evanescènza

sf. [sec. XX; da evanescente]. L'essere evanescente. In particolare, fenomeno (detto anche affievolimento; inglese fading) che si verifica nella ricezione di radiosegnali: consiste nell'affievolimento e nella fluttuazione periodica dell'intensità del campo elettromagnetico delle radioonde ricevute. Cause dell'evanescenza sono principalmente le variazioni di assorbimento dell'energia elettromagnetica lungo il percorso delle radioonde e l'interferenza, nel punto di ricezione, fra radioonde che vi pervengono con percorsi diversi e quindi con varie relazioni di fase. Questa seconda causa può dare luogo a parziale soppressione del segnale con fastidiose distorsioni che ne possono anche limitare l'intelligibilità. Per ridurre questi disturbi si adottano generalmente sistemi di ricezione in diversity oppure anche una modulazione della frequenza portante mediante impulsi codificati.

Quiz

Mettiti alla prova!

Testa la tua conoscenza e quella dei tuoi amici.

Fai il quiz ora