti) e quella della conoscenza (jñana). La bhakti è stata la prima corrente religiosa a opporsi al sistema delle caste.

  • Evento: Il pensiero yoga
  • Evento: La corrente religiosa indiana della bhakti

Letteratura

Marco Porcio Catone (234-149), detto il Censore, uomo politico e scrittore è convinto che l'onestà morale e il saldo possesso dell'argomento siano la base del parlar bene. Scrive in tarda età la prima opera storica latina, Origines, sulle origini di Roma; nel De Agricultura, opera didattica, propone come modello di economia agricola un campo di medie proporzioni in contrasto col latifondo.
I fratelli Tito (162-133) e Caio (154-121) Sempronio Gracco occupano un posto di rilievo nell'oratoria, che praticano con un tipo di eloquenza focosa e autorevole al completo servizio del programma politico.
Lucilio Gaio (180-103 ca.), poeta, crea la nuova satira latina, che gli permette di trattare con la massima libertà i temi più diversi; scrive 30 libri di Saturae.
Il poema indiano Ramayana, (20.000 o 40.000 versi secondo le varie versioni) si fa risalire al II secolo a.C. Sebbene incorpori molto materiale religioso, è principalmente la storia della vittoria ariana sulle popolazioni indigene indiane. Precorre la poesia di corte e ha molta influenza sugli sviluppi letterari in tutta l'Asia meridionale.

  • Evento: Opere di Catone
  • Evento: Opere di Tito e Caio Sempronio Gracco
  • Evento: Il poema indiano Ramayana

Arte e architettura

A Roma è costruito il Tempio di Giove Satore, il primo in marmo, opera dell'architetto greco Ermodoro , ed il ponte Emilio, il primo in muratura; il secondo sarà il ponte Milvio. È di questo periodo il mosaico della Battaglia d'Isso della Casa del Fauno di Pompei: ellenistico nel soggetto e nello stile testimonia il grande sviluppo della tecnica musiva a tessere. In Grecia viene scolpita la Venere di Milo, sviluppo dell'Afrodite Cnidia di Prassitele . Ad Atene, secondo la tendenza neoattica, si riprendono i modelli del passato, severi e classici, ma con formulazioni spesso fredde e impoverite: molte di queste opere sono destinate all'esportazione in Italia. Ad Atene, l'architetto italico Cossutius inizia la costruzione dell'enorme Tempio corinzio di Zeus Olimpico per il principe siriaco Antioco Epifane; completato nel 130 d.C., lungo 107 m, con 104 colonne, è una trasposizione, in Grecia, del gusto per il gigantismo scenografico dell'Asia Minore. Sempre ad Atene è costruita la Stoà di Attalo I nell'Agorà, uno dei primi esempi di edificio a più piani con ordini sovrapposti. A Pergamo Eumene II fa erigere il grande Altare di Zeus che, con la sua decorazione scultorea, il fregio della Gigantomachia ed il pittorico fregio del portico con il Mito di Telefo, è il maggior complesso scultoreo del mondo antico.

  • Evento: Tendenza neoattica ad Atene

Musica

In epoca contemporanea vengono rinvenuti in Grecia, scolpiti nella stanza del tesoro di Atene nel Tempio di Delfi, due Inni delfici dedicati ad Apollo del 138 e del 128 a.C., opera rispettivamente di un autore anonimo e di Limenio.

  • Evento: Gli Inni delfici

Scienza e tecnologia

I Cinesi introducono nella produzione metallurgica un mantice doppio che fornisce un flusso d'aria regolare e uniforme; si migliora così la possibilità di ottenere ferro fuso in piccoli crogioli. I Persiani apprendono dall'India la tecnica del ferro di crogiolo e più tardi i Musulmani la trasmetteranno fino in Spagna. Con ferro fuso fucinato insieme con l'acciaio ricavato dal ferro saldato si forma il filo delle spade.
In Cina viene migliorata notevolmente anche l'arte della navigazione con l'introduzione di vele più efficienti e manovrabili.
A Roma vengono costruiti, tra il 142 e il 140 a.C., il primo ponte in muratura sul Tevere, il ponte Emilio, e l'acquedotto dell'Aqua Marcia , di oltre 90 km, in parte su arcate. Nelle costruzioni, oltre ai mattoni, vengono usate rocce laviche locali e la pietra di Tivoli detta travertino dal nome latino lapis tiburtinus.

  • Evento: La fusione del ferro in Cina
  • Evento: Costruzione del primo ponte in muratura sul Tevere

140 a.C.

Storia nel mondo

Sconfitti i Seleucidi, i Parti sono impegnati duramente contro i nomadi Saci: il re Fraate II, figlio di Mitridate, muore combattendoli. Mitridate II (124-87 a.C.) restaura la potenza dei Parti.
La dinastia Han raggiunge l'apogeo sotto l'imperatore Wu-ti (140-87 a.C.), che sconfigge gli Unni e porta il regno alla sua massima estensione territoriale: verso sud fino al Tonchino, verso nord-est fino alla Corea meridionale, verso occidente fino all'attuale Sinkiang. Wu-ti crea la burocrazia dei mandarini, cui si accede attraverso un sistema di esami formalmente aperti a tutti; in effetti la carriera nella burocrazia comportava spese che solo la classe dei proprietari terrieri poteva permettersi. Viene consolidata l'autorità imperiale sulle province, ma le guerre causano difficoltà economiche interne.
Dopo la morte di Massinissa (148 a.C.), la Numidia viene divisa fra i tre figli, ma il nipote Giugurta si impadronisce, nel 116 a.C., di tutta la regione, provocando l'intervento dei Romani e la lunga guerra giugurtina, vinta da Mario nel 105 a.C. La Numidia è divisa in due parti e una parte diventa provincia romana. I Romani devono anche affrontare i Cimbri e i Teutoni (113-101 a.C.) subendo prima pesanti sconfitte, poi riuscendo a batterli, sotto il comando di Mario, nelle battaglie di Aquae Sextie e dei Campi Raudi .

  • Evento: Apogeo della dinastia Han in Cina

Storia in Italia

La ribellione degli schiavi in Sicilia (I guerra servile 136-132) viene soffocata nel sangue da Roma. Nel 129 Roma assoggetta il regno di Pergamo, che diventa la provincia romana d'Asia.
Tiberio Gracco, eletto nel 133 tribuno della plebe, inizia una politica di riforme che prevede la distribuzione delle terre pubbliche incolte ai cittadini nullatenenti, ma si scontra con la nobiltà, rappresentata dal Senato, e con gli alleati latini e italici, i cui interessi venivano danneggiati dalla riforma. La legge viene tuttavia approvata, ma Tiberio Gracco viene ucciso. La sua politica viene proseguita con decisione dal fratello Caio Gracco, eletto al tribunato nel 123, che rilancia la legge agraria e propone l'estensione dei diritti di cittadinanza ai Latini e agli altri confederati italici, incontrando l'opposizione del Senato. Nel 121, durante una serie di disordini, rimane ucciso.
Il console Mario pone vittoriosamente termine alla guerra giugurtina (111-105), in seguito a cui una parte della Numidia diventa provincia romana.
Cominciate nel 113, le invasioni dei barbari Cimbri e Teutoni provenienti dal nord, dopo alcune sconfitte subite dai Romani, vengono fermate da Mario, che, grazie alle innovazioni da lui introdotte nell'ordinamento dell'esercito, vince i Teutoni ad Aquae Sextie nella Gallia Narbonense (102) e i Cimbri ai Campi Raudi presso Vercelli (101).

