mascalismo

sm. [dal greco maschalismós, da maschále, ascella]. Mutilazione rituale fatta alle estremità del corpo di un ucciso perché questi non potesse tornare a vendicarsi del suo uccisore. Tale pratica, documentata solo per il nome nell'antica Grecia, comportava il legamento, a mo' di collana, delle parti amputate e la sospensione del tutto al collo. Problematico è sapere, per quanto riguarda la Grecia, se la “collana” venisse appesa al collo dell'ucciso o dell'uccisore. Presso alcune popolazioni di interesse etnologico, dove la pratica è stata conservata fino alla nostra epoca, è l'uccisore ad appendere al proprio collo il trofeo.

Quiz

Mettiti alla prova!

Testa la tua conoscenza e quella dei tuoi amici.

Fai il quiz ora