Quignard, Pascal

saggista e romanziere francese (Verneuil-sur-Avre, Eure, 1948). Lettore alle edizioni Gallimard fino al 1977 e poi membro del comitato di lettura, ha acquisito una profonda conoscenza della novellistica francese contemporanea, di cui ha dato prova in saggi sull'uso dell'espressione letteraria: L'être du balbutiement (1969; L'essere del balbettio) e La parole de la Délie (1974; La parola della Délie), cercando in pari tempo di trasferire nei suoi romanzi la teoria dello scrittore rivelatore delle sorprese e delle originalità di una realtà spesso ignorata dal lettore. Tra le altre opere sono da menzionare Sur le défaut de la terre (1979), Les larmes de Saint Pierre (1987), Le lecteur (1987; Il lettore), La raison (1990; La ragione), Le nom sur le bout de la langue (1993), Le sexe et l'effroi (1994), L’occupation americaine (1994; L'occupazione americana), Petits traités (1995), La haine de la musique (1996), Le nom sur le bout de la langue (1995), Les ombres errantes (2002), grazie al quale ha vinto il premio Goncourt e Terrasse à Rome (2003; L'incisore di Bruges).

Quiz

Mettiti alla prova!

Testa la tua conoscenza e quella dei tuoi amici.

Fai il quiz ora