  • Evento: 133 a.C. Prime riforme dei due fratelli Gracco
  • Evento: 129 a.C. Sottomissione romana del regno di Pergamo

Religione e filosofia

In Cina Tung Chung-shu istituisce il confucianesimo come culto di stato (ca. 140 a.C.). I suoi insegnamenti affermano l'esistenza di una triade formata da cielo, terra e uomo, che l'imperatore, per decreto divino, deve mantenere in armonia. Da un punto di vista cosmologico yin e yang orientano come due poli, l'universo e ne permettono la comprensione. La funzione dell'antitesi yin/yang si è esplicata su diversi piani: da quello spaziale (nord e sud, alto e basso) a quello temporale, (giorno e notte, stagione calda e stagione fredda) a quello sociale (femminile e maschile). Questa formulazione binaria dell'universo nasce da un sistema divinatorio risalente alla fine del II millennio a.C. e la sua completa elaborazione è rappresentata dai Ching, un famoso testo confuciano. Il sistema mette l'uomo in connessione con i ritmi cosmici, intesi come necessità naturali, mediante la traduzione e trascrizione del divenire (arbitrario) in formule (necessarie).

  • Evento: Il confucianesimo diventa culto di stato in Cina

Letteratura

Nel cosiddetto circolo latino di Lutazio Catulo (?-m. 87 a.C.) fiorisce la poesia epigrammatica di imitazione greca e si perfeziona il gusto della poesia lirica che avrà nel periodo successivo il suo massimo rappresentante in Catullo .
Lucio Accio (170-90), poeta latino, il più grande autore tragico del periodo repubblicano, scrive tragedie di cui ci restano frammenti e 40 titoli fra cui Brutus, Decius, in prevalenza di argomento del ciclo troiano.
Pomponio (fine II sec. a. C.), poeta latino, scrive commedie atellane di cui restano 70 titoli. Gli argomenti sono satire politiche, scene farsesche, religiose e letterarie.
Cornelio Scipione Emiliano (185-129), eminente oratore, si oppone con le sue Orazioni alla rieleggibilità dei tribuni della plebe.
La poesia viene perfezionata intorno al 100 a.C. Usata soprattutto per le descrizioni, combina elementi di prosa e poesia in una forma più libera della personale poesia Sao.
Su-ma Ch'ien (ca. 145-86) scrive la prima storia dinastica della Cina. Le sue Memorie storiche sono notevoli per la loro obiettività.

  • Evento: Fioritura della poesia epigrammatica

Arte e architettura

Sono di questi anni gli affreschi della Casa del Fauno di Pompei , eseguiti nel primo stile pompeiano. Questo stile di origine ellenistica e diffuso in Campania e a Roma, è caratterizzato dall'imitazione di una parete a blocchi squadrati o di un rivestimento marmoreo su alto zoccolo.
In Cina viene eseguito a Mang cheng il vestito funebre dell'imperatore Liu Sheng, capolavoro dell'oreficeria durante la dinastia degli Han , composto da tessere di giada legate da trecce di fili d'oro.

  • Evento: Affreschi della Casa del Fauno a Pompei

Musica

Secondo il cronista Symaa Chian (163-85 a.C.) la notazione musicale è ideata in Cina da un maestro di musica che compone una melodia per cetra. Al II secolo a.C. (ovvero alla fondamentale dinastia Han, 206 a.C.-220 d.C.) va fatta risalire la composizione di una serie di importanti testi di teoria musicale (come il Libro della musica e il Libro dei riti) che dimostrano il rinnovato interesse dei cinesi per la disciplina, segno di un dibattito sul valore della musica alimentato nei secoli precedenti anche dall'intervento di Confucio stesso.

  • Evento: I libri di teoria musicale in Cina

Scienza e tecnologia

La tecnologia precolombiana in Perù e Colombia si specializza nella produzione della ceramica, lavorata senza l'ausilio della ruota (conosciuta solo con l'arrivo degli Spagnoli), e nella fusione dei metalli come oro, rame e leghe derivate (tumbaga, guanin). L'oro veniva ricavato dai fiumi oppure scavando pozzi. Per i metalli la tecnica dello sbalzo è la più comune data la facilità di realizzare oggetti con metalli malleabili.
Ipparco (ca.161-120 a.C.) è considerato il più grande astronomo del suo tempo. Non solo misura la distanza Terra-Luna utilizzando calcoli trigonometrici da lui introdotti per la prima volta, ma compila un catalogo di oltre 1000 stelle visibili assegnando loro una posizione nella volta celeste e suddividendole in sei classi di grandezza secondo il loro splendore apparente. Scopre in tal modo la precessione degli equinozi. Applica i criteri di latitudine e longitudine anche per definire le coordinate geografiche di punti sulla superficie terrestre.
Nelle opere di ingegneria i Romani sfruttano con grande consapevolezza le strutture ad arco ed introducono la tipologia del circo e dell'anfiteatro . Nel 109 a.C. inizia la costruzione del Ponte Milvio a Roma.

  • Evento: Produzione di ceramiche e lavorazione dei metalli in Sudamerica
  • Evento: Gli studi astronomici di Ipparco

100 a.C.

Storia nel mondo

Mitridate VI re del Ponto intraprende una aggressiva politica espansionistica in Asia, diretta contro le confinanti Galazia, Paflagonia e Bitinia, ma il cui vero obiettivo è la potenza romana, contro cui sobilla le popolazioni asiatiche e greche. Nell'88 a.C. fa massacrare in Asia Minore 80.000 Romani, provocando l'inizio della I guerra mitridatica. Silla riconquista Atene e sconfigge Mitridate a Cherone nell'86 a.C. e a Orcomeno nell'85 a.C. Costretto con la pace di Dardano (84 a.C.) a restituire i territori conquistati e a consegnare la flotta, non ottempera alle condizioni se non dopo essere stato sconfitto da Licinio Murena nella II guerra mitridatica (83-81 a.C.). Nel 74 a.C. Mitridate scende nuovamente in guerra contro i Romani che avevano occupato la Bitinia (III guerra mitridatica, 74-63 a.C.), ma viene sconfitto nel 69 a.C. da Lucullo e nel 66 a.C. da Pompeo. Si rifugia nella Colchide per riprendere di lì la lotta, ma, dopo la ribellione del figlio Farnace, si uccide.
Pompeo assoggetta il Ponto, la Bitinia, la Siria e la Cilicia, che diventano provincie romane; l'Armenia, la Cappadocia, la Galazia, la Colchide e la Giudea, che diventano Stati vassalli di Roma. Il re di Giudea, Erode il Grande , imposto dai Romani, elimina gli Asmodei.
Tolomeo IX Latiro distrugge Tebe nell'84 a.C., dopo che nella regione, dove era più viva l'antica tradizione egizia, specie sacerdotale, vi erano state delle rivolte.
Il regno indiano del Punjab è conquistato dai Saka, a loro vota battuti dai Parti.

  • Evento: 88 a.C. Inizio della prima guerra mitridatica tra Roma e il Ponto

Storia in Italia

Gli Italici si ribellano a Roma (guerra sociale 91-89) e formano una nuova confederazione indipendente. La guerra ha termine con la concessione della cittadinanza agli Italici.
Silla, incaricato della condotta della guerra contro Mitridate, re del Ponto (I guerra mitridatica 88-84), che sobillava contro Roma i popoli orientali, viene sostituito da Mario per volontà dei comizi tribuni. Silla marcia su Roma, dove entra in armi, restaura l'autorità senatoria, uccidendo gli avversari, e riparte per l'Oriente. Partito Silla, Mario rientra a Roma e si vendica senza pietà contro gli ottimati, prima di morire nell'86. Nel frattempo Silla costringe Mitridate alla resa (84), e rientrato in Italia, con l'appoggio di Gneo Pompeo e Licinio Crasso , sbaraglia l'esercito dei Mariani alle porte di Roma (82), tornando padrone assoluto della città. Il periodo della sua dittatura (82-79) segna la restaurazione del potere delle oligarchie e una riduzione dell'importanza dei tribuni.
Pompeo sconfigge in Spagna (77-71) gli insorti comandati da Sertorio, antico ufficiale di Mario, mentre Lucullo combatte la III guerra mitridatica (74-63); la rivolta degli schiavi capitanata da Spartaco (73-71) è domata da Crasso e da Pompeo.
Il consolato di Pompeo e Crasso nel 70 segna l'abolizione della costituzione sillana e un ritorno al potere dei tribuni.
Pompeo sgomina la pirateria (67) e sconfigge definitivamente Mitridate (66), conquistando inoltre nuove province in Oriente (64).
A Roma Cicerone, console nel 64 e nel 63, sventa la congiura di Catilina (63-62).
Tornato a Roma trionfatore e congedato l'esercito, Pompeo si vede negare dal Senato la ratifica delle misure prese in Oriente e la distribuzione di terre ai veterani. Si allea perciò con Crasso e Cesare nel I triumvirato (60).

