clamidòforo

sm. [da clamide+-foro]. Mammifero (Chlamyphorus truncatus) della famiglia dei Dasipodidi, diffuso in Argentina centro-occidentale. Con una lunghezza totale di circa 15 cm, è il più piccolo tra gli armadilli. La corazza, a differenza di tutti gli altri Dasipodidi, protegge solo la parte dorsale del corpo, dalla punta del muso alla base della coda, a livello della quale si interrompe. I fianchi, il ventre e lo spazio tra la corazza dorsale e quella caudale sono rivestiti di una folta pelliccia di peli bianchi. Le zampe sono munite di forti unghie, con cui il clamidoforo scava tane molto velocemente. Di abitudini notturne, il clamidoforo si nutre di invertebrati e vegetali. La specie, peraltro poco studiata, rischia l'estinzione.

Quiz

Mettiti alla prova!

Testa la tua conoscenza e quella dei tuoi amici.

Fai il quiz ora