San Michèle di Ganzarìa

Indice

comune in provincia di Catania (90 km), 490 m s.m., 25,59 km², 4749 ab. (sammichelesi), patrono: san Michele (29 settembre).

Centro del settore meridionale dei monti Erei, sito alla destra del fiume Tempio. Esistente già in età saracena, Yhanzaria, detta poi Cansaria, aggiunse al nome quello della chiesa di San Michele, fondata nel sec. XII. Il borgo fu ripopolato nel 1534 dal barone Antonio Gravina di Montevago con una colonia di esuli greco-albanesi.§ Nell'abitato si conservano resti del palazzo dei Gravina. La chiesa madre di San Michele, di fondazione normanna, ha la facciata rifatta in stile gotico-cistercense, su disegno di G.B. Basile, nel sec. XIX e custodisce all'interno una statua marmorea del santo, della scuola dei Gagini.§ L'agricoltura produce cereali, ortaggi, frutta (soprattutto agrumi), uva e olive; è praticato l'allevamento.

Quiz

Mettiti alla prova!

Testa la tua conoscenza e quella dei tuoi amici.

Fai il quiz ora