  • Evento: 91 a.C. Inizio della ribellione degli Italici contro Roma
  • Evento: 82 a.C. Inizia la dittatura di Silla a Roma
  • Evento: 70 a.C. Viene ristabilito il potere dei tribuni
  • Evento: 60 a.C. Formazione del I triumvirato a Roma

Religione e filosofia

In questo periodo vi è il fiorire della filosofia stoica a Roma a opera del filosofo greco Panezio (ca. 185-109 a.C.) che frequenta la cerchia degli amici di Scipione Africano Minore, grande ammiratore della cultura greca. L'etica stoica, però, si modifica: adattandosi allo spirito romano, acquisisce virtù attive (magnanimità, generosità, benevolenza) in luogo di quelle passive della resistenza alla passioni e dell'adeguamento, nelle azioni, alla ragione universale che tutto governa. Il pensiero di Panezio è stato largamente utilizzato da Cicerone nel De officiis.
In Israele, i Farisei orientano la loro azione verso le masse, alle quali cercano d'infondere con spirito di devozione gli insegnamenti religiosi tradizionali. Essi si oppongono all'adozione della cultura ellenistica da parte dei loro governanti conservatori (Sadducei ) e vengono accusati di arido formalismo per l'importanza riservata alla regolarizzazione di tutti gli aspetti della vita sulla base della legge ebraica. Tuttavia, godono della fedeltà di gran parte della popolazione, grazie alla loro austerità e al loro ascetismo. Il fariseismo, dando vigore alla moralità della Legge e mostrando duttilità nel modo di osservare le norme, ha posto l'ebraismo in condizione di sopportare le vicissitudini dei secoli successivi e di sopravvivere.

  • Evento: La filosofia stoica a Roma
  • Evento: La dottrina dei Farisei in Israele

Letteratura

Cicerone (106-43), oratore, scrittore, filosofo e uomo politico è il massimo esponente dell'oratoria latina. Pronunzia la sua prima orazione nell'81, Pro Quinctio. Fra le 58 orationi rimaste le più importanti sono le Verrine, contro Verre , disonesto pretore della Sicilia, De lege agraria, contro un progetto terriero, le Catilinarie, contro Catilina , Pro Archia, con un bellissimo elogio delle lettere.
Tito Lucrezio Caro (ca. 99-55), poeta latino, epicureo convinto, scrive una sola opera, De rerum natura, in 6 libri, nella quale espone in modo scientifico e severo la costituzione atomica dell'universo, dell'animo umano, del meccanismo delle sensazioni, dell'origine del mondo e degli uomini. I sei libri sono contornati da proemi e finali stupendi. In lui si fanno poesia la dottrina, la polemica, il rigore ragionativo. Il suo linguaggio riflette l'adesione impulsiva e appassionata alla realtà. Frammenti di questo testo, censurato e scomparso nel Medioevo, saranno ritrovati, nel Quattrocento da Bracciolini .
Valerio Catullo (84-54 a.C.), poeta latino, segue le tendenze dei poetae novi. Scrive una raccolta di poesie, carmina docta, epigrammata, in cui trasfonde sentimenti e passioni, soprattutto l'infelice amore per Lesbia.

  • Evento: Cicerone e l'oratoria latina
  • Evento: Tito Lucrezio Caro scrive il De rerum natura

Arte e architettura

A Roma è realizzata l'Ara di Domizio Enobarbo, opera del greco Scopa , primo monumento pubblico decorato con sculture in rilievo; la decorazione con marmi della dimora di M. Licinio Crasso inizia una nuova moda patrizia, mentre nel periodo di Silla l'arte romana assume caratteri propri: gli apporti ellenistici sono trasformati in modi in cui sono presenti echi dell'ellenismo della Campania e dell'Apulia, già diffusi anche in Etruria. Nell'arte della corrente plebea sopravvivono caratteri della cultura italica, tendenza che sarà una delle componenti dell'arte romana nelle province; vengono inoltre costruiti alcuni grandiosi complessi architettonici, quali il Tabularium a Roma e il Tempio della Fortuna Primigenia a Palestrina. Grande la passione per i gioielli: Scauro, Pompeo, Cesare possiedono collezioni di pietre preziose, e Pompeo fa sfilare in trionfo un proprio ritratto ornato di perle. A Pompei sono eseguite le pitture della Villa dei Misteri, del secondo stile pompeiano, architettonico, con figurazioni mitologiche, impiegato anche nelle pitture della Casa dei Grifi a Roma. Nell'Europa Occidentale inizia intanto il declino dell'arte celtica: a quest'ultima fase risale il Calderone di Gundestrup, d'argento, con figurazioni mitologiche in rilievo; dopo la conquista romana della Gallia, l'arte celtica si sviluppa in Gran Bretagna e Irlanda, con caratteri arcaizzanti e neogeometrici.
In India lo Stupa di Sanchi, con quattro portali in pietra scolpiti a rilievo, è uno dei maggiori documenti della storia dell'arte indiana.

  • Evento: Costruzione di grandi complessi architettonici a Roma
  • Evento: Le pitture delle ville a Pompei

Musica

Viene creato in Cina, intorno al 100 a.C. un vero e proprio Ufficio imperiale della musica, cui è demandata l'organizzazione della vita musicale sia nel campo del culto sia sul versante della musica di corte che di quella militare. La ramificazione dell'attività dell'Ufficio comporta anche l'interessamento alla musica estera e a quella popolare. Grande impulso viene dato anche al recupero dell'antica tradizione autoctona cinese con la raccolta, sistemazione e catalogazione in archivio delle fonti musicali nazionali.

  • Evento: Creazione dell'Ufficio imperiale della musica in Cina

Scienza e tecnologia

Per la produzione del ferro sono in uso due tipi di forno, forse sviluppati dalle popolazioni celtiche dell'Europa Centrale e che saranno impiegati fino a tutto il Medioevo: da una parte il forno catalano detto anche basso fuoco per le dimensioni ridotte, munito di uno o due mantici; dall'altro il forno a tino, alto due o tre metri e perciò lontano antenato dell'altoforno, che si carica dall'alto e si svuota dal basso. Essi possono produrre ferro sufficientemente malleabile da poter essere forgiato con carbone per produrre acciaio. In nessuno dei due tipi di forno si raggiungono però temperature atte a fornire ferro fuso.
Il poeta romano Lucrezio (ca.95-55 a.C.) scrive il De rerum natura, poema creato per spiegare ed esaltare le teorie atomistiche di Epicuro sulla storia dell'umanità e sulla composizione del mondo fisico.

  • Evento: Tipologie di forni per la lavorazione del ferro

60 a.C.

