arruffaménto

sm. [sec. XX; da arruffare]. L'arruffamento delle penne consiste nell'erezione delle penne di copertura ed è caratteristico degli Uccelli. Compare in due contesti distinti: per ridurre la perdita di calore e come esibizione di minaccia. Durante il sonno, il metabolismo e la temperatura corporea di molti Uccelli si abbassano notevolmente. Le penne leggermente sollevate aumentano il cuscino d'aria trattenuto a contatto della pelle e rallentano la dispersione del calore. Questo comportamento è accompagnato in genere dal sollevamento di una zampa, che viene nascosta fra le penne, e dal ripiegamento del capo sotto un'ala, in modo che la superficie di fuga del calore risulta diminuita. Un comportamento simile viene messo in atto quando la temperatura esterna è molto bassa e se gli Uccelli sono infreddoliti o molto affamati. Sollevando le penne, gli Uccelli che fronteggiano un avversario gli presentano una figura ingrandita, e quindi terrifica, e contemporaneamente, in caso di attacchi, offrono un bersaglio più lontano dalle parti vulnerabili e più adatto ad attutire i colpi (vedi anche piloerezione).

Quiz

Mettiti alla prova!

Testa la tua conoscenza e quella dei tuoi amici.

Fai il quiz ora