costrizióne

Indice

sf. [sec. XIV; dal latino tardo constrictío-ōnis, allacciatura, legatura].

1) Atto ed effetto del costringere: esercitare una costrizione. In partic., in filosofia, impedimento alla libertà dovuto all'azione di elementi esterni (persone o cose agenti al di fuori del soggetto) o interni (condizionamenti dell'io interiore).

2) Ant., restringimento; con accezioni speciali: A) in biologia, costrizione cromosomica, punto in cui il cromosoma si assottiglia. La costrizione principale è in corrispondenza del centromero e dalla sua posizione dipende la forma del cromosoma. B) In fonetica, ciascuna delle temporanee chiusure del condotto vocale, per esempio in corrispondenza delle labbra (labiale) o dei denti (dentale) che si ha durante l'emissione di una consonante. §§ In ecologia, costrizione ambientale, limitazione imposta dall'ambiente a un organismo che presenta determinati adattamenti.

Aeronautica

Costrizione acustica, fenomeno che si verifica in un motore a razzo quando, avendo la massa fluida eiettata raggiunto la velocità del suono in corrispondenza della gola di un ugello di scarico a geometria convergente-divergente, e passando a velocità supersonica a valle di questa, si ottengono le condizioni di funzionamento stabile, per cui la velocità nella gola risulta massima. Conseguentemente, qualsiasi variazione delle condizioni del fluido a valle della gola dell'ugello, non potendo risalire la corrente, non ha alcun effetto sul funzionamento del propulsore, mentre variazioni delle condizioni a monte della gola, pur potendo determinare incrementi della portata eiettata, causano corrispondentemente solo limitati aumenti della spinta del propulsore, la cui velocità di scarico risulta invariata come conseguenza del sussistere delle condizioni soniche che si sono stabilite nella gola dell'ugello.

Quiz

Mettiti alla prova!

Testa la tua conoscenza e quella dei tuoi amici.

Fai il quiz ora