Storia nel mondo

In otto anni di dura guerra (58-51 a.C.), con una triplice campagna, contro gli Elvezi (58 a.C.), i Belgi (57 a.C:) e gli Aquitani (56 a.C.), Giulio Cesare conquista tutta la Gallia, assicurandola al dominio romano. Per consolidare l'autorità di Roma, combatte vittoriosamente contro le popolazioni germaniche stanziate al di là del Reno (55 a.C:) e compie due spedizioni in Britannia, nel 55 e 54 a.C., tentando di soggiogare quei popoli alleati dei Galli. Non riesce a portare a termine l'impresa, poichè viene richiamato a fronteggiare una ribellione dei Galli, riunitisi sotto la guida di Vercingetorige, capo degli Arverni. Con la vittoria alla battaglia di Alesia (52 a.C.), la Gallia intera è assoggettata al dominio romano.
Intanto in Oriente i Romani raccolgono l'eredità dei Seleucidi, e diventano gli antagonisti dei Parti. La lotta tra i due imperi conosce fasi alterne. Nel 53 a.C. Crasso si intromette nella lotta di successione tra Orode II e Mitridate III e invade la Mesopotamia , ma viene sconfitto e ucciso a Carre. Il parto Pacoro, figlio di Orode II, tenta di conquistare la Siria nel 51 a.C. e poi nel 39-38 a.C., quando subisce una serie di pesanti sconfitte a opera di Ventidio Bosso (39-38 a.C.). Nel 34 a.C., invece, Antonio fallisce nell'impresa di cacciare i Parti dall'Armenia.
La Numidia diventa provincia romana col nome di Africa Nova nel 46 a.C., dopo la sconfitta di Giuba I, re della Numidia orientale alleato dei pompeiani, presso Tapso ad opera di Giulio Cesare. L'Egitto diviene provincia romana nel 30 a.C., dopo la sconfitta della flotta di Antonio e Cleopatra VII alla battaglia di Azio (31 a.C.) e la presa di Alessandria (30 a.C.). Antonio e Cleopatra si uccidono. È la fine dell'Egitto tolemaico.
Erode il Grande , re dei Giudei, occupa Gerusalemme nel 37 a.C. Il regno è diviso fra i suoi figli: la Giudea, la Samaria e l'Idunea ad Archelao; la Galilea e la Perea a Erode Antipa.
Dalla Cina, la dinastia Han (208 a.C.-220 d.C.) si espande in Asia centrale intorno al 60 a.C.
Intorno al 50 a.C. sorge il regno dei Kushana , che conquistano l'India nord-occidentale organizzandovi un saldo e fiorente Impero, i cui sovrani principali furono Kadfise I e II e Kaniska, che incoraggia i commerci e la diffusione del buddhismo .

  • Evento: 53 a.C. Guerra tra Roma e l'impero dei Parti
  • Evento: 52 a.C. Conquista della Gallia da parte di Giulio Cesare
  • Evento: 30 a.C. L'Egitto diventa provincia romana

Storia in Italia

Dopo il consolato (59) Cesare parte nel 58 per la Gallia, da cui farà ritorno nel 51 dopo averla completamente sottomessa, avendo sconfitto il capo dei Galli Vercingetorige ad Alesia (52). Istigato da Pompeo, che dopo la morte di Crasso in battaglia contro i Parti (53) è diventato il rivale di Cesare, il Senato intima a Cesare di cedere il comando della Gallia e di sciogliere l'esercito. Nel 49 Cesare varca il Rubicone al comando delle sue legioni, disubbidendo al Senato, ed entra in Roma, da cui Pompeo era fuggito, riparando in Grecia. Cesare sconfigge i pompeiani in Spagna, a Llerda, e poi sbaraglia Pompeo a Farsalo, in Tessaglia. Pompeo fugge in Egitto, dove viene assassinato. Cesare insedia la regina Cleopatra sul trono d'Egitto (47). Dopo aver sconfitto Farnace, figlio di Mitridate, a Zela (47), rientra a Roma dove ristabilisce l'ordine, sconfigge i pompeiani a Tapso in Africa (46) e infine a Munda in Spagna (45).
Senza più rivali, Cesare assomma in sé tutti poteri fondamentali dello Stato, civili, militari e religiosi e può dare inizio a una grande opera di riforma politica e civile. Ma alle idi di marzo del 44 Cesare è assassinato, vittima di un complotto di senatori, capeggiato da Bruto e Cassio.
La successione di Cesare scatena la guerra civile che vede contrapposti il console Marco Antonio, un fedelissimo di Cesare, e Ottavio (Cesare Ottaviano), pronipote di Cesare e da questi designato suo erede, appoggiato dal Senato. Ottaviano, conquistati a sé i vecchi soldati di Cesare, sconfigge a Modena Antonio (43), quindi si fa eleggere console dal popolo. Si accorda con Antonio e con Lepido , altro cesariano, per costituire il II triumvirato al fine di riordinare lo Stato. Nel 42 Antonio sconfigge Cassio e Bruto a Filippi, e i triumviri si spartiscono l'Impero: ad Antonio l'Oriente, a Ottaviano l'Occidente, a Lepido l'Africa, mentre l'Italia è governata in comune.
Nel 37 Antonio sposa Cleopatra, ma il suo tentativo di costituire un regno orientale fallisce con la sconfitta ad Azio (31) ad opera di Ottaviano. Antonio e Cleopatra si uccidono e l'Egitto diventa dominio romano.
Nel 27 Ottaviano restaura la Repubblica, fregiandosi solo del titolo di Augustus, ma concentra in realtà nelle sue mani i maggiori poteri: ha inizio l'età imperiale.

  • Evento: Le imprese di Giulio Cesare
  • Evento: 44 a.C. Assassinio di Cesare
  • Evento: 43 a.C. Costituzione del II triumvirato romano
  • Evento: 27 a.C. Inizio dell'età imperiale con Ottaviano

Religione e filosofia

Il pensiero di Cicerone (106-43 a.C.) è legato ai contatti avuti ad Atene con Antioco di Ascalona , capo dell'Accademia dopo Filone, e con lo stoico Posidonio a Rodi. Qui matura da un lato la sua adesione al genere oratorio detto appunto rodio e dall'altro l'ideale di una cultura enciclopedica. L'eclettismo, in retorica come in filosofia, sarà del resto la sua cifra più rappresentativa. Nei suoi scritti (De finibus, Tuscolanae disputationes, De fato, De officiis, De divinatione, ecc.) egli ha il merito di rielaborare in lingua latina molti scritti filosofici greci, dimostrando avversione per l'epicureismo, per il suo scetticismo metafisico e soprattutto per la sua morale individualistica ed edonistica, in netto contrasto con le virtù e il senso della collettività, tipicamente romani.
Tito Lucrezio Caro (ca. 99-55 a.C.) compone un lungo poema, De rerum natura, in cui sviluppa la teoria epicurea dell'atomismo fisico, dottrina derivata da Democrito. Il poema si divide in sei libri di ca. 7500 versi e mira a esporre le teorie sulla costituzione dell'universo, sulla natura dell'uomo, sui fenomeni terrestri e celesti, per liberare l'umanità dai terrori degli interventi divini e della sopravvivenza nell'aldilà. Il mondo è invece retto dalle leggi meccaniche della natura e l'anima è mortale perché costituita anch'essa di materia. Tutta l'opera è pervasa da un entusiasmo che la distingue da ogni altro poema didascalico, tuttavia Lucrezio è anche cosciente delle sofferenze umane, della violenza delle forze naturali, della malvagità degli istinti. Cicerone diventa suo editore pubblicando postumo il De rerum natura, opera disprezzata dai cristiani per il suo ateismo.

