ab initio

Indice

loc. avverbiale latina (dall'inizio). Viene usata in chimica teorica per indicare le procedure di calcolo di proprietà chimiche (energie di legame, geometrie molecolari, frequenze di vibrazione, ecc.) basate sull'utilizzo delle equazioni fondamentali della teoria quantistica della materia. L'aspetto caratteristico dei calcoli ab initio è che essi sono calcoli teorici “puri”, condotti senza sfruttare dati ottenuti sperimentalmente per il sistema in esame. Vista la complessità dei calcoli coinvolti, di fatto i calcoli ab initio vengono spesso eseguiti applicando opportune approssimazioni matematiche. La crescente disponibilità di calcolatori superveloci ha permesso di estendere l'applicazione di questi calcoli a sistemi molecolari anche piuttosto complessi, tanto che oggi essi hanno quasi del tutto soppiantato i calcoli semiempirici, nei quali viene fatto uso di dati sperimentali (per esempio le energie di ionizzazione) per migliorare l'accuratezza dei risultati e per diminuire i tempi di calcolo.

Quiz

Mettiti alla prova!

Testa la tua conoscenza e quella dei tuoi amici.

Fai il quiz ora