levrière o levrièro

Indice

sm. [sec. XIV; dal francese lévrier].

1) Nome comune di un gruppo di razze di cani da caccia, da corsa, da compagnia. § Di origine antichissima, sono per lo più di taglia elevata, longilinei, con membra sviluppate al massimo, conformate per la corsa velocissima. Fuori dai luoghi d'origine i levrieri sono oggi considerati quasi esclusivamente da compagnia. Il levriero afghano (tazi) ha pelo lungo, rado sui fianchi e sugli arti, denso sulle spalle e sul dorso, di colore bianco, fulvo o nero focato; coda che termina ad anello; altezza al garrese da 68,5 a 73,5 cm. Il levriero arabo (sloughi) ha pelo raso di colore sabbia, fulvo, tigrato, brizzolato, nero focato, con macchie tigrate su fondo fulvo alla testa, zampe e petto; alto al garrese da 55 a 75 cm. Il levriero inglese (greyhound), largamente impiegato per le corse nei cinodromi (può raggiungere la velocità di 70 km/h), ha pelo corto, fine, di colore nero, bianco-roseo, blu, cerbiatto, tigrato; misura al garrese da 71 a 76 cm. Il levriero di Scozia (deerhound), caratteristico per la durezza del pelo lungo e non lanoso, ha colori vari (maggiormente apprezzati sono il grigio-azzurro e le tinte più cariche); misura al garrese oltre 76 cm. Il levriero irlandese (irish wolfhound) è tra i più forti e grandi cani esistenti; ha pelo forte e duro color grigio, tigrato, mogano, nero, bianco puro, fulvo; l'altezza al garrese è di oltre 78,6 cm. Il levriero persiano (saluki) per alcuni studiosi discende direttamente dai più antichi cani del mondo; armonioso, agile e forte, ha pelo liscio e sericeo, leggermente lanoso sulle spalle, di colore crema, fulvo, dorato, rosso, grigio, rosso tricolore (bianco, nero e rosso focato), nero focato; è alto al garrese da 58 a 71 cm. Il levriero russo (barzoi o borzoi) occupa un posto di primo piano per la bellezza; ha pelo lungo con riflessi sericei, non lanoso ma ondulato o a grandi ricci, molto lungo sul collo dove forma un manicotto da cui pare uscire la testa; frange lunghe alla parte posteriore degli arti anteriori, al petto, sulle natiche; i colori variano dal bianco all'arancio, rosso, tigrato o grigio; l'altezza al garrese è di 75,5 cm. Fa parte dello stesso gruppo il piccolo levriero italiano (o levrieretta): di antica origine, è elegante, grazioso, di apparenza fragile; ha pelo raso, lucido, denso, fine; i colori possono essere nero, isabella, piombo, grigio topo; misura al garrese da 32 a 38 cm.

2) Fig., correre come un levriero, assai forte.

Quiz

Mettiti alla prova!

Testa la tua conoscenza e quella dei tuoi amici.

Fai il quiz ora