  • Evento: Il pensiero di Cicerone

Letteratura

Cicerone continua la sua attività letteraria con le 14 Filippiche (44-43) contro la politica del tribuno Antonio. Nel De oratore e Orator (46) si occupa della figura del perfetto oratore che deve avere una profonda cultura generale e commuovere l'uditorio. Nel Brutus traccia una storia dell'eloquenza romana. Nel De Repubblica e nel De legibus (51), tratta di filosofia politica. Dal 68 al 43 scrive le Epistulae indirizzate ad amici, familiari e politici che rivelano la sua eccezionale capacità di giudizio.
Giulio Cesare (ca. 100-44 a.C.) letterato e generale romano è autore dei Commentari de bello gallico, sulla guerra gallica e Commentari de bello civili, sulla guerra civile. Non si tratta solo di appunti di un generale, ma di vere opere letterarie in stile puro e sobrio.
Publio Virgilio Marone (70-19 a.C.), compone le Bucoliche e le Georgiche, poema didascalico in cui si compenetra nella vita della natura e nel mondo del lavoro umano. Tra il 29 e il 19 scrive l'Eneide in 12 libri in cui si riconcilia con la politica di Augusto e comprende il valore della missione storica di Roma.

  • Evento: Opere di Cicerone
  • Evento: Opere di Giulio Cesare

Arte e architettura

A Roma è eretto il sepolcro di Cecilia Metella , derivazione dalle tombe etrusche a tumulo in forma circolare su un basamento quadrato, e il Teatro di Pompeo, primo teatro romano in muratura che, a differenza del teatro greco che si appoggia al declivio collinare, sorge in pianura grazie ad archi e volte. Si sviluppano il commercio antiquario e il collezionismo: esaurite le opere dei maggiori scultori greci, si diffonde il commercio delle copie: si imitano opere della scultura dei secoli V e IV a.C. e opere pittoriche del secolo IV a.C.; di questo periodo sono le pitture della Casa dell'Esquilino, con scene dell'Odissea, da originali alessandrini. Viene inaugurato il Forum Iulii, incentrato sul Tempio di Venere Genitrice, il primo dei fori voluto da Cesare : a differenza dell'aperta agorà greca, il foro romano è un'opera scenografica chiusa, incentrata su una veduta assiale. Viene costruito il Tempio della Fortuna Virile, in stile ionico, e sono eseguite le pitture e gli stucchi della Casa della Farnesina, di eclettico gusto erudito. Vitruvio dedica infine ad Augusto il De Architectura, primo trattato di architettura greco-romana. A Rimini viene edificato l'Arco di Augusto che rappresenta il passaggio dalla porta tradizionale all'arco onorario.

  • Evento: Primo teatro romano in muratura
  • Evento: Il foro romano

Musica

La lirica cinese più antica affronta soggetti molto diversi tra loro, spaziando da argomenti politici a canti sacri, alla poesia erotica. Nelle sfarzose cerimonie di corte musica e danza costituiscono il fulcro dell'intrattenimento, mentre le forme di teatro musicale (l'opera) tuttora fiorenti si sviluppano solamente dal XIII secolo. La tradizione musicale cinese conosce una progressiva decadenza da cui si risolleva soprattutto ad opera della dinastia T'ang (618-907), che vede la creazione di un sistema di classificazione musicale.

  • Evento: I temi della lirica cinese

Scienza e tecnologia

Il calendario giuliano, così detto perchè adottato nel 45 a.C. da Giulio Cesare, viene predisposto da Sosigene di Alessandria in base alle antiche conoscenze astronomiche egiziane. Esso prevede un anno di 365 giorni con un giorno supplementare intercalato ogni quattro anni per recuperare la frazione di giornata (circa un quarto) che il calendario non può utilizzare. Rimane comunque un'inesattezza di 11 minuti all'anno, che diventeranno 10 giorni alla fine del XVI secolo, quando nel 1582 il papa Gregorio XIII correggerà l'errore.
Erone, il più noto degli ingegneri alessandrini, vissuto forse a cavallo della nascita di Cristo, inventa l'odometro per misurare le distanze lungo tragitti terrestri, la diottra o traguardo di precisione e vari meccanismi automatici che sfruttano anche il vapore; è inoltre il primo a calcolare la radice cubica.
La tecnologia romana sperimenta i mulini ad acqua, che però verranno descritti in modo completo da Vitruvio nel I sec.d.C.

  • Evento: Il calendario giuliano

20 a.C.

Storia nel mondo

Augusto nel 20 a.C. riprende ai Parti le insegne perdute da Crasso; l'anno dopo pacifica le provincie della Spagna e della Gallia, e successivamente le zone alpine, occupando nel 9 a.C. la sponda meridionale del Danubio. La Galazia e la Giudea diventano provincie; in Giudea nel 26 a.C. il governatore romano Ponzio Pilato sostituisce Archelao; impone il protettorato romano sull'Armenia, fonda 28 nuove colonie, crea le province del Norico e della Rezia; nel 25 a.C unisce l'Africa Nova (Nubia) e l'Africa Vetus (territorio di Cartagine) a costituire la provincia proconsolare d'Africa. Tiberio, figliastro dell'imperatore, sottomette la Pannonia (12-9 a.C.), che diventa provincia romana, e suo fratello Druso in Germania arriva fino all'Elba, dopo aver sottomesso i Batavi, i Frisoni e i Chauci. La seconda spedizione germanica di Tiberio (4-6 d.C.) rafforza il confine danubiano, mentre la sconfitta subita dai Romani nella Selva di Teutoburgo (9 d.C.) convince Augusto ad arretrare il confine sul Reno.
Tiberio (r. 14-37 d.C.) diventa imperatore e prosegue l'opera di Augusto, e compie nuove spedizioni contro i Germani (14-16 d.c.)
Il regno cuscita in Nubia è in declino intorno al 10 d.C.
In Messico vengono costruiti villaggi lacustri.
L'usurpatore Wang Mang, grande dignitario di corte, interrompe brevemente la dinastia Han (9-23 d.C.). Animato da spirito riformatore, si impadronisce del potere e cerca di introdurre nell'ordinamento dello Stato alcune leggi progressiste. Ma all'opposizione intransigente dei grandi feudatari si aggiunge il malcontento dei contadini vessati dalle tasse. Nel 18 d.C. scoppia la rivolta detta delle Sopracciglia rosse che Wang Mang non riesce a reprimere. Nel 23 d.C. i rivoltosi prendono la capitale Ch'ang-an e Wang Mang viene catturato e ucciso.

  • Evento: Le conquiste di Giulio Cesare Augusto
  • Evento: 14 d.C. Tiberio succede ad Augusto

Storia in Italia

Sotto Augusto si procede a un profondo rinnovamento politico e culturale; il potere legislativo passa al Senato, mentre si costruisce un'ordinata ed efficiente burocrazia che sarà uno dei cardini dell'impero; l'Italia è suddivisa in regioni amministrative, sono riorganizzate le province, mentre i confini vengono consolidati.
Tiberio, figliastro dell'imperatore, sottomette la Pannonia (12-9), e il fratello Druso in Germania arriva fino all'Elba. La seconda spedizione germanica di Tiberio (4-6 d.C.) rafforza il confine danubiano, mentre la sconfitta subita dai Romani nella Selva di Teutoburgo (9 d.C.) convince Augusto ad arretrare il confine sul Reno.
Il 19 agosto del 14 d.C. Augusto muore. Gli succede Tiberio, primo della dinastia Giulio-Claudia, che rafforza il carattere monarchico del regime.
Nuove spedizioni (14-16) contro i Germani.

  • Evento: Rinnovamento politico e culturale sotto Augusto

Religione e filosofia

Gesù nasce a Betlemme, in Giudea, all'incirca nel 4 a.C. e svolge in Palestina la sua predicazione; essa si colloca all'interno della tradizione ebraica, ma ne rinnova profondamente il contenuto. Infatti, Gesù si rivolge a tutti gli uomini di buona volontà e in particolare a chi soffre, ai diseredati e ai peccatori, così come viene attestato dai Vangeli sinottici di Matteo, Luca e Marco. A costoro egli promette il regno di Dio, che non è legato alla dimensione terrestre, ma ha un significato di rinnovamento interiore, di liberazione dal male, di redenzione dal peccato. È solo l'amore verso Dio e gli uomini che è in grado di redimere e non l'osservanza formale alle leggi o alle pratiche del culto. Gesù si presenta al mondo come figlio di Dio e dell'uomo che porta la speranza della salvezza eterna attraverso la fede. In quest'ottica il cristianesimo si stacca dall'orientamento religioso ebraico: da quello dei Sadducei che si fermano a un'osservanza formale delle leggi, da quello dei Farisei impegnati nella conservazione della più genuina tradizione ebraica e dall'ascetismo degli Esseni .

