Galeata

Indice

comune in provincia di Forlì-Cesena (34 km da Forlì), 237 m s.m., 63 km2, 2291 ab. (galeatesi), patrono: sant’ Ellero (15 maggio).

Centro alla sinistra del fiume Bidente. Di origine umbra, fu poi municipio romano e subì devastazioni all'epoca delle invasioni barbariche. Nell'alto Medioevo fu soggetto all'abbazia di Sant'Ellero e nel 1425 si sottomise spontaneamente a Firenze. § La fondazione della chiesa di San Pietro (ricostruita in seguito) si fa risalire al sec. IV. Il Palazzo Pretorio è stato ricostruito nel 1636 e ospita il Museo Civico D. Mambrini con reperti dalla Preistoria al Rinascimento. Sopra un'altura sorge l'abbazia di Sant'Ellero: fondata nel sec. V e rifatta nel sec. XVII, conserva il portale romanico e, nella cripta, un sarcofago marmoreo bizantino-longobardo. § L'economia si basa sull'agricoltura (cereali, foraggi e vigneti), sull'allevamento (soprattutto avicolo) e sull'industria metalmeccanica, dell'abbigliamento, dei mobili, della lavorazione della pietra (estratta nelle cave locali), della carpenteria metallica e del legno e dei manufatti per l'edilizia.

Quiz

Mettiti alla prova!

Testa la tua conoscenza e quella dei tuoi amici.

Fai il quiz ora