innescante

agg. e sm. [sec. XIX; ppr. di innescare]. Composto chimico o miscela di composti in grado di reagire con formazione istantanea di fiamme e gas caldi e di fornire quindi un innesco a una sostanza detonante. Caricato in capsule o micce è fatto reagire per percussione, fiamma, urto, ecc. Teoricamente l'innescante dovrebbe essere formato da un unico composto granulato in pezzatura uniforme per fornire il massimo rendimento, ciò che si raggiunge con il dinitroresorcinato di piombo, molto pericoloso però nel maneggiarsi. In pratica un innescante è formato da sostanze leganti, quali gomma arabica e composti di per sé non esplodenti, ma che in unione ad altri (clorato di potassio, zolfo, ecc.) danno luogo a una reazione di combustione o a fenomeni esplosivi; agenti innescanti compositi che innalzano la sensibilità all'urto e alla frizione della miscela (solfuro di antimonio); composti esplodenti (trinitrotoluene, pentrite, ecc.).

Quiz

Mettiti alla prova!

Testa la tua conoscenza e quella dei tuoi amici.

Fai il quiz ora