  • Evento: Nascita di Gesù

Letteratura

Orazio (65-8 a.C.), poeta latino, amico di Virgilio che lo presenta a Mecenate. Si afferma come artista raffinato e continautore dei poetae novi. Scrive fra il 40 e il 30 Satire ed Epodi, sui pericoli della guerra civile, sulla vita rustica, sulla battaglia di Azio , contro l'imperversare delle superstizioni magiche. Oltre a due libri di Satire, scrive le Odi di argomento vario, amore, lode del vino, invito a cogliere l'attimo fuggente (carpe diem), e altri. Fra le Epistole famosa è l'Ars poetica, che contiene insegnamenti sulla poesia drammatica.
Ovidio (43 a.C.-17 d.C.) è il primo poeta che applica alla poesia le tecniche delle scuole di declamazione. In radicale contrasto con la politica culturale di Augusto, le sue opere vengono bruciate in pubblico. Della sua vasta produzione letteraria si distinguono l'Ars amatoria, una specie di summa erotica destinata alla società elegante della Roma del tempo. Nelle Metamoforsi, con stile immaginifico descrive la trasformazione di Cesare in astro e l'apoteosi di Augusto. Continuatore della letteratura ellenistica sarà un modello nel Medioevo.

  • Evento: Opere di Orazio e di Ovidio

Arte e architettura

Il classicismo eclettico dell'età di Augusto fa di Roma un importante centro artistico che focalizza tematiche legate alla struttura gentilizia della società: la statua-ritratto, il rilievo a contenuto storico-onorario, il sepolcro monumentale lungo le vie consolari. Sono costruite straordinarie opere pubbliche quali strade, acquedotti, ponti, teatri e fortificazioni: creazione romana è l'architettura ispirata a criteri di utilità che, libera dai precedenti classici, definisce strutture e tecniche che porteranno all'architettura dell'Europa medievale. La tradizionale forma della casa imperniata su atrio e tablinum viene sviluppata nella più complessa casa ellenistica con peristilio e sono costruite abitazioni di quattro-cinque piani. Viene inaugurato il Foro di Augusto, con il Tempio di Marte Ultore : edifici di forma greca si inseriscono in una planimetria di tradizione repubblicana, con centralità del tempio nella piazza. Sono inoltre scolpiti il Ritratto di Augusto loricato , tipo italico del condottiero con corazza reinterpretato secondo il canone policleteo, e la Statua Barberini, ritratto di un patrizio che regge i busti-ritratto dei propri antenati: il ritratto ha un grande sviluppo a Roma quale connotato di classe, solo i patrizi hanno il diritto di conservare i ritratti degli antenati. Le pitture della Casa di Cecilio Secondo a Pompei , appartengono al terzo stile pompeiano, ornamentale. Ad Atene Agrippa costruisce l'Odeion nell'agorà: gli interventi architettonici voluti da Augusto in Atene, trasformano in senso romano l'agorà greca, indicando come la cultura romana non provi più soggezione nei confronti di quella ellenica.
A Gerusalemme , infine, viene ricostruito il Tempio di Salomone in stile ellenistico.

  • Evento: Opere artistiche dell'età augustea

Musica

Nei primi secoli del millennio cristiano si diffondono in Cina gruppi musicali stranieri, che arrivano nel paese seguendo le vie commerciali della seta e delle altre mercanzie, attraverso il Pamir e l'Asia centrale, dall'India e dalla Corea. L'apporto di questi interpreti (portatori di una tradizione eterogenea) provoca una contaminazione tra il linguaggio musicale cinese e quelli del resto dell'Asia, con la conseguenza di dibattiti ancora documentati sulla minaccia della cultura straniera nei confronti di quella nazionale. Oltre ai musicisti vengono apprezzati i ballerini, i quali hanno il compito di allietare i locali di intrattenimento dell'epoca.

  • Evento: Influssi stranieri sulla musica cinese

Scienza e tecnologia

Nella sua opera Geografia lo scrittore greco Strabone (nato circa nel 64 a.C.) descrive tutti i popoli e i paesi conosciuti senza trascurare importanti notizie sulle scoperte, il commercio e le miniere.
Un cuscinetto in legno a rulli, per collegare l'asse alla ruota del carro, viene usato in Danimarca nel I sec. a.C. e dimostra la raffinata tecnologia applicata a questo comune mezzo di trasporto.
L'arte del vetro soffiato, libero o in stampi, si diffonde a partire dalla fine del I sec. a.C. ad Alessandria , dalla Siria, e raggiunge Roma dove per alcuni secoli rimane una delle tecniche più sfruttate. Soffiando il vetro fuso all'estremità di una canna di ferro, si possono produrre bottiglie, vasi e piatti più grandi.

  • Evento: Diffusione dell'arte del vetro soffiato

20 d.C.

Storia nel mondo

L'imperatore Claudio nel 43 d.C. conquista la Britannia, che diviene una provincia. Viene costituita la provincia della Tracia e in Africa la provincia della Mauritania.
La provincia egiziana è governata direttamente dall'imperatore per mezzo di un prefetto. Gli imperatori si atteggiano a eredi diretti dei faraoni; le istituzioni tolemaiche sono per lo più conservate e i Romani si appoggiano più all'elemento greco della popolazione che a quello indigeno.
Gesù di Nazareth viene condannato alla croce, a Gerusalemme intorno al 30 d.C., per aver bestemmiato, proclamandosi figlio di Dio e annunciando la venuta del Regno di Dio. Dopo il Concilio apostolico di Gerusalemme (48 d.C.), il Cristianesimo comincia subito a diffondersi in Asia Minore, in Grecia e a Roma ad opera di Paolo di Tarso e dei primi apostoli.
Nel 25 è restaurata la dinastia degli Han orientali, fondata da Liu-hsiu. La Cina vive una nuova fioritura. Vengono allacciati estesi rapporti con l'Asia centrale e da Nah-Hai (Canton) inviate spedizioni marittime in Occidente, che permettono di allacciare i contatti con l'Impero romano, dove si esporta la seta cinese; il Turkestan è conquistato e viene aperta la via per il Golfo Persico. Sono intraprese grandi opere di ingegneria idraulica sullo Huang Ho (Fiume Giallo). L'imperatore Ming-ti (r. 58-75 d.C.) accetta come religione ufficiale della Cina il Buddhismo .
Intorno al 50 d.C. si afferma nell'India centro-meridionale la dinastia Satavahana , che domina sul regno di Anddhra.

  • Evento: 30 d.C. Gesù è condannato alla croce
  • Evento: 43 d.C. Conquista della Britannia da parte di Claudio
  • Evento: 48 d.C. Prima diffusione del Cristianesimo

Storia in Italia

Nel 37 Caligola succede a Tiberio. Dopo un promettente inizio, Caligola trasforma il principato in una sorta di monarchia divina di stampo orientale, e viene assassinato da una congiura nel 41. Il suo successore Claudio ritorna alla tradizione augustea e svolge un'ottima politica sia curando particolarmente l'organizzazione burocratica e finanziaria dell'Impero sia favorendo la romanizzazione e l'integrazione delle province, alle quali aggiunse anche la Britannia (43) e la Tracia (46). Nel 54 la moglie Agrippina, sposata nel 49, lo avvelena per assicurare la successione al figlio Nerone .

