cafro

agg. e sm. [dall'arabo kāfir, infedele, tramite lo spagnolo e il portoghese cafre]. Tipo cafro, tipo morfologico rappresentato dalle popolazioni negroidi dell'Africa sud-orientale. Viene detto anche tipo bantu. Presenta: statura medio-alta (168 cm), braccia e gambe relativamente corte, torace ampio, grado di pelosità corporea relativamente alto ma inferiore a quello europeo, pelle bruno-scura, non nera, testa allungata (dolicocefala, con indice cefalico 76), faccia ovale, labbra poco sporgenti, platirrinia. Si ritiene che risulti da un metamorfismo, tuttora in atto, fra popolazioni negroidi tipiche e Ottentotti, Boscimani, forse australoidi ed europoidi (Arabi o Indiani).

Quiz

Mettiti alla prova!

Testa la tua conoscenza e quella dei tuoi amici.

Fai il quiz ora