Abū l-ʽAfiya, Abraham ben Shemu ʽel

rabbino e cabalista spagnolo (Saragozza 1240-? 1291 ca.). Fu da giovane ad Acri, in Grecia, soggiornò in Italia e dal 1260 visse per lunghi anni a Barcellona, centro, con la vicina Gerona, di un'importante scuola cabalistica. Convintosi di essere il Messia, nel 1276 partì per Roma, onde convertire il papa Martino IV. Arrestato e riconosciuto pazzo, fu imprigionato. Riacquistata la libertà, fu in Sicilia; indi si imbarcò per Comino (Malta), dove, dopo il 1291, scompaiono le sue tracce. Formatosi sugli scritti cabalistici di Abraham ibn ʽEzrā e sul Sefer Yetzira (Liber Creationis), fu tipico rappresentante della cabala estatica e profetica. Tra i molti scritti, il Kether Shem Tov (Libro del Buon Nome).

Quiz

Mettiti alla prova!

Testa la tua conoscenza e quella dei tuoi amici.

Fai il quiz ora