Cesàreo, Giovanni Alfrédo

poeta e critico italiano (Messina 1860-Palermo 1937). Tenne la cattedra di letteratura italiana all'Università di Palermo. Critico insigne interessato alla poesia delle origini (La poesia italiana sotto gli Svevi, 1894; Le origini della poesia lirica in Italia, 1899), a G. Meli e a G. Leopardi, è autore del Saggio su l'arte creatrice (1919) in cui sostiene, contro Croce e Gentile, la priorità assoluta dell'arte nella vita dello spirito. L'attività copiosa del poeta è raccolta nei volumi Poesie (1912), I canti di Pan (1920), I poemi dell'ombra (1923), Colloqui con Dio (1928). La poesia di Cesareo, che affronta temi politici e patriottici, ma soprattutto canta l'amore tragico e sensuale, si svolge in un discorso di raffinata tecnica classicistica con forti venature dannunziane. Le ultime composizioni nacquero sotto il segno di una crisi spiritualistica.

Quiz

Mettiti alla prova!

Testa la tua conoscenza e quella dei tuoi amici.

Fai il quiz ora