Godiasco

Indice

comune in provincia di Pavia (43 km), 196 m s.m., 20,61 km², 2806 ab. (godiaschesi), patrono: santi Siro e Reparata (lunedì di Pentecoste).

Centro dell'Oltrepò Pavese, situato alla destra del torrente Staffora. Intorno al Mille gli Obertenghi, divisi in vari rami tra cui i marchesi Pallavicino, gli Este, i Malaspina, occuparono tutta la valle Staffora, la famosa “via del sale” che collegava Pavia, capitale longobarda, a Genova. Godiasco fu possesso dei Malaspina fino al Quattrocento quando fu ceduto in parte ai De Lesellis e ai Dal Verme (1436). Estinti i Malaspina di Godiasco (1683), il feudo passò agli Sforza Pallavicino.§ Nel territorio comunale si conservano alcune torri della cinta muraria, il palazzo Malaspina, con portale scolpito nel 1594, e resti di due castelli. La parrocchiale del 1935 è in stile neogotico. Nei dintorni è la pieve romanica di San Zaccaria (sec. XI-XII) in laterizi e arenaria.§ Sul piano economico è importante la coltivazione di vigneti (con produzione di vini pregiati), frumento, frutta e foraggi. Inoltre in tutto il territorio è sviluppato il turismo escursionistico ed enogastronomico. La frazione di Salice Terme è nota per gli stabilimenti termali.

Quiz

Mettiti alla prova!

Testa la tua conoscenza e quella dei tuoi amici.

Fai il quiz ora