  • Evento: 37 d.C. Caligola succede a Tiberio
  • Evento: 41 d.C. Claudio succede a Caligola

Religione e filosofia

La comunità cristiana dei primordi sviluppa un credo basato sulla resurrezione del Messia (mesiha, unto, consacrato) e sull'avvento del regno dei cieli. Paolo di Tarso (apostolo, santo e martire, I secolo d.C.), il suo ruolo nella diffusione del messaggio cristiano è il fatto più importante di tutto il periodo cosiddetto apostolico. San Paolo riconosce alla predicazione di Gesù un compito originale: quello di diffondere una fede in cui non esiste alcuna distinzione tra chi la professa, ma un'unità di tutti i fedeli nel corpo mistico di Gesù. Solo attraverso il rinnovamento religioso di tutta l'umanità verrà il regno di Dio, la seconda venuta di Cristo e la resurrezione dei corpi.
Seneca (Cordova 3 a.C- Roma 65 d.C.), uno dei testimoni del turbamento e dell'evoluzione interiore della società nel periodo cruciale della crisi neroniana, ha portato nella speculazione stoica l'incertezza fra un razionalismo, che precludeva all'uomo ogni via mistica, e un irrazionalismo che tendeva all'ascetismo con slancio. Nella ricerca etica di Seneca compare un elemento sconosciuto allo stoicismo anteriore, sintomo di una filosofia in crisi: una religiosità che vorrebbe permeare di sé il pensiero razionale.

  • Evento: Predicazione di San Paolo

Letteratura

Seneca il giovane (4 a.C.-65 d.C.), filosofo latino, aderisce allo stoicismo, viaggia e visita l'Egitto. Consigliere di Nerone e sua vittima, scrive dieci Dialoghi di filosofia, Trattati, le Lettere a Lucilio in cui adotta una prosa originalissima, fatta di brevi frasi. Scrive nove adattamenti melodrammatici di tragedie greche come l'Edipo re, Tieste e Medea, retoriche e truculente, che influenzeranno la letteratura spagnola e le tragedie della vendetta inglesi dell'epoca di Giacomo I.
Fedro (15 a.C.-50 d.C.), poeta latino, schiavo e liberto di Augusto, accolto poco benevolmente dalla cultura ufficiale, scrive una raccolta di Favole in 5 libri. Rivela una vena di realismo comico con un linguaggio puro ed espressivo.
Tito Livio (59 a.C.-17 d.C.), scrive Ab urbe condita in 142 libri, con intento patriottico e moralistico, convinto che la ricchezza e il lusso siano all'origine della decadenza dei costumi.
Marziale (40 a.C.-104), poeta latino, è autore di epigrammi, versi occasionali sull'ipocrisia e i vizi umani.

  • Evento: Opere di Seneca
  • Evento: Le favole di Fedro

Arte e architettura

Il più raffinato uso dello stucco nell'antichità è quello della decorazione della Basilica Sotterranea presso Porta Maggiore a Roma, dove si riuniva una setta segreta di patrizi e intellettuali dediti a culti pitagorici. Il quarto stile pompeiano, fantastico, delle pitture nella Casa dei Vettii, nella Casa dei Dioscuri e nella Casa degli Amanti a Pompei , si riafferma a Roma intorno al 60, sviluppandosi fino alla fine del secolo.
Con la fondazione del Tempio di Baal a Palmira , in Siria, inizia la costruzione del grande complesso architettonico romano, con teatro, agorà circondata da circa 200 colonne recanti le statue dei personaggi più in vista della città siriana, santuario di Baalshamin e Grande Colonnato.
A Karli, in India, è costruito il caitya, luogo di culto, esempio dei santuari scavati nella roccia a partire dal secolo III a.C.; tra la fine del secolo e gli inizi del successivo vi compariranno le prime immagini del Buddha .

  • Evento: Il quarto stile pompeiano a Roma
  • Evento: Il complesso architettonico romano di Palmiria

Musica

I monaci buddisti giungono in Cina intorno al 50 d.C. dall'India, e portano con sé canti e caratteristiche melodiche che verrano poi incorporati nella tradizione musicale cinese. Il fenomeno si inquadra nella vasta diffusione della cultura musicale indiana in tutta l'Asia nei primi secoli del millennio cristiano.

  • Evento: I monaci buddisti in Cina

Scienza e tecnologia

I Romani sviluppano la metallurgia dell'ottone, una lega di rame e zinco già nota agli Assiri e ai Persiani, ottenuta aggiungendo al rame i minerali di zinco ora noti col nome generico di calamina.
L'ingegneria civile romana ha lasciato straordinarie testimonianze tra le quali gallerie come quella del Furlo, quella tra Napoli e Pozzuoli e quella tra l'Averno e Cuma; ha costruito numerosi acquedotti, porti, canali e 85.000 km di strade.
Inizia in grande stile lo sfruttamento del marmo di Carrara.
La Roma imperiale riceve ogni giorno un milione di metri cubici d'acqua distribuita tramite un sistema complesso di tubazioni in piombo. Le abitazioni dei ricchi godono di un sistema di riscaldamento ad aria calda, mentre i ceti più modesti si addensano in insulae costituite da palazzi alti anche quattro piani. L'imperatore Augusto afferma di aver trovato Roma di mattoni e di averla lasciata di marmo.

  • Evento: Metallurgia dell'ottone presso i romani
  • Evento: Le case nell'antica Roma

60 d.C.

Storia nel mondo

Tito reprime in Giudea la rivolta degli Ebrei (67-70 d.C.) che rifiutavano l'imposizione del culto dell'imperatore. Gerusalemme è conquistata e distrutta, insieme al Tempio; gli Ebrei vengono dispersi in tutto l'Impero. Nel 70 viene sedata una rivolta dei Batavi sul Reno e nel 74 sono occupati gli Agri Decumates fra l'alto Reno e l'alto Danubio. L'imperatore Domiziano (81-96), fratello di Tito, conduce importanti imprese militari sui confini settentrionali dell'Impero: con le campagne di Agricola completa la conquista della Britannia, dove costruisce un vallo difensivo al confine con la Scozia; sul Reno sconfigge i Catti , che avevano fatto causa comune con il legato Saturnino che si era ribellato, organizzando in provincia i territori della riva sinistra del fiume e fortificando la regione di raccordo col Danubio (Agri Decumates); sul Danubio respinge personalmente i Quadi e i Sarmati. Dopo averlo combattuto, conclude un accordo con Decebalo, re dei Daci, ponendo le premesse per le future campagne di conquista di Traiano; in Africa reprime le insurrezioni dei Mauri .
Nel 64 Paolo di Tarso viene decapitato presso Ostia, mentre Pietro è crocifisso a Roma.
Intorno al 100 in Cina viene inventata la carta .

  • Evento: 64 d.C. Decapitazione di Paolo di Tarso
  • Evento: 70 d.C. Distruzione di Gerusalemme
  • Evento: Imprese militari di Domiziano
  • Evento: Invenzione della carta in Cina

Storia in Italia

Dopo un felice inizio del regno di Nerone sotto l'influsso del filosofo Seneca, le sue tendenze dispotiche, vicine all'assolutismo orientale, la sua politica demagogica gli alenano le simpatie della classe senatoria. Nel 64 accusa i cristiani, la cui religione cominciava a diffondersi a Roma, dell'incendio della città. Nel 65 sventa la congiura dei Pisoni. Il malcontento si fa incontenibile e nel 68 Nerone si uccide. In un solo anno (69) ben quattro imperatori si succedono a Roma: Galba, Otone, Vitellio e Vespasiano. Prevale infine Vespasiano, capostipite della dinastia Flavia, che ritrova l'accordo col Senato e svolge un'intensa attività di Governo. Nel 70 Tito, figlio di Vespasiano, distrugge Gerusalemme, domando la rivolta dei Giudei.
Durante il breve regno di Tito (79-81) avviene l'eruzione del Vesuvio che distrugge Pompei ed Ercolano.
Domiziano (81-96) prosegue la politica di sviluppo dell'apparato burocratico e giudiziario, di crescita economica e di consolidamento dei confini. Nell'84 è conclusa la conquista della Britannia con la costruzione di un vallo difensivo al confine con la Scozia, ed è rafforzato il limes sul Reno. Tuttavia le sue tendenze dispotiche gli inimicano il Senato e nel 96 Domiziano è ucciso da una congiura aristocratica.
Con l'anziano senatore Cocceio Nerva (96-98) ha inizio la serie degli imperatori adottivi.
Nel 98 lo spagnolo Traiano diventa il primo imperatore di origine provinciale.

  • Evento: 64 d.C. L'incendio di Roma
  • Evento: 68 d.C. Suicidio di Nerone
  • Evento: 69 d.C. Vespasiano nuovo imperatore di Roma
  • Evento: 79 d.C. Eruzione del Vesuvio
  • Evento: 98 d.C. Traiano primo imperatore di origine provinciale

Religione e filosofia

Dopo la distruzione di Gerusalemme a opera dei Romani (70 d.C.), la visione paolina del cristianesimo, che dà particolare significato alla trascendenza, diviene quella dominante mentre alla tradizione orale delle prime comunità si sostituisce la narrazione scritta dei Vangeli (dal greco euangélion, buona novella): testimonianze intorno a Gesù , trasmesse con i nomi degli apostoli Matteo, Marco, Luca e Giovanni, che vanno a comporre i primi quattro libri del Nuovo Testamento. I Vangeli si presentano come predicazione scritta che affonda le proprie radici nell'esperienza cultuale e nella predicazione della Chiesa e non come opere biografiche. Essi hanno svolto essenzialmente un'opera di redazione, di inquadramento e sistemazione, di materiali narrativi preesistenti. Una prima distinzione molto generale tra i materiali tradizionali divide le parole di Gesù dai racconti incentrati intorno alla sua persona. Le parole di Gesù, a loro volta, si distinguono in detti (loghia) sapienziali e parabole, parole profetico-apocalittiche e regole comunitarie; i brani narrativi, invece, si possono distinguere in racconti di miracoli, leggende eziologiche e cultuali e storie della passione. L'ambiente della comunità cristiana primitiva, in cui i Vangeli sono nati, ha obbedito non tanto a criteri cronistici, ma a un fondamentale interesse di predicazione e catechesi.

  • Evento: Diffusione dei Vangeli

Letteratura

Plutarco (ca. 46-120), letterato e filosofo ellenistico, studioso di Platone, scrive opere morali e storiche. Deve la sua fama alle Vite parallele (105-115), composte nella maturità, in cui racconta le vite degli uomini celebri presentati a coppie (un greco e un romano) con un commento riassuntivo finale. Nel Medioevo furono l'unica fonte per la storia di alcuni personaggi storici. Shakespeare e molti altri scrittori europei si ispireranno ai suoi vividi ritratti di vita romana e greca.
Di Gaio Petronio Arbitro (?-66) ci restano poche notizie certe. Scrive il Satyricon, in cui, attraverso la narrazione delle avventure di tre giovani in una città greca prima, e poi a Crotone, delinea le abitudini di una certa società imperiale fatta di arricchiti, matrone e parassiti. L'opera è scritta in una lingua colloquiale che riproduce con fedeltà ed effetti artistici il linguaggio degli schiavi. Nel XV secolo verrà scoperta la famosa cena di Trimalcione.
Plinio detto il Giovane (61-113) scrive l'Epistolario, su modello di Cicerone di grande interesse per le descrizioni della vita quotidiana dell'impero.

  • Evento: Opere di Petronio
  • Evento: Plinio il Giovane scrive l'Epistolario
  • Evento: Plutarco scrive le Vite parallele

Arte e architettura

Importanti realizzazioni avvengono a Roma in questo periodo, in cui lo status sociale degli artisti romani è ancora basso: la colossale Domus Aurea di Nerone , dal Palatino al Celio, con ardite coperture a volta ed affreschi del quarto stile pompeiano; l'anfiteatro Flavio o Colosseo, grandiosa struttura circense a tre ordini di 80 archi ciascuno; l'Arco di Tito dove, nei rilievi del fornice, col Trionfo di Tito e il Trasporto delle spoglie del Tempio di Gerusalemme, l'impronta compositiva è sostituita da una concezione più pittorica e dinamica. In seguito al diffondersi dell'inumazione al posto dell'incenerazione presso le classi patrizie romane, è scolpito il più antico sarcofago romano pervenutoci, decorato su tre lati da putti reggifestoni e scene mitologiche. Termina la costruzione del grandioso Palazzo dei Flavi sul Palatino, voluto da Domiziano , residenza imperiale sino alla tarda antichità.
Un'eruzione del Vesuvio sommerge di lava e lapilli Pompei, Ercolano e Stabia, conservando case e strade sotto i sedimenti lavici. A Nîmes è costruita la Maison Carrée, tempio corinzio, esastilo e pseudo periptero, edificio esemplare per la fusione di elementi Etruschi e greci nella tipologia del tempio romano; nei dintorni della città è inoltre costruito l'acquedotto Pont du Gard, capolavoro di ingegneria romana.
A Baalbeck, in Libano, i romani iniziano la costruzione del gigantesco Tempio di Giove in stile corinzio.

  • Evento: 65 d.C. Inizio della Domus Aurea a Roma
  • Evento: 75 d.C. Costruzione del Colosseo
  • Evento: 81 d.C. L'Arco di Tito

Musica

La distruzione del secondo Tempio di Gerusalemme (70 d. C.) porta alla dispersione degli Ebrei. Per mantenere intatta la loro identità, essi scoraggiano la musica profana e permettono solo il canto religioso. Per non disperdere il patrimonio nazionale viene fissata su carta la tradizionale cantillazione sacra, attraverso l'impiego di un sistema di accenti (500 d. C.). Il canto ebraico diffusosi nel bacino del Mediterraneo (soprattutto in Italia e in Spagna) è di facile intonazione e di spiccato senso modale, sebbene indipendente dai sistemi modali medievali e greci antichi. Decisamente più complesso è invece il repertorio ashkenazita , proprio dell'Europa centro-settentrionale, di necessità demandato a cantori di professione.

  • Evento: La cantillazione sacra ebraica

Scienza e tecnologia

La scienza cinese è molto attiva sotto la dinastia Han (202 a.C.-220 d.C.). Nel 124 a.C. viene fondata l'Università Imperiale, mentre esploratori sono inviati fino in Persia e si ricevono missioni commerciali romano-siriache. Vengono incrementate le osservazioni naturalistiche, alchimistiche e fisiche. Al primo congresso degli scienziati convocato dall'imperatore partecipano più di 1000 dotti. Gli astronomi registrano le eclissi e osservano i movimenti planetari. I matematici sono in grado di costruire quadrati magici composti da numeri che danno lo stesso risultato in qualunque direzione siano sommati e sviluppano l'aritmetica e l'algebra. Nel I sec.d.C. viene inventato il sismometro e si pongono le basi per l'invenzione della bussola. Contemporaneamente viene inventata la carta, il cui uso penetrerà in Europa mille anni più tardi.
A Roma sotto la direzione di Vipsanio Agrippa viene preparata una grande carta dell'Impero che richiede 30 anni di lavoro: è esposta al pubblico nel 12 d.C.

  • Evento: 124 a.C. Fondazione dell'Università Imperiale cinese
  • Evento: 12 d.C. Esposizione della carta dell'Impero romano

Sapere consiglia...

Sapere.it è anche su Facebook!

Entra a far parte anche tu della nostra community!

DeAbyDay.tv

Guide e video consigli per imparare a fare quasi tutto!