Casalécchio di Rèno

Indice

comune in provincia di Bologna (7 km), 61 m s.m., 17,37 km², 33.029 ab. (casalecchiesi), patrono: san Martino (11 novembre).

Cittadina allo sbocco in pianura del fiume Reno. Resti del Paleolitico, del Villanoviano e di epoche successive confermano l'origine antica di questo luogo, che nel Medioevo e nei secoli seguenti condivise le vicende di Bologna.Nel 1402 fu teatro della battaglia vinta dai Visconti sui Bentivoglio, che permise ai milanesi di ottenere la signoria di Bologna. § Sul territorio sono sparse alcune antiche ville, tra le quali si distinguono la villa Ghillini (sec. XVI), la villa Toiano (sec. XVII), la villa Lauro, a Ceretolo, con torrioni medievali. La chiusa del Reno, ricostruita definitivamente nel 1895, fu realizzata insieme al canale nel 1191 per portare l'acqua alla città. Il convento camaldolese del 1741, a Eremo di Tizzano, conserva stucchi di G. A. Scandellari, una tela di G. F. Gessi e una attribuita a Gaetano Gandolfi. § La vicinanza di Bologna e la confluenza di importanti vie di comunicazione hanno sviluppato un notevolissimo polo industriale, dove prevalgono i settori meccanico, elettrotecnico, cartario, farmaceutico, della lavorazione dei metalli, della produzione di macchine utensili, dei motori, delle attrezzature e dell'impiantistica industriale, delle attrezzature medicali, degli imballaggi, della lavorazione dei metalli preziosi, del legno, della gomma e degli arredi commerciali, cui si affianca una vasta area di centri commerciali e depositi.

Trovi questo termine anche in:

Quiz

Mettiti alla prova!

Testa la tua conoscenza e quella dei tuoi amici.

Fai